Salute 9 Settembre 2020

Sospesa la sperimentazione del vaccino anti-Covid Oxford/AstraZeneca: reazione imprevista in uno dei partecipanti

A dare l’annuncio un portavoce di AstraZeneca. Dopo una «reazione avversa e imprevista» in uno dei candidati, il trial Oxford è sospeso

Sospesa la sperimentazione del vaccino anti-Covid Oxford/AstraZeneca: reazione imprevista in uno dei partecipanti

È stato sospeso lo sviluppo del vaccino del team Oxford/AstraZeneca a causa di una «reazione negativa e imprevista» su uno dei partecipanti. Il mondo si è svegliato con questa notizia, riportata da uno dei portavoce della società AstraZeneca, che ha indicato la necessità di esaminare la «malattia potenzialmente inspiegabile». A riferirlo il Guardian sulle prime pagine del mattino.

SOSPESO VACCINO OXFORD, IL MESSAGGIO DEL PORTAVOCE ASTRAZENECA

Per il momento questa reazione è stata registrata in un solo partecipante e, in questi casi, la momentanea sospensione è d’obbligo. «In quanto parte degli studi globali randomizzati e controllati in corso sul vaccino contro il coronavirus di Oxford, il nostro processo di revisione standard è stato attivato e abbiamo volontariamente sospeso la vaccinazione per consentire la revisione dei dati di sicurezza da parte di un comitato indipendente», ha proseguito il portavoce.

«Si tratta di un’azione di routine che deve avvenire ogni volta che è presente una malattia potenzialmente inspiegabile in una delle prove, mentre viene indagata, assicurandoci di mantenere l’integrità delle prove. Nei grandi trial le malattie si verificano per caso, ma devono essere riviste in modo indipendente per verificarlo attentamente», ha spiegato. «Stiamo lavorando per accelerare la revisione del singolo evento per ridurre al minimo qualsiasi potenziale impatto sulla tempistica dello studio. Ci impegniamo per la sicurezza dei nostri partecipanti e per i più elevati standard di condotta nelle nostre prove».

LE PRIME DOSI DOVEVANO ARRIVARE A INIZIO 2021

Il vice ufficiale medico capo australiano Nick Coatsworth ha detto che la pausa del processo «non toglie assolutamente quel vaccino dal tavolo». «In un certo senso, questo rafforza il fatto che, nonostante la natura accelerata dello sviluppo del vaccino, la sicurezza è in prima linea nella mente di tutti. Sarebbe un processo abbastanza standard se ci fosse una reazione molto severa e non fossero sicuri che fosse collegata anche al vaccino», riporta il Guardian.

Articoli correlati
Covid, il vaccino Oxford/AstraZeneca efficace al 70%
Arrivano i primi risultati anche per il vaccino targato Oxford/AstraZeneca, il primo europeo ad arrivare a un simile traguardo. Rispetto agli altri candidati risulta più economico e più facile da trasportare
Vaccino anti-Covid Oxford/AstraZeneca: il trial riprende
Riprende la sperimentazione del vaccino Oxford/AstraZeneca. La pausa era stata chiamata dopo alcune complicazioni neurologiche in una delle volontarie
Vaccino contro Covid, il Ceo di AstraZeneca: «Potremmo ancora averlo entro fine anno»
Soriot, capo dell'azienda AstraZeneca che sviluppa il vaccino con Oxford, mantiene in piedi la possibilità delle prime dosi entro il 2020. «Ci sono spesso degli stop, la differenza è che ora tutto il mondo ci guarda»
COVID-19, AIFA sospende l’autorizzazione all’utilizzo di idrossiclorochina per il trattamento al di fuori degli studi clinici
«Nuove evidenze cliniche nei soggetti con infezione da SARS-CoV-2 indicano un aumento di rischio per reazioni avverse a fronte di benefici scarsi o assenti. Per tale ragione, l’AIFA sospende l’autorizzazione all’utilizzo di idrossiclorochina al di fuori degli studi clinici, sia in ambito ospedaliero che in ambito domiciliare»
Aggressioni, Scotti (Omceo Napoli): «I medici che salvano la vita di Noemi sono gli stessi medici che vengono aggrediti»
«A Napoli il 90% dei medici non denuncia per paura di ritorsioni della criminalità organizzata, sì a una legge che bypassi la querela di parte». E su caso Aosta: « Giusta sospensione, ECM garantisce la salute dei pazienti e protegge i medici da azioni giudiziarie»
di Chiara Stella Scarano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 dicembre, sono 65.277.100 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.507.323 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 4 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli