Sanità internazionale 16 Luglio 2018 19:02

In Australia chi non vaccina i figli perde il diritto agli sgravi fiscali

No jab, no pay. Si chiama così la misura australiana per combattere i no-vax e convincere i genitori a vaccinare i propri figli. In poche parole, chi non presenta il certificato di vaccinazione non ha diritto agli sgravi fiscali per i figli a carico. Niente vaccinazioni, niente paga, appunto. Alle famiglie vengono tolti 28 dollari […]

In Australia chi non vaccina i figli perde il diritto agli sgravi fiscali

No jab, no pay. Si chiama così la misura australiana per combattere i no-vax e convincere i genitori a vaccinare i propri figli. In poche parole, chi non presenta il certificato di vaccinazione non ha diritto agli sgravi fiscali per i figli a carico. Niente vaccinazioni, niente paga, appunto.

Alle famiglie vengono tolti 28 dollari ogni due settimane per ogni figlio di meno di 19 anni non vaccinato. Sono circa 730 dollari l’anno, che diventano 1460 se si hanno due figli e più di 2mila dollari se se ne hanno tre. Cifre importanti, per una famiglia.

È interessante però leggere le motivazioni che hanno spinto gli australiani a trattenere i soldi due volte al mese e non tutti insieme una volta l’anno: si tratta infatti di un «promemoria continuo dei rischi che i genitori fanno correre non solo ai propri figli ma anche a quelli degli altri». Esenti dalla misura, ovviamente, i bimbi che non possono vaccinarsi per problemi di salute certificati dal medico di famiglia.

Niente sanzioni amministrative quindi, niente autocertificazioni. E questa è solo una delle tante misure adottate in molti Paesi del mondo in cui le percentuali di vaccinati sono inferiori a quelle raccomandate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. In Francia due anni fa due genitori che si erano rifiutati di vaccinare i figli sono stati condannati a due mesi di prigione; l’iscrizione a scuola è preclusa ai non vaccinati negli Stati Uniti e in Canada; in Germania i genitori no-vax devono firmare una liberatoria assumendosi tutte le responsabilità e le spese sanitarie per i propri figli e per le eventuali persone contagiate.

Insomma, i metodi possono essere tanti e differenti tra loro, ma l’obiettivo è sempre lo stesso: raggiungere il 95% di vaccinati per assicurare la copertura di gregge. Misure che sono state e possono essere efficaci, ma che non convincono i più contrari. Tornando nella terra dei canguri, i no-vax si sono ben organizzati con medici “vicini agli anti-vaccinisti” che curano i figli. Allo stesso modo appena è entrato in vigore l’obbligo vaccinale in Italia molti genitori, non potendo iscrivere a scuola i propri figli, si sono organizzati con lezioni a domicilio. Le vie per scappare dai vaccini sono infinite.

LEGGI ANCHE: VACCINI, SIANI (PD): «AUTOCERTIFICAZIONE SIA TRANSITORIA. MANTENIAMO OBBLIGO PER DUE ANNI E POI PROVIAMO A CONVINCERE LE FAMIGLIE»

Articoli correlati
Gimbe: «Scendono ancora nuovi casi e decessi. Quasi dimezzati ricoveri e terapie intensive»
Il monitoraggio della Fondazione Gimbe conferma la riduzione di nuovi casi (-19%) e decessi (-15,4%). Si allenta ancora la pressione sugli ospedali. Sui vaccini, ancora scoperta 1 persona su 4 nella fascia 70-79 e 1 su 2 nella fascia 60-69
David Donatello 2021, premiati i sanitari del Lazio. Marongiu: «Una grande e inaspettata emozione»
Consegnate le targhe d’onore a tre professionisti sanitari laziali: Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu. Quest'ultimo, nell'intervista a Sanità Informazione, dichiara: «Abbiamo bisogno di sognare e riflettere e il cinema, in questo, è maestro»
In Italia numero infermieri sotto media Ue: «Carenza aumenta mortalità pazienti»
In occasione della Giornata dell’infermiere, la FNOPI ha raccolto in un documento tutti i dati principali, i numeri e le problematiche della professione infermieristica in Italia
Vaccini, l’Ue non rinnova il contratto con AstraZeneca
La Commissione europea non ha rinnovato, per ora, l'ordine di vaccini anti-Covid ad AstraZeneca. «Vedremo cosa succederà» ha dichiarato Thierry Breton. Il Lazio pensa agli Open day vaccinali per smaltire le dosi
Nuovo report Cabina di regia: «Indice Rt a 0,89, in leggera risalita ma cala incidenza»
Brusaferro: «Lieve aumento Rt messo in conto con aperture». Rezza: «Per raggiungere immunità di gregge dovremmo vaccinare il 60-70% della popolazione. Ma alcuni fattori possono far alzare soglia». Sicilia, Sardegna e Valle d'Aosta in arancione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 13 maggio, sono 161.188.177 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.344.757 i decessi. Ad oggi, oltre 1,38 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...