Sanità internazionale 5 Agosto 2019 13:34

Regno Unito, l’annuncio di Boris Johnson: «1,8 miliardi di sterline alla sanità pubblica»

Il primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson, ha annunciato uno stanziamento di 1,8 miliardi di sterline (circa 1.960 milioni di euro) per introdurre miglioramenti al Servizio sanitario nazionale (Nhs), in linea con una delle sue grandi promesse della campagna elettorale. Nel 2016, Johnson ha utilizzato l’Nhs come uno degli argomenti principali per spiegare gli […]

Il primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson, ha annunciato uno stanziamento di 1,8 miliardi di sterline (circa 1.960 milioni di euro) per introdurre miglioramenti al Servizio sanitario nazionale (Nhs), in linea con una delle sue grandi promesse della campagna elettorale.

Nel 2016, Johnson ha utilizzato l’Nhs come uno degli argomenti principali per spiegare gli effetti benefici dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, sostenendo che i fondi destinati all’UE potessero essere utilizzati per migliorare la salute pubblica. Ha più volte ribadito che, rompendo con l’Unione, il Regno Unito potrebbe spendere 350 milioni di sterline a settimana per l’assistenza sanitaria.

Ora, in veste di primo ministro, è ora di passare ai fatti: Johnson ha quindi confermato un piano per migliorare le strutture e le attrezzature sanitarie di tutto il Paese. Circa 850 milioni di sterline serviranno per sostituire macchinari e migliorare strutture obsolete di una ventina di ospedali, mentre l’ulteriore miliardo sarà destinato a sviluppare e accelerare progetti di rinnovamento già esistenti. Questi fondi verranno aggiunti ai 33,9 miliardi di sterline (36,9 miliardi di euro) che il Regno Unito assegna annualmente alla sanità pubblica nei suoi bilanci.

«È giunto il momento di affrontare la sfida e garantire i fondi di cui il Servizio sanitario nazionale ha bisogno», con l’obiettivo di «continuare ad avere le migliori cure mediche al mondo», ha dichiarato Johnson in una nota, in cui ha ribadito di voler segnare una «vera differenza» nelle vite di professionisti e pazienti.

Il ministro della Sanità Matt Hancock ha applaudito al rafforzamento del bilancio per «rivitalizzare» gli ospedali e migliorarne le strutture. «È solo l’inizio del nostro piano di infrastrutture sanitarie, i cui benefici saranno apprezzati dai pazienti nei prossimi anni», ha affermato.

LEGGI ANCHE: REGNO UNITO, L’NHS PUNTA A DIVENTARE MODELLO GLOBALE DI SANITA’ DIGITALE

Articoli correlati
GB: paura polio, a Londra vaccini a tutti i bambini under 10
Dopo aver rilevato il virus della polio nelle acque reflue di Londra, le autorità sanitarie hanno deciso di offrire la vaccinazione antipolio a tutti i bambini sotto i dieci anni d'età
Ricompare la poliomielite in Europa, in Gb massima allerta
Nel Regno Unito è stato segnalato un potenziale focolaio di poliomielite, in seguito al ritrovamento di tracce del virus nelle acque reflue. Secondo l'Oms, ci sono oltre 100 paesi che non raggiungono la copertura vaccinale raccomandata
Gb: meno visite faccia a faccia fanno bene all’ambiente e al portafogli
Nel Regno Unito c'è un acceso dibattito sull'opportunità di aumentare le visite a distanza dei pazienti per i suo effetti benefici contro l'inquinamento e per il risparmio economico
GB: i medici chiedono multe ai pazienti che saltano gli appuntamenti
Nel Regno Unito i medici chiedono di multare fino a 5 sterline i pazienti che saltano gli appuntamenti senza motivo
GB: 74 britannici hanno avuto l’infezione Covid-19 ben 4 volte
Nel Regno Unito 74 persone sono state infettate 4 volte da Covid. Può capitare ad esempio quando emerge una nuova variante contro la quale gli anticorpi di una precedente infezione da Covid sono meno efficaci
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 10 agosto, sono 586.482.524 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.423.901 i decessi. Ad oggi, oltre 11,99 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale