Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Benessere 4 Aprile 2019

Occhio rosso, un sintomo da non sottovalutare. I consigli dell’oculista

L’occhio rosso L’occhio rosso è un disturbo comune e molto frequente e rappresenta un’infiammazione oculare. Le cause varie: possono essere di origine virale, allergica, batterica o traumatica. Si tratta di un disturbo aumentato negli ultimi anni, a causa dell’eccessivo utilizzo di device, computer e smartphone. Ne abbiamo parlato con Luca Boerci, oculista ambulatoriale e consigliere società scientifica […]

L’occhio rosso

L’occhio rosso è un disturbo comune e molto frequente e rappresenta un’infiammazione oculare. Le cause varie: possono essere di origine virale, allergica, batterica o traumatica. Si tratta di un disturbo aumentato negli ultimi anni, a causa dell’eccessivo utilizzo di device, computer e smartphone.

Ne abbiamo parlato con Luca Boerci, oculista ambulatoriale e consigliere società scientifica Goal.

Dottore, nel corso del congresso nazionale Goal si è svolta un’interessante sessione dedicata all’occhio rosso; può spiegarci le principali cause di questa patologia?

«Le cause del dry eye sono molteplici: vanno dalle allergopatie, alle cause infettive, infiammatorie, eventuali forme di infiammazioni del segmento anteriori e posteriori. Ci sono diversi quadri patologici, non da ultimo le forme di occhio rosso dolente, come quelle rappresentate dal glaucoma acuto o eventi traumatici. Stiamo parlando di patologie molteplici, la stessa iperemia oculare è qualcosa di aspecifico. Per arrivare ad una diagnosi certa occorre passare attraverso tutte le tappe, delle quali l’anamnesi e l’esame obiettivo sono le più importanti».

Qual e il consiglio che lei si sente di dare ai pazienti? C’è un momento in cui ci si deve preoccupare con l’occhio rosso e recarsi dall’oculista?

«Beh, sicuramente con l’occhio rosso, dal momento che le diagnosi possibili sono tante, non c’è da stare tranquilli. Anche per intraprendere un processo diagnostico e terapeutico, è fondamentale recarsi dall’oculista il più presto possibile per poter arrivare subito ad una diagnosi o terapia».

In cosa consistono le terapie?

«A seconda del quadro patologico, le terapie consistono, normalmente, in terapie anti-infiammatorie idratanti per la superficie dell’occhio e antibiotiche».

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone