13
LUG17

“Come il mondo della ricerca biomedica italiana può dare il suo contributo al bene comune”

  • Roma Camera dei Deputati, Piazza di Monte Citorio, Roma, RM, Italia
  • Aula Aldo Moro, Camera dei Deputati
  • 13 Luglio 2017
  • 13 Luglio 2017

Ore 10,30-13,00

La ricerca biomedica italiana ha un valore sociale importantissimo. Se il mondo della moda, del turismo e del settore alimentare rappresentano la punta di diamante dell’Italia, negli ultimi anni anche il farmaceutico è entrato a far parte di questa eccellenza, con 64.000 addetti ai quali aggiungere l’indotto. Dal confronto con la Germania e l’Europa, l’export ha una crescita superiore trascinando il settore farmaceutico made in Italy sul podio del manifatturiero. Interverranno:

Apertura
On. Mario Marazziti, Presidente XII Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati.
Partecipanti
• Virgilio Paolo Carnielli, Professore di Neonatologia all‘Università Politecnica delle Marche, Direttore
del reparto di Neonatologia dell‘Sspedale G. Salesi di Ancona.
• Graziella Pellegrini, Professoressa di Biologia Applicata, Coordinatrice del Programma di Terapia
Cellulare presso il Centro di Medicina Rigenerativa, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.
• Leonardo Fabbri, Professore di medicina interna e respiratoria, Università di Modena e Reggio Emilia
Moderazione
Paola Severini Melograni, Direttore Angelipress

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi, emendamento al Bilancio. Aiello (Ap): «Sbloccare transazione entro fine anno»

«Se andasse a buon fine la questione ex specializzandi si potrebbe sbloccare il turnover e finanziare le scuole di specializzazione» così il Senatore nell’intervista esclusiva a Sanità Informazi...
Sanità internazionale

Elogio della medicina generale, che può veramente salvarci la vita

«Mi sono iscritto a medicina perché ero attirato dalla sua aura di eroismo, dalla possibilità di intervenire per risolvere un problema pericoloso. È stata la sala operatoria, ovviamente, a cattura...
Salute

Al via la prova d’esame delle specializzazioni mediche: «Basta con il concorso ‘lotteria’ dove vince il più fortunato…»

Parte il concorso tanto atteso dai medici neolaureati. Ecco le nuove regole stabilite dal Miur: prova unica nazionale così come la graduatoria finale. Fedeli: «Introdotte novità qualificanti». Ma ...