Salute 23 Agosto 2018 15:03

Stress da rientro dalle ferie? Ecco la dieta per combatterlo: legumi, zenzero e tè verde

I sei consigli dell’endocrinologa per rendere meno traumatico il rientro in ufficio, in ospedale o il ritorno sui banchi di scuola

Le vacanze estive possono dirsi ufficialmente agli sgoccioli. Addio spiagge assolate e paesaggi incontaminati: si torna all’implacabile sveglia mattutina, ai ritmi frenetici, alla grigia vita d’ufficio o sui banchi di scuole e università.

Spesso il rientro dalle vacanze coincide con una sensazione di malessere generalizzato che è alla base di frequenti alterazioni dell’umore. A causare questo stato potrebbe essere l’infiammazione cronica silente, una condizione morbosa i cui sintomi nascosti iniziano molti anni prima delle manifestazioni conclamate (allergie, malumore e insonnia). Questa patologia attiva uno stato infiammatorio perenne di bassa intensità ma prolungato nel tempo che porta all’indebolimento del sistema immunitario. A favorirla sono uno stile di vita disordinato e un’alimentazione scorretta. Va pertanto evitato il consumo eccessivo di zucchero, grassi trans, cereali raffinati, carne rossa e pollame proveniente da allevamenti intensivi.

Il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e la dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista, in collaborazione con Consulcesi Club, lanciano inoltre una serie di consigli alimentari per sconfiggere lo stress da rientro dalle vacanze.

  1. PUNTARE SUI LEGUMI (MEGLIO SE DECORTICATI). Sono ricchi di magnesio, prebiotici e fibre che aiutano ad essere più sereni e rilassati. Possono, però, risultare difficili da digerire a causa della loro cuticola esterna, quindi è consigliabile consumarli decorticati e passati, dopo un ammollo di 8-12 ore in acqua con un cucchiaio abbondante di aceto di mele per disattivare l’effetto dei fitati, sostanze che bloccano il corretto assorbimento dei nutrienti.
  2. AVENA, CEREALE DEL BUON UMORE. L’avena contiene betaglucano, utile a ridurre il colesterolo e quindi il rischio di malattie cardiovascolari, e triptofano che allevia gli stati di ansia, insonnia e stress. Inoltre, l’avena è antiossidante e previene la formazione dei radicali liberi, e le sue fibre favoriscono il transito intestinale.
  3. NO ALLO ZUCCHERO RAFFINATO E DI CANNA. Meglio scegliere dolcificanti naturali, anche fatti in casa: basta frullare datteri snocciolati e uva sultanina fino ad ottenere una pasta densa. Si conserva fino a 3 mesi a temperatura ambiente.
  4. UN PIZZICO DI ZENZERO CONTRO LO STRESS. Oltre ad essere un ottimo digestivo è utile in caso di gastriti perché è cicatrizzante e antisettico. È antiossidante, antinfiammatorio, favorisce la perdita di peso e allevia lo stress.
  5. ATTENZIONE ALLE BANANE. Ansia, nervosismo, colite? Meglio stare alla larga dalle banane, perché contengono tiramina che, stimolando il sistema nervoso, può peggiorare questi sintomi.
  6. UNA BELLA TAZZA DI TÈ VERDE (MATCHA) PER RILASSARSI. È un tè ricco di clorofilla, le foglie sono cotte a vapore per proteggerle dall’ossidazione e per preservare al massimo le qualità nutritive e organolettiche. Contiene teanina, che è un aminoacido rilassante, e più di 60 volte la quantità di antiossidanti presenti, ad esempio, negli spinaci.

La dottoressa Serena Missori è responsabile scientifica del corso FAD (Formazione a Distanza) del provider ECM 2506 Sanità in-Formazione “Alimentazione funzionale per contrastare l’infiammazione cronica silente – Gusto è salute”, in partnership con Consulcesi Club. Il corso è on line gratuitamente sul sito www.corsi-ecm-fad.it e si aggiunge all’ampio catalogo di oltre 150 corsi FAD offerti dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione.

LEGGI ANCHE: STRESS DANNEGGIA IL DNA, STUDIO ITALIANO METTE IN LUCE BASI GENETICHE

 

Articoli correlati
Colonscopia, anche per vegani una dieta senza sacrifici
«In accordo con i nutrizionisti, abbiamo redatto una serie di consigli specifici per vegani e vegetariani, con diete a bassissimo contenuto di fibre, che ci hanno consentito, di avere ottime preparazioni intestinali i cui valori sono pari a quelle dei pazienti che hanno assunto le preparazioni riportate nelle linee guida internazionali» spiega Luca Pecchioli, responsabile del Servizio di Endoscopia Digestiva dell’INI di Grottaferrata
La lotta al Covid comincia a tavola. I benefici della dieta chetogenica
Caprio (endocrinologo): «Da alcuni studi è emerso che tra i pazienti ricoverati in terapia intensiva sottoposti a dieta chetogenica il rischio di mortalità si è notevolmente ridotto. Questa dieta associata ad esercizio fisico può accelerare anche la ripresa dopo una forma severa di Covid»
Arriva FriP, il formaggio senza fosfati per i malati di reni
Il brevetto realizzato dai ricercatori della Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano rappresenta una grande occasione per gli oltre 4 milioni di italiani con problemi ai reni costretti ad una dieta priva di latticini
Ferie non godute, sentenze fino a 50mila euro. Avv. Croce (C&P): «Possibile chiedere monetizzazione degli ultimi 10 anni»
Cosa deve fare un medico o un professionista sanitario per ricevere l’indennità sostitutiva delle ferie? Intervista all’avvocato Marco Croce, che cura le cause per conto di Consulcesi & Partners
Ferie non godute dal medico, l’azienda non le assicura? Allora paga
L'azienda sanitaria è tenuta ad assicurarsi attivamente che i medici godano delle ferie maturate. In caso contrario l'operatorie sanitario ha diritto a un indennizzo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 maggio, sono 527.393.956 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.228 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto