Salute 9 Febbraio 2021 17:34

Recovery Plan, Urbani (Min. Salute): «Investire su territorio, case di comunità e assistenza domiciliare»

Le proposte di Andrea Urbani, direttore generale della Direzione generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute, nel corso della sua audizione alla Commissione Affari sociali

Case di comunità, nuovi modelli standard e modalità condivise nella gestione dell’assistenza sanitaria, investimento nelle infrastrutture, nei macchinari e nelle strutture intermedie. Sono questi alcuni degli obiettivi da raggiungere attraverso le risorse del Recovery Plan per migliorare, in maniera decisa e sistemica, la sanità italiana. Li ha elencati Andrea Urbani, direttore generale della Direzione generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute, nel corso della sua audizione alla Commissione Affari sociali, nell’ambito dell’esame in sede consultiva della proposta di piano nazionale di ripresa e resilienza.

Urbani ha esordito sottolineando che si tratta di un argomento «ancora in evoluzione. Personalmente – ha spiegato – sono intervenuto in una serie di proposte che poggiano sull’esigenza di valorizzare e rafforzare, con adeguati investimenti, una delle aree maggiormente oggetto di discussione nelle settimane e nei mesi precedenti: il territorio. È necessario – ha spiegato Urbani – un forte investimento sulla sanità territoriale», per la quale «servono modelli standard e modalità di gestione condivise nell’ambito dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria».

Altra idea su cui puntare sono «le case della comunità», grazie alle quali «potersi fare carico in toto della persona» attraverso «un pool di professionisti diversi. Ciò vuol dire pensare all’ambiente, all’alimentazione, alla salute in generale».

Altri investimenti andranno fatti in «strutture intermedie per decongestionare gli ospedali» e nell’ «assistenza domiciliare, a seconda delle condizioni economico-sociali dei pazienti. Laddove possibile – ha spiegato – dobbiamo essere noi a muoverci e non il paziente». Investimenti anche per le «strutture ospedaliere, al fine di ammodernare l’edilizia e adeguarle alle normative sismiche e antincendio», oltre che per «sostituire strumenti obsoleti, ovvero che hanno almeno 5 anni». In aggiunta, «informatizzazione e digitalizzazione, strumenti necessari per collegare le strutture sanitarie al territorio». Infine, bisognerà ammodernare anche «la legislazione e i percorsi che consentono di far partire i cantieri», necessari alla ristrutturazione o costruzione delle strutture, e «dei flussi informativi».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid e giovani, Speranza: «Prossima settimana intervento Governo per scuola in presenza. Si valutano iniziative forti»
Il Ministro della Salute ha risposto al Question Time al Senato: «L’85% personale scolastico ha già avuto prima dose. Al lavoro perché dato cresca in modo significativo»
Covid-19, nuovo report Cabina di regia: «Indice Rt sale a 1,26. Elevata proporzione di giovani e asintomatici»
Impennata di 41 casi su 100mila abitanti contro i 19 della scorsa settimana. Le Regioni a rischio moderato sono 19
Covid-19, nuovo report Cabina di regia: «Circolazione variante Delta in aumento»
Sono 19 le Regioni e le province autonome classificate a rischio moderato e due (Trento e Valle D'Aosta) a rischio basso
Sanità lombarda, per il consigliere regionale Mammì (M5S) serve una legge speciale per Milano
Le proposte del segretario della commissione sanità: «Formazione universitaria sul territorio per gli aspiranti MMG e Municipi punti di riferimento anche per la sanità territoriale, così come già accade per i servizi assistenziali»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 2 agosto, sono 198.335.925 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.224.492 i decessi. Ad oggi, oltre 4.11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva