13
SET18

CONVEGNO INTERNAZIONALE DI SUICIDOLOGIA E SALUTE PUBBLICA

  • Roma Piazzale Aldo Moro, 5, Roma, RM, Italia
  • Aula Magna dell’Università Sapienza
  • 13 Settembre 2018
  • 14 Settembre 2018

Il 13 e 14 settembre 2018 si terrà a Roma l’annuale Convegno Internazionale di Suicidologia e Salute Pubblica. Si tratta di un evento ormai alla XVI edizione e raccoglie relatori e ricercatori sia italiani che di tutto il resto del mondo per approfondire il tema del rischio di suicidio collegato a salute mentale, psicoterapia e farmacoterapia.

Il 10 settembre, ogni anno dal 2003, ricorre la Giornata Internazionale sulla Prevenzione del Suicidio, un’iniziativa dell’International Association for Suicide Prevention, Organizzazione Mondiale della Sanità e World Federation for Mental Health. Il numero di suicidi ha reso necessaria questa ricorrenza: un milione ogni anno, equivalenti a un morto suicida ogni 40 secondi. Chi si toglie la vita sono soprattutto i più giovani: il suicidio, infatti, è la causa di morte principale nella fascia d’età che va dai 15 ai 24 anni.

Il tema del convegno di quest’anno è “Lavorare insieme per prevenire il suicidio” e ospiterà alcuni professionisti di fama internazionale come il prof. Christof Correll (New York), il prof. Roger McIntyre (Toronto), il prof. Jim van Os (Paesi Bassi), il dott. Anthony W. Bateman (Londra) e il prof. Zoltan Rihmer (Ungheria), una gradita conoscenza per chi ha già partecipato negli anni scorsi.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...