Salute 27 Maggio 2019 09:50

La Società Oftalmologica Italiana compie 150 anni. Piovella (Presidente SOI): «Garantire a tutti le migliori terapie»

«Il nostro obiettivo è dare le cure migliori a tutti, noi non vogliamo fare scelte o discriminazioni. Per me una persona ha lo stesso valore di un’altra, indipendentemente dall’età o dalla professione che svolge». Queste le parole del Presidente della SOI a Sanità Informazione

La Società Oftalmologica Italiana compie 150 anni. Piovella (Presidente SOI): «Garantire a tutti le migliori terapie»

La Società Oftalmologica Italiana (SOI), da sempre punto di riferimento dei 7mila medici oculisti del paese, compie 150 anni ed è l’associazione medico scientifica specialistica più antica d’Italia. Un anniversario festeggiato con un Congresso internazionale, in programma fino a sabato 25 maggio, nella prestigiosa cornice del Roma Convention Center ‘La Nuvola’. Per l’occasione, il Ministero dello Sviluppo Economico – Mise ha realizzato un francobollo celebrativo, mentre l’Istituto Poligrafico, in collaborazione con la Zecca dello Stato, ha coniato una medaglia commemorativa.

L’evento vede la partecipazione di esperti provenienti da tutto il mondo per una full immersion di quattro giorni dedicata ai temi e alle sfide del settore oftalmologico: dallo stato dell’arte sul glaucoma all’insufficiente diffusione delle terapie per la maculopatia, dalla riabilitazione dell’ipovedente alla terapia antibiotica a tutela della chirurgia, dal trapianto di cornea alla gestione consolidata del paziente strabico, fino alla individuazione della lente a contatto personalizzata sul paziente.

Oggi i 7000 Medici Oculisti salvano la vista ad un milione e trecentomila persone ogni anno e questo impone adeguate risorse per i necessari cambiamenti organizzativi. «L’oculistica è la specialità della medicina in continua evoluzione – spiega il presidente della Soi, Matteo Piovella – quello dell’oftalmologia è un laboratorio al servizio dei Pazienti e del diritto alla cura migliore. Negli ospedali pubblici i medici oculisti operano con competenza e capacità, ma in quanto a disponibilità degli aggiornamenti tecnologici siamo fermi agli anni duemila» ammette Piovella.

Ogni anno – specifica il presidente ai nostri microfoni a margine della conferenza stampa di presentazione del congresso al Senato – effettuiamo 650mila interventi di cataratta, un’impresa straordinaria. Ancor più difficile è la gestione e la cura delle maculopatie, una patologia che interessa una persona su tre dopo i 70 anni: ricordo che ci sono 400 milioni di malati nel mondo e 600mila in Italia. Ogni anno – prosegue – se ne aggiungono altri 80mila. Si tratta di un’emergenza, per questo dobbiamo intervenire. Non vogliamo responsabilizzare nessuno ma quando si manifesta una necessità così urgente dobbiamo rimboccarci le maniche per dare la terapia a tutti. Non possiamo permettere che il 70% di queste persone abbia un’assistenza a livello di terapia che non è la migliore e la più adeguata».

LEGGI: OCCHIO ROSSO, UN SINTOMO DA NON SOTTOVALUTARE. I CONSIGLI DELL’OCULISTA

«Il congresso farà il punto della situazione – continua Piovella – speriamo di riuscire a creare questa sensibilità che per noi è indispensabile. Il nostro obiettivo è dare le cure migliori a tutti, noi non vogliamo fare scelte o discriminazioni. Per me una persona ha lo stesso valore di un’altra, indipendentemente dall’età o dalla professione che svolge. Ho grande rispetto delle persone che hanno avuto successo nella vita ma sono obbligato ad averne altrettanto per le persone più umili che hanno avuto una vita più difficile. Perché io devo evitare di penalizzare un paziente a vantaggio di un altro». E chiude con un appello ai politici: «Lancio una richiesta di attenzione a chi ha la capacità di decidere: noi ci siamo spesi tantissimo in questi ultimi anni per avere ascolto e condivisione dei problemi. L’abbiamo avuto ma, a livello concreto manca sempre qualcosa. Non voglio criticare nessuno – conclude – ma in medicina contano i risultati».

Articoli correlati
Piano Nazionale Cronicità, Salutequità: «Sua attuazione lenta e a macchia di leopardo»
Il Piano Nazionale della Cronicità compie cinque anni. Salutequità: «Serve finanziamento specifico in prossima Legge di Bilancio, suo aggiornamento e una relazione del Ministero su stato di attuazione»
Green pass 2, eutanasia, malattie rare e riforma dell’emergenza urgenza: la settimana in Parlamento
Dopo il tour de force alla Camera, il Decreto Green pass riceverà il via libero definitivo al Senato, impegnato anche su processo penale e civile. Martedì 14 settembre scadono i termini per la presentazione degli emendamenti al testo unificato sull’eutanasia
di Francesco Torre
Interventi oculistici solo negli ospedali: la SOI chiama in causa Regione Lombardia che respinge le accuse
Dallo scorso mese di giugno gli interventi oculistici ambulatoriali sono stati sospesi a favore dell’ospedale dove però, a detta di Matteo Piovella, Presidente SOI, non ci sarebbero i requisiti minimi di sicurezza. Immediata la replica della Regione con Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità parla di nuove strutture territoriali
di Federica Bosco
Attacco hacker, Ue preoccupata: «Sanità sempre più nel mirino». Danni a professionisti e pazienti
Quella che poteva sembrare una storia locale e di breve durata si sta dimostrando un problema molto più grosso che interessa anche l’Unione europea. In ballo ci sono dati sensibili, il lavoro degli operatori sanitari e la salute dei cittadini
Dal trucco al volontariato, la politica si unisce nell’intergruppo “la forza e il sorriso” per il benessere psicologico dei malati oncologici
Promotrice dell’iniziativa la deputata della Lega Benedetta Fiorini: «Vogliamo promuovere al più presto misure di incentivazione fiscale in favore delle aziende che sviluppano e sostengono attività nel volontariato e nel sociale». L’idea nasce dal lavoro dell’omonima onlus che organizza laboratori di bellezza per donne in trattamento oncologico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 settembre, sono 227.070.462 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.670.479 i decessi. Ad oggi, oltre 5,81 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco