30
MAG18

INNOVAZIONE E SANITÀ

  • Milano Via Francesco Daverio, 7, Roma, RM, Italia
  • Sala D'Ars
  • 30 Maggio 2018
  • 30 Maggio 2018

“Dati e progetti innovativi sui pazienti fragili: politiche di buone pratiche, presentazione di iniziative di associazioni italiane ed estere, fondi per una loro migliore gestione in famiglia e nella società”.

Il corso fornirà elementi formativi e di aggiornamento con dati aggiornati sulla salute, dati relativi a progetti innovativi a favore dei pazienti fragili (anziani, bambini, donne in gravidanza), l’evoluzione delle politiche sanitarie per la prevenzione, progetti per l’assistenza e la tutela della maternità per chi ha patologie neurologiche, tecnologie e reti territoriali a favore di chi ha patologie oncologiche, reumatologiche o di altro genere che ne migliorino la qualità di vita.

Modera la dottoressa Cinzia Boschiero. Intervengono: Barbara Garavaglia (Presidente CUG), Cinzia Gallera (Presidente associazione BeWin), Renato Mantegazza (Presidente Comitato Scientifico AIM), Fernando Cornelio (Presidente AIM), Marino Ambrogio (Ambrafarm), Antonio Schiavo, Cesare Matteis, Silvia Ostuzzi (Alomar), Danilo Mazzacane (Segretario Generale GOAL), Emanuela Basso Petrino (Fondazione Theodora Onlus).

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila