Salute 2 Dicembre 2021 17:05

Omicron, Cavaleri (Ema): «Servono due settimane per capire se evade l’immunità dei vaccini. Presto nuove autorizzazioni»

Il direttore della strategia vaccinale dell’Agenzia europea del farmaco elenca le prossime scadenze e i progetti in cantiere

Omicron, Cavaleri (Ema): «Servono due settimane per capire se evade l’immunità dei vaccini. Presto nuove autorizzazioni»

Come procede il lavoro all’Ema? Lo ha raccontato al Forum Risk Management Marco Cavaleri, direttore della strategia vaccinale dell’Agenzia europea del farmaco. «Intanto decideremo se autorizzare il richiamo dei vaccini a vettore virale – ha esordito -. Al momento riteniamo insufficienti i dati presentati da AstraZeneca, mentre a metà dicembre probabilmente autorizzeremo la seconda dose di Janssen da somministrare due mesi dopo la prima. All’inizio della prossima settimana poi pubblicheremo una raccomandazione sull’uso dei vaccini in modo eterologo, anche sulla base delle evidenze raccolte nei Paesi in cui questa strategia è già in uso e sembra essere di successo. Entro Natale dovremmo quindi concludere la valutazione del vaccino di Novavax, mentre va avanti la revisione dei dati di Sputnik e Sinovac, ed entro la prima metà del 2022 dovremmo riuscire ad approvare altri tre vaccini anti-Covid. Un elemento fondamentale per riuscire ad aiutare i Paesi in cui i vaccini sono arrivati in numero insufficiente».

«Per quanto riguarda la variante Omicron – ha aggiunto – ci servono almeno un paio di settimane per raccogliere e studiare i dati e capire quindi se evade l’immunità dei vaccini, specialmente dopo la dose booster. In ogni caso, siamo pronti ad affrontare il peggio, e stiamo discutendo con altre agenzie regolatorie per capire quali dati e che tempi servono per decidere di cambiare la composizione del vaccino. Ad oggi non siamo minimamente in quella fase – ha specificato Cavaleri – ma vorremmo preparare delle linee guida su cosa fare qualora una nuova variante diventasse predominante e richiedesse lo sviluppo di un nuovo vaccino».

«Stiamo inoltre lavorando insieme all’Ecdc e alle autorità nazionali per dare vita ad una piattaforma europea che consenta di condividere i dati sulla sicurezza e l’efficacia dei vaccini, in modo da avere informazioni in tempo reale come fanno gli Stati Uniti e Israele, e per dare ai cittadini informazioni chiare, basate sulla scienza e adeguate, senza disorientarli con punti di vista diversi», ha concluso.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Dagli igienisti della SItI una Guida alle buone pratiche vaccinali
La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) ha presentato il documento "Guida alle buone pratiche vaccinali", con l'obiettivo di promuovere e garantire servizi vaccinali di eccellenza in tutto il territorio nazionale
di V.A.
Il Nobel per la Medicina ai «genitori» dei vaccini a mRNA contro il Covid e non solo
Drew Weissman, 64 anni, e Katalin Karikò, 68 anni, sono i due nuovi vincitori del Nobel per la Medicina 2023. I due scienziati hanno sviluppato la tecnologia che ha permesso, nel giro di pochissimi mesi, di sviluppare i vaccini anti-Covid a mRNA, che hanno salvato milioni di vite umane nel mondo
Covid: alta adesione degli over 60 ai vaccini ridurrebbe fino al 32% i ricoveri, le raccomandazioni nel Calendario per la Vita
Il board del Calendario per la Vita, costituito da diverse società scientifiche, ha redatto delle raccomandazioni per la campagna di vaccinazione anti-Covid per l’autunno-inverno 2023
di V.A.
Da EMA parere positivo a primo vaccino RSV per donne incinte e anziani
il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha dato parere positivo per l'approvazione del primo vaccino contro RSV per proteggere i bambini fino ai 6 mesi di vita e gli anziani over 60
Antibiotici, Pregliasco: “Uso inappropriato di fluorochinoloni rischioso per la salute”
In Italia si abusa di antibiotici fluorochinoloni. Fabrizio Ernesto Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Ospedale Galeazzi, Sant'Ambrogio, e professore all’Università degli Studi di Milano, spiega a Sanità Informazione i possibili pericoli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...