Salute 21 Maggio 2018 15:56

Tennis&Friends al Foro Italico: i vip scendono in campo per la prevenzione

Tennis&Friends, il torneo Celebrities che unisce Salute, Sport, Solidarietà e Spettacolo ha registrato quest’anno 6000 presenze e 850 check up gratuiti. Giorgio Meneschincheri (Gemelli): «Oltre 50mila visite specialistiche in sei anni. In Italia la percentuale di mortalità è molto più alta nelle città in cui non viene fatta prevenzione»

Tennis&Friends al Foro Italico: i vip scendono in campo per la prevenzione

Personaggi dello spettacolo e campioni del mondo dello sport si sono affrontati sui campi 7 e 8 degli Internazionali BNL d’Italia per il Tennis&Friends Master Special Edition, il torneo vip organizzato dall’ospedale Gemelli, il Coni, la Federazione Italiana Tennis, il Ministero della Salute, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Polizia di Stato. A tagliare il nastro di apertura della manifestazione dedicata alla prevenzione gratuita e alla promozione della salute, insieme a due grandi campioni del tennis, Lea Pericoli e Nicola Pietrangeli, è stata Beatrice Lorenzin.

Il Ministro della Salute ha visitato gli stand medici e premiato, insieme agli Ambassador di Tennis&Friends Rosario Fiorello e Paolo Bonolis, quattro pazienti sorteggiati tra tutti quelli che si son sottoposti a screening e controlli per la prevenzione cardiologica, ipertensione e sana alimentazione, effettuati gratuitamente da un’equipe di medici specialisti del Policlinico Gemelli.

«Tennis&Friends è un progetto nato sette anni fa per un’esperienza professionale relativa ad un tumore alla tiroide che ha colpito una giovane paziente in gravidanza: da lì, è nata l’esigenza di far capire alle persone che basta un’ecografia per scoprire un’eventuale patologia maligna – ha spiegato Giorgio Meneschincheri, ideatore della manifestazione e Specialista in Medicina Preventiva del Policlinico Agostino Gemelli di Roma -. In sei anni abbiamo effettuato 50mila visite specialistiche, 16mila solo l’ottobre scorso. Il messaggio che lanciamo è l’importanza della prevenzione in un clima sereno, dove la gente non deve avere paura di controllarsi. Nel nostro paese la percentuale di mortalità è molto più alta nelle città in cui non viene fatta prevenzione» ha precisato il professore.

Ma perché le persone sono poco predisposte a prendersi cura della propria salute: è incoscienza, pigrizia o paura? Il professor Meneschincheri è sicuro: «Si tratta di paura e un pò di pigrizia. E poi, e non è così facile fare prevenzione. Il Ministero della Salute, le Regioni si impegnano tantissimo per fornire ai cittadini le visite in tempi brevi ma in alcuni casi e le liste sono lunghe» spiega. Sport e salute rappresentano un connubio vincente: «Lo sport significa prevenzione delle malattie cardiovascolari: è fondamentale per tutti, anche per gli anziani che devono svolgere attività fisica seguendo le indicazioni degli specialisti. Tutti dobbiamo fare sport costantemente: ma svegliarsi ogni tanto e andare a correre per tre ore è un atteggiamento da evitare perché il nostro organismo non è allenato. Un consiglio? parcheggiate la macchina lontano dal vostro posto di lavoro: all’andata farete un chilometro, al ritorno un altro, e siamo a due chilometri al giorno» suggerisce il professore.

Ad aggiudicarsi la vittoria del torneo Celebrities sono stati: Max Gazzè e Edoardo Leo; seconda classificata la coppia Adriana Volpe-Carolina Morace e medaglia di bronzo per il duo Dario Marcolin e Vincent Candela. Tantissimi, i volti noti dello spettacolo e dello sport che hanno aderito all’iniziativa: Al Bano Carrisi, Nicola Piovani, Bianca Guaccero, Matilde Brandi,  Andrea Perroni, Roberto Ciufoli, Laura Freddi, Filippo Volandri, Diego Nargiso, Mara Santangelo e Massimiliano Rosolino. È proprio l’ex nuotatore olimpico a raccontarci come cura la sua salute e come vive i controlli conclusa l’attività da professionista: «Io mi tengo in forma: tutti i giorni almeno un’ora cerco di dedicarla allo sport. Per quanto riguarda l’alimentazione, non bisogna rinunciare a niente ma fare attenzione a distribuire gli ingredienti: si può mangiare fuori o cucinarsi una carbonara, una tantum…» scherza. E sulla prevenzione, ha le idee ben chiare: «Ogni anno mi sottopongo ad un’accurata visita cardiologica, faccio il mio checkup e lo promuovo a livello giovanile. Invito tutti ad effettuare gli esami di routine: dalla misurazione della pressione all’emocromo completo passando per gli esami della prostata –  specifica -. Gli uomini a volte non hanno il coraggio e vanno spronati a farsi controllare; basta seguire un piano annuale molto simile a quello delle donne» conclude.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Per 3 adolescenti su 4 la fertilità è una grande sconosciuta, via a Progetto Scuola della SIRU
In occasione del quinto congresso nazionale della Società Italiana della Riproduzione Umana (SIRU), che si apre oggi a Rimini fino al 28 maggio, gli studenti delle scuole sono stati invitati a prendere parte all'evento per imparare e sciogliere ogni dubbio sulla fertilità
Donne e Tiroide: novità terapeutiche con il myo-inositolo
Intervista del prof. Maurizio Nordio in vista del Congresso congiunto della Società italiana di Fitoterapia e integratori Ostetricia e ginecologia (SIFIOG) e International Society of Dietary Supplements and Phitotherapy (ISDP) che si terrà a Roma il prossimo 10 e 11 giugno presso lo spazio Frentani
Se il paziente ha dei dubbi, Eric risponde
Costamagna (chirurgo endoscopico digestivo): «Eric è uno strumento di Intelligenza Artificiale conversazionale. Siamo il primo ospedale in Italia ad aver introdotto questa tipologia di tecnologia in ambito endoscopico». Entro il 2025 il mercato globale degli assistenti virtuali potrebbe superare i 3 miliardi di dollari
Colonscopia, anche per vegani una dieta senza sacrifici
«In accordo con i nutrizionisti, abbiamo redatto una serie di consigli specifici per vegani e vegetariani, con diete a bassissimo contenuto di fibre, che ci hanno consentito, di avere ottime preparazioni intestinali i cui valori sono pari a quelle dei pazienti che hanno assunto le preparazioni riportate nelle linee guida internazionali» spiega Luca Pecchioli, responsabile del Servizio di Endoscopia Digestiva dell’INI di Grottaferrata
«Troppi pochi dietisti nel Ssn, ma con la giusta alimentazione migliori esiti e meno spesa sanitaria». Parla Marco Tonelli, presidente Cda Dietisti
In tutto seimila i dietisti in Italia, solo un terzo nel servizio pubblico. Il presidente della Cda nazionale lancia la proposta del dietista di comunità che lavora in équipe con MMG, PLS e gli altri professionisti sanitari. Spiega Tonelli: «Oggi l’assistenza nutrizionale, settore fondamentale per la salute dei cittadini, non è riconducibile a prestazioni assistenziali chiaramente definite»
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 maggio, sono 527.393.956 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.228 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto
Cause

Medici specializzandi, apertura della Cassazione su prescrizione, rivalutazione interessi e borse di studio

Due ordinanze della Cassazione riaprono la vertenza, con udienza pubblica. L’avvocato Tortorella: «La giurisprudenza può rivedere le sue posizioni in senso più favorevole ai ...