05
OTT18

CONGRESSO NAZIONALE FNOPO

  • Modena Piazza Roma, 15, Modena, MO, Italia
  • Palazzo Ducale
  • 05 Ottobre 2018
  • 06 Ottobre 2018

Obiettivo del Congresso della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica (FNOPO) di quest’anno è quello di approfondire il recente documento del Ministero della Salute “Linee di indirizzo per la definizione e l’organizzazione dell’assistenza in autonomia da parte delle ostetriche alle gravidanze a basso rischio ostetrico (BRO) sulle prove di efficacia, sulla progettazione della professione per migliorare la qualità di vita delle donne, delle coppie e delle famiglie. Da qui la scelta del titolo: L’Ostetrica nel percorso a Basso Rischio Ostetrico: ambiti, esperienze e nuove frontiere della professione. 

Ospitato nella prestigiosa sede dell’Accademia militare di Modena, dal 5 al 6 ottobre 2018, il Congresso sarà l’occasione privilegiata per i diversi professionisti di presentare relazioni e di confrontarsi su diverse tematiche che riguardano l’ambito in oggetto: dalla riduzione del rischio, alle prove di efficacia, agli standard assistenziali e strutturali, e poi ancora i protocolli e le check list, l’aggiornamento interdisciplinare, gli indicatori e gli Audit clinici, l’organizzazione basata su criteri di qualità e di sicurezza, la continuità assistenziale nella gravidanza, nel parto e nel puerperio, la possibilità di scegliere setting assistenziali.

Due giorni fitti nei quali quindi si dibatterà di formazione, di assistenza personalizzata, di aggiornamento professionale, di esperienze internazionali e nazionali, di competenze professionali, di collocazione dell’organizzazione delle aree BRO e di promozione delle alongside, attualmente solo tre in Italia. Tutti i lavori hanno come fulcro una parte importante della core mission della Professione ostetrica: la promozione della salute riproduttiva, in gravidanza, all’atto della nascita e nelle fasi successive, garantendo la riduzione dei rischi connessi a queste fasi.

Ciascun professionista coinvolto nel percorso nascita ha il dovere di promuovere un approccio assistenziale che sia basato il più possibile sul sostegno, sul rispetto dei tempi fisiologici di ogni fase e di ciascuna donna, favorendo e garantendo l’instaurarsi di un rapporto basato sulla fiducia, sulla relazione empatica e sulla condivisione senza mai perdere di vista la sicurezza della mamma e del bambino. Tutto questo al fine di produrre salute e appagamento in un percorso ricco di forti emozioni e aspettative che accompagnano la coppia, la madre, il padre e il bambino verso un grande cambiamento e preparandoli all’istante più emozionante e atteso: quello dell’incontro.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...