Salute 10 Settembre 2020

Vaccino contro Covid, il Ceo di AstraZeneca: «Potremmo ancora averlo entro fine anno»

Soriot, capo dell’azienda AstraZeneca che sviluppa il vaccino con Oxford, mantiene in piedi la possibilità delle prime dosi entro il 2020. «Ci sono spesso degli stop, la differenza è che ora tutto il mondo ci guarda»

Immagine articolo

Forse il vaccino di Oxford potrebbe comunque essere disponibile entro la fine dell’anno o all’inizio del 2021. A concedere questa possibilità, è stato il Ceo di AstraZeneca, Pascal Soriot, dopo la recentissima sospensione per via di una “reazione avversa” in uno dei candidati. 60 mila le persone su cui è stato testato il vaccino, quando è arrivata la notizia di una “malattia potenzialmente inattesa”.

A riferire il parere del capo dell’azienda britannico-svedese è stato il Guardian, cui però Soriot non è stato in grado di riferire quando la sperimentazione sarebbe ripartita. «Anche così – ha detto – penso ancora che siamo sulla buona strada per avere una serie di dati da presentare prima della fine dell’anno» per l’approvazione.

«Potremmo ancora avere un vaccino entro la fine di quest’anno, o all’inizio del prossimo anno» in base alla velocità dell’agenzia regolatoria, ha aggiunto nel corso di un evento ospitato dal gruppo Tortoise. Il manager AstraZeneca ha voluto specificare che non è così inusuale che un trial vada in pausa per delle problematiche. «L’unica differenza è che adesso ci guarda il mondo intero», ha proseguito.

Il volontario che si è ammalato è stato sottoposto a ulteriori test e, dopo la raccolta, i dati verranno presentati al comitato di sicurezza indipendente. Sarà questo a decidere se sia il momento di riprendere la sperimentazione. Sul tipo di malattia Soriot non si è sbilanciato: «Non sappiamo se si tratta di mielite trasversa – ha concluso -. Non sappiamo quale sia la diagnosi finale».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Influenza, no ai vaccini somministrati in farmacia. Speranza: «Test antigenici anche a scuola. Per i salivari verifiche in corso»
Approvate le mozioni Carnevali e Gelmini per la distribuzione dei vaccini antinfluenzali. Il ministro al question time su test rapidi e loro implementazione
Covid, la denuncia di Oxfam: «60% della popolazione mondiale non avrà vaccino prima del 2022»
La ong Oxfam lancia l'allarme: il 13% della popolazione mondiale avrà il vaccino anti Covid, il resto dovrà aspettare almeno due anni. L'Italia tra i paesi che da giugno hanno acquistato le dosi
Vaccino anti-Covid Oxford/AstraZeneca: il trial riprende
Riprende la sperimentazione del vaccino Oxford/AstraZeneca. La pausa era stata chiamata dopo alcune complicazioni neurologiche in una delle volontarie
Sospesa la sperimentazione del vaccino anti-Covid Oxford/AstraZeneca: reazione imprevista in uno dei partecipanti
A dare l'annuncio un portavoce di AstraZeneca. Dopo una «reazione avversa e imprevista» in uno dei candidati, il trial Oxford è sospeso
«Sono un volontario per le sperimentazioni del vaccino anti-Covid. E sono stato sommerso dalle offese online»
La storia di Rinaldo Sidoli, candidato idoneo per la Fase 2 della sperimentazione clinica del vaccino sviluppato dallo Spallanzani. Portavoce APE e animalista, molti non hanno capito la sua scelta e ha dovuto fronteggiare l'odio online
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 ottobre, sono 43.979.777 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.167.124 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 27 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare