Sanità internazionale 8 Agosto 2016

Apple incoraggia la donazione di organi con una App per iPhone

Donare organi, cornee e tessuti con un semplice tocco sull’iPhone. Sarà presto possibile grazie alla inedita partnership tra Apple e Donate Life America, organizzazione no profit dedicata a sensibilizzare il pubblico e promuovere la donazione di organi. Con l’aggiornamento del sistema operativo alla versione iOS 10, una opzione della app Health consentirà agli utenti Apple […]

Donare organi, cornee e tessuti con un semplice tocco sull’iPhone. Sarà presto possibile grazie alla inedita partnership tra Apple e Donate Life America, organizzazione no profit dedicata a sensibilizzare il pubblico e promuovere la donazione di organi. Con l’aggiornamento del sistema operativo alla versione iOS 10, una opzione della app Health consentirà agli utenti Apple di registrarsi in maniera semplice e veloce al registro nazionale di Donate Life ed esprimere il proprio consenso alla donazione. Gli utenti potranno così prendere questa importante decisione in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo, anche in condizioni di estrema emergenza. L’opzione, in fase di avvio, verrà resa disponibile soltanto agli utenti statunitensi, ma è nelle intenzioni di Apple estenderla in breve tempo al resto del mondo.  «Negli Stati Uniti, in media, ogni ora muore una persona in attesa di trapianto perché la domanda eccede di molto la disponibilità di organi, mentre un donatore può salvare fino a otto vite – ha dichiarato David Fleming, presidente e amministratore delegato di Donate Life America – Grazie alla collaborazione con Apple per portare il registro nazionale di Donate Life sulla app Health, stiamo semplificando l’accesso alle informazioni e rendendo più veloce la registrazione. È un importante passo avanti per salvare sempre più vite umane».

Articoli correlati
App Coronavirus, l’avvocato Ciurcina: «La tutela dei dati personali è più importante della semplicità»
Intervista al titolare di StudioLegale.it: «La comunità tecnica e scientifica valuti approfonditamente la soluzione tecnologica»
di Tommaso Caldarelli
Coronavirus, D’Amato: «Parte la nuova app ‘Lazio Doctor Covid’»
La nuova app nasce in collaborazione con i medici di medicina generale e permetterà il rapido monitoraggio delle persone in sorveglianza domiciliare per Covid-19 nel Lazio
Coronavirus, la Cina lancia una App per sapere se si è a rischio contagio
Una applicazione per sapere se si è stati a stretto contatto con chi è risultato contagiato dal coronavirus o rientra tra i casi sospetti. È stata lanciata in Cina, e se la risposta è affermativa, è la tecnologia stessa a consigliare all’utente di rimanere a casa e di informare le autorità sanitarie. Secondo quanto riportato […]
Research App, così Apple punta a raccogliere dati per studi scientifici tramite iPhone e Apple Watch
L’applicazione consente agli utenti di decidere se voler o meno partecipare a degli studi medici, di scegliere eventualmente a quali fra quelli disponibili aderire e di ottenere i loro risultati
Donazione organi, Provenza (M5S): «Tenere riflettori accesi sul tema. Vigileremo su attuazione decreto ministeriale»
Il deputato Cinque Stelle ha partecipato alla presentazione del libro “Cuore segreto” di Luca Vargiu, dedicato al tema dei trapianti. «Troppo tempo è stato perso: è ora che nel nostro Paese si raggiunga questo importante traguardo, anche culturale» sottolinea l’esponente M5S
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 maggio, sono 5.814.885 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 360.412 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 28 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco