Sanità internazionale 21 Maggio 2019

L’aborto, l’Alabama e le elezioni presidenziali

L’Alabama ha adottato la legge più restrittiva d’America sull’aborto, vietato anche in caso di stupro, e il tema è entrato a pieno titolo nella campagna elettorale per le elezioni del 2020

Immagine articolo

L’Alabama ha adottato la legge più restrittiva d’America sull’aborto, definendolo un reato anche in caso di stupro e consentendo l’interruzione di gravidanza solo se necessaria a tutelare la salute della madre. I medici che la praticano rischiano fino a 99 anni di carcere, chi tenta di far abortire una donna fino a 10 anni.

A Montgomery, la capitale dello stato americano, centinaia di persone sono scese in piazza e hanno protestato contro la norma in lunghi cortei e manifestazioni accompagnati da cori e slogan. “My body, my choice” è stato senz’altro il più cantato. Ma simili proteste si sono registrate anche nelle città dell’Alabama di Birmingham e Huntsville.

L’Alabama ha ottenuto il primato per aver adottato la normativa più severa, ma non è l’unico stato americano ad essere intervenuto sul tema negli ultimi mesi. Anche Kentucky, Mississippi, Ohio e Georgia hanno vietato l’aborto dal momento in cui è possibile rilevare il battito cardiaco del feto. Cosa che può avvenire anche alla sesta settimana di gravidanza.

Una ventata conservatrice che entra a pieno titolo nella campagna elettorale per le presidenziali del 2020. I democratici promettono di dar battaglia ai provvedimenti anche dinanzi alla Corte Suprema dove, tuttavia, la maggioranza conservatrice potrebbe non assicurare una vittoria così scontata. E non è escluso che sia proprio questo l’obiettivo di chi vuole vietare l’aborto in tutti gli Stati Uniti: basterebbe una sentenza della Corte Suprema a favore dei provvedimenti contro l’aborto per ribaltare completamente l’attuale legislazione.

I conservatori, dal canto loro, si stanno dividendo sul tema, ma la maggior parte segue le orme del suo presidente. Anche Donald Trump ha infatti preso le distanze dal provvedimento dell’Alabama, sottolineando in una serie di tweet la sua posizione “Pro life” ma al contempo favorevole all’aborto in caso di stupro o incesto. «La stessa posizione di Ronald Reagan», ha scritto. Per gli analisti si tratta di una mossa meramente politica, volta a placare gli animi dei conservatori più moderati, preoccupati dalla svolta estremista che alcuni Stati stanno prendendo su tematiche così delicate ma al contempo viscerali per l’opinione pubblica. Anche perché dagli ultimi sondaggi risulta che due terzi degli americani siano favorevoli al mantenimento dell’aborto legale.

LEGGI ANCHE: “TESTA O CROCE? NON AFFIDARTI AL CASO”. A BOLOGNA I MAXI POSTER DELLA CAMPAGNA UAAR SUI MEDICI OBIETTORI | FOTO

Articoli correlati
Aborto e Covid-19, l’appello di Associazione Coscioni e AMICA per una corretta applicazione della 194: «Legge da difendere, oggi più che mai»
L’erogazione della IVG ha subito rallentamenti e difficoltà a causa dell’epidemia. Le associazioni prochoice: «Favorire il farmacologico in regime ambulatoriale e trasparenza su medici obiettori»
Origine coronavirus, pesanti accuse tra USA e Cina. Trump: «Prove di errori e ritardi». Pechino: «Falsità»
E così quelle che erano nate come teorie complottiste sull’origine del virus arrivano ad occupare la scena della geopolitica internazionale. Maggio si è infatti aperto con un duro scambio di accuse tra l’amministrazione statunitense ed il colosso cinese, all’ombra di una guerra commerciale che sembrava essersi sopita e di una campagna presidenziale che entra sempre […]
Coronavirus, Andreoni (Tor Vergata): «Iniezioni disinfettante per sconfigger virus? Inizi prima Trump»
Il primario del reparto di Malattie infettive del policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) risponde così all'idea del Presidente degli Stati Uniti: «Una persona così autorevole deve fare molta attenzione ai messaggi che lancia, soprattutto quando possono rivelarsi letali»
Interruzione gravidanza, Viora (Aogoi): «Più ricorso all’aborto farmacologico per aiutare le donne e decongestionare gli ospedali»
Le Società di Ginecologia e Ostetricia chiedono di modificare la normativa: da 7 a 9 settimane di trattamento e farmaco anche in regime ambulatoriale
di Gloria Frezza
Coronavirus, Trump congela finanziamenti all’Oms. Guterres (Onu): «Non è il momento dei bilanci»
Il presidente americano annuncia la sospensione dei fondi destinati all'Organizzazione mondiale della Sanità per un periodo tra i 60 e i 90 giorni. Il motivo? Aver «sottostimato la portata dell’epidemia e portato avanti la disinformazione della Cina riguardo al Coronavirus». Le reazioni internazionali
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 maggio, sono 5.695.290 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 355.701 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 27 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...