Salute 3 Gennaio 2022 12:13

«Quel neo può essere un melanoma, per favore fatti controllare». Tifosa salva la vita all’assistente dei Canucks

Durante una partita di NHL, una futura dottoressa nota un neo sospetto sul collo di Brian Hamilton, uno degli assistenti dei Vancouver Canucks e lo avverte dagli spalti. Era un melanoma. Per lei una borsa di studio di Medicina dalle due squadre

«Quel neo può essere un melanoma, per favore fatti controllare». Tifosa salva la vita all’assistente dei Canucks

Il suo nome è Nadia Popovici, 22 anni, canadese di origine, vive a Seattle. Come tanti giovani, sogna di indossare il camice bianco e si appresta ad entrare in una scuola di medicina.

Occhio a quel neo, può essere un melanoma

Ci sono tutti i presupposti per diventare un buon medico: passione, perseveranza e, soprattutto, un vero “occhio clinico”. Quello che la allarma mentre assiste al primo match casalingo dei Seattle Kraken, la squadra di Vancouver che tifava da piccola dietro la panchina degli ospiti, focalizzandosi sui “contorni irregolari” di un neo sul collo di Brian “Red” Hamilton. L’assistente dei Vancouver Canucks, franchigia di NHL, la lega nordamericana di hockey su ghiaccio, sta sistemando i caschi dei suoi giocatori prima dell’ingresso in campo e, forse per un segno del destino, la ragazza siede proprio dietro a lui.

Al posto giusto nel momento giusto: il messaggio sull’Iphone

Quel neo non la convince: il suo istinto le dice che non sta sbagliando e che deve richiamare immediatamente l’attenzione di Hamilton. Un breve messaggio nelle note del cellulare e il telefono premuto contro il plexiglass: «Il neo sul tuo collo potrebbe essere un tumore. Per favore, fatti controllare da un dottore!». Hamilton all’inizio la ignora. Lei non demorde: sbatte la mano contro il vetro e lo convince ad avvicinarsi. Lui legge il messaggio e annuisce.

Prevenzione e diagnosi precoce: il melanoma si può vincere

L’importante è che, al termine della partita, decida di seguire il consiglio e farsi controllare da uno specialista. Quel neo è un melanoma, un tumore maligno della pelle. La diagnosi è arrivata in tempo, può operarsi e salvarsi. Grazie alla tenacia di un’eroina che indossa i colori della squadra avversaria.

La lettera sui social: «Voglio trovarti per dirti grazie»

Melanoma, tifosa salva la vita all’assistente dei Vancouver Canucks

E così, prima di un nuovo match tra i Vancouver Canucks e i Kraken, alla Climate Pledge Arena di Seattle, scrive una lettera e la condivide sui social del club. «Sto cercando una persona davvero speciale — si legge — ho bisogno del vostro aiuto. Hai cambiato la mia vita, a me e alla mia famiglia. Quel messaggio che mi hai fatto leggere sul tuo telefono rimarrà per sempre nella mia testa, avevi ragione. Quel neo che avevo sul collo era un melanoma maligno e ora, grazie all’aiuto dei dottori, se ne è andato. E tu sei riuscita a farmelo notare nel caos di una partita di hockey. Sei la mia eroina, voglio trovarti per dirti grazie». Il tweet rimbalza sugli schermi di migliaia di persone, compreso quello di Nadia.

Il ringraziamento: una borsa da 10.000 dollari per una scuola di medicina

E così, prima dell’inizio del match Nadia Popovici e Brian Hamilton si incontrano. La stretta di mano lascia il passo a un forte e spontaneo abbraccio, pieno di gratitudine e suggellato dall’ovazione del pubblico. Quella sera i Vancouver hanno vinto ma i due successi erano già stati festeggiati. «Mi ha allungato la vita, me l’ha salvata — le parole di Hamilton dopo la partita — in quattro o cinque anni quel neo mi avrebbe ucciso». Per Nadia, un regalo speciale da parte delle due squadre: una borsa di studio da 10.000 dollari per una scuola di medicina. Per un futuro già scritto e ricco di soddisfazioni.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2, nasce il registro italiano dei portatori
Assegnata a Francesca Doyle giovane studentessa di biologia la prima borsa di studio in ricordo di Fabiana Gregori socia fondatrice dell’associazione aBRCAdabra che per prima ha avuto l’intuizione di mappare i soggetti con queste caratteristiche. Il registro nazionale sarà seguito dai medici: Alberta Ferrari del Policlinico San Matteo di Pavia, Domenica Lorusso del Policlinico Gemelli di Roma e Matteo Lambertini del San Martino di Genova
Dalla Coppa d’Africa al caso Djokovic, la pandemia ha rivoluzionato lo sport? Assanelli (Simse): «10% di sportivi ha sviluppato problemi mentali»
Una persona che fa sport ha meno possibilità di prendere una forma grave di Covid? Intervista al presidente della Società italiana della medicina dello sport e dell’esercizio
Prevenzione andrologica, gli uomini ne fanno poca. In loro aiuto arriva “Wikipene” con tutto ciò che c’è da sapere
Il volume, pensato per uomini di tutte le età, è stato presentato in Senato. Annamaria Parente (Presidente Commissione Igiene e Sanità): «Un ragazzo su tre può avere problemi andrologici»
Decreto fiscale e sicurezza nei luoghi di lavoro, FNO TSRM e PSTRP: «Investire su prevenzione, non su sanzioni»
Il decreto fisco-lavoro è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale. La FNO TSRM e PSTRP e la Commissione di albo nazionale del Tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro «esprimono sconcerto per le modifiche introdotte, auspicandone una pronta modifica»
Con Health Masterchef School la prevenzione inizia a tavola
Dodici istituti alberghieri si sono misurati nella ideazione di quattro ricette sane e gustose realizzate dallo chef stellato Danilo Di Vuoto nell’ambito di una iniziativa promossa da Ail, Cittadinanza Attiva e ANDeA per insegnare sin da piccoli a prevenire alcune malattie della pelle con una cucina equilibrata
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 14 gennaio, sono 320.249.932 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.521.977 i decessi. Ad oggi, oltre 9,56 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre