Salute 20 Dicembre 2018

“Vaccinarsi in gravidanza è un atto d’amore”. Al via campagna Fnopo-Fimmg per promuovere i vaccini

La presidente Fnopo Maria Vicario: «Oggi più che mai noi ostetriche e i medici di famiglia riteniamo fondamentale fornire informazioni scientificamente provate per rassicurare le donne sulla validità e soprattutto sulla sicurezza delle vaccinazioni»

Immagine articolo

“Vaccinarsi in gravidanza è un atto d’amore”. È il messaggio della prima campagna informativa della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica (Fnopo) e della Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale (Fimmg) sull’importanza delle vaccinazioni in gravidanza a tutela della salute della donna e non solo.

L’iniziativa è stata presentata oggi a Palermo in occasione della “Giornata dell’ostetrica/o” ed è stata realizzata una brochure semplice e chiara per dire alle future mamme che i vaccini in gravidanza sono sicuri, gratuiti e rappresentano soprattutto la miglior protezione per loro e per il futuro bambino. Inoltre, spiega con esempi chiari quali sono i tipi di vaccini da fare, il periodo in cui somministrarli e i richiami.

LEGGI ANCHE: ANZIANI, ADOLESCENTI E DONNE IN GRAVIDANZA: I VACCINI CONSIGLIATI. L’INTERVISTA A RITA CARSETTI (BAMBINO GESÙ)

«L’accordo nato tra le due Federazioni è il frutto di una intesa che si basa sulla stima reciproca e sul riconoscimento delle specifiche competenze che mirano al perseguimento dello stesso obiettivo: garantire il miglior stato di salute possibile alle donne e al nascituro – spiega la presidente Fnopo, Maria Vicario -. Oggi più che mai noi ostetriche e i medici di famiglia riteniamo fondamentale fornire informazioni scientificamente provate per rassicurare le donne sulla validità e soprattutto sulla sicurezza delle vaccinazioni».

«La Fimmg è da tempo impegnata nella promozione delle vaccinazioni nell’adulto e, quindi, non poteva mancare un’attenzione particolare alle donne in un momento così delicato come è quello della gravidanza – commenta il segretario nazionale della Fimmg, Silvestro Scotti -. Siamo soddisfatti di aver avviato questa partnership con la Federazione delle ostetriche perché riteniamo molto importante che si lavori insieme affinché arrivino messaggi chiari, corretti e uniformi sulle vaccinazioni da parte di tutti gli operatori che entrano in contatto con le donne durante la gravidanza».

LEGGI ANCHE: VACCINI, IL COMMISSARIO EUROPEO ANDRIUKAITIS: «INUTILE DISCUTERE SU OBBLIGATORIETÀ O VOLONTARIETÀ, CONTANO COPERTURE»

Articoli correlati
Napoli, aggredita dottoressa al San Giovanni Bosco. Da Anelli a Scotti, il mondo medico chiede misure urgenti
Il chirurgo ha riportato un trauma facciale e la rottura del naso. Il Presidente della FNOMCeO: «Serve una legge che aumenti le pene e introduca la procedibilità d'ufficio, oltre a rendere le sedi più sicure»
Crisi di governo, FNOPO: «Sanità sia priorità per il futuro. Tutelare le donne»
«Forse, come ha affermato la stessa titolare del Dicastero, si sarebbe potuto fare di più e meglio», commenta la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica all'indomani della ufficializzazione della crisi di governo
Medicina generale, firmata pre-intesa. Il 5 settembre si chiude l’ipotesi di ACN, convenzione entro fine anno
Scotti (Fimmg): «Verso il ritiro dello stato di agitazione. In tre anni 6mila giovani MMG nel territorio». Onotri (Smi): «La strada è lunga». Bonaccini (Regioni): «Ora spediti verso firma convenzione». Venturi (Comitato Settore): «Data applicazione a Decreto Semplificazione e Decreto Calabria»
Ginecologia, la professoressa Caserta: «Gravidanza e parto siano trattati come eventi fisiologici»
La direttrice della UOC di Ginecologia dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma contro la medicina difensiva. E sfata le fake news più comuni sulla gravidanza: «Non è vero che la donna incinta deve mangiare per due»
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Obbligo vaccinale, gli studenti non in regola potrebbero dover cambiare scuola
Un nuovo emendamento al Ddl vaccini, presentato da Maria Domenica Castellone (M5S), prevede l’inserimento dei bambini non vaccinabili in classi di soli immunizzati. Qualora non fosse possibile la formazione di classi che rispettino questo criterio, i soggetti non vaccinati o non immunizzati saranno trasferiti nella scuola più vicina
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone