Salute 20 Dicembre 2018 17:42

“Natale al Gemelli”, una grande festa di solidarietà con i personaggi dello spettacolo

Giunta alla sesta edizione, l’iniziativa sociale dell’ospedale romano ha unito vip, studenti, volontari, medici e pazienti lanciando un messaggio di forza, speranza e affetto soprattutto ai più piccoli

“Natale al Gemelli”, una grande festa di solidarietà con i personaggi dello spettacolo

Una giornata all’insegna della gioia, dell’affetto e della speranza. Adriana Volpe, Fabio Frizzi e Myriam Fecchi hanno condotto la sesta edizione di “Natale al Gemelli”, l’evento solidale promosso dalla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS e ideato dal dottor Giorgio Meneschincheri, responsabile dell’Ufficio Relazioni Esterne ed Eventi, in collaborazione con numerose associazioni di volontariato che operano nei reparti dell’ospedale.

Da Mara Venier al comico Antonio Giuliani, dall’attore Sebastiano Somma a Nicola Piovani, passando per Massimo Boldi, Maria Grazia Cucinotta e tanti altri protagonisti della televisione e dello spettacolo hanno partecipato all’iniziativa con grande allegria e disponibilità. Si sono fermati a scattare selfies insieme ai degenti, in particolare ai più piccoli e ai loro familiari, ma anche a medici, operatori sanitari, clown dottori e associazioni di volontariato e studenti dei corsi di laurea della facoltà di Medicina.

«È un dovere essere qua, è bello regalare un sorriso, a volte le cose semplici sono le più belle – ha commentato sincera Maria Venier a Sanità Informazione – fare una foto con noi, regalare un momento di gioia che ricorderanno a noi non costa niente ma per loro è tanto».

«Ho deciso di partecipare a questa iniziativa del Gemelli perché mi dà gioia, semplicemente questo – ha aggiunto Sebastiano Somma -. Sono momenti di condivisione: per la gente è bello avere la possibilità di interagire con un personaggio dello spettacolo che amano, seguono o detestano e poi cominciano ad amare o viceversa. È anche un arricchimento personale perché si conoscono tante realtà di malattia molto serie» ha sottolineato.

Per Adriana Volpe, l’evento del Gemelli è stato «un modo per incontrare tante persone: pazienti, medici, infermieri e cercare di strappare un sorriso. L’obiettivo è abbracciare tutti i pazienti dell’ospedale. È un momento di festa, in cui ci si scambiano agli auguri, Babbo Natale ha già anticipato qualche regalo ai bambini con una bellissima slitta piena di doni. Noi portiamo il nostro sorriso, i nostri racconti e cerchiamo sul palco, con l’aiuto di tanti amici di creare un “racconto natalizio” un modo per stare insieme e in compagnia nei giorni di festa.

Per i piccoli pazienti che non hanno potuto raggiungere la Hall, i personaggi dello sport e gli artisti presenti hanno visitato i reparti accompagnati dai volontari della Croce Rossa Italiana oltre ai “Supereroi con la flebo”, gli Zampognari abruzzesi, i personaggi Disney e Babbo Natale portando regali e felicità per tutti.

In aggiunta a tutto questo, le Associazioni che operano all’interno dell’ospedale Gemelli (A.G.O.P. Onlus, A.Vo.G., Coccinelle per l’Oncologia Pediatrica Onlus, Croce Rossa Italiana, FSHD Italia Onlus, GENE per la Neurochirurgia Infantile, Susan G. Komen Italia, Lollo 10, Sale in Zucca, Associazione Italiana Sindrome X-Fragile Sezione Lazio, Soccorso Clown, Associazione Andrea Tudisco Onlus, U.N.I.T.A.L.S.I., Make-A-Wish Italia Onlus) hanno allestito anche il Mercatino di Natale con tante idee regalo preparate da bambini e volontari che ha riscontrato un grande successo.

Articoli correlati
«Inserite la fibromialgia nei Lea», l’appello dei 2 milioni di pazienti
Il Comitato Fibromialgici Uniti chiede che la fibromialgia venga finalmente inclusa nei Lea. Per il 12 maggio, in occasione della Giornata mondiale della Fibromialgia, sono previste varie iniziative
Colpa grave la lettura sbagliata di una radiografia
La Cassazione: colpa grave la lettura sbagliata di una radiografia. Una diagnosi errata può infatti provocare danni seri al paziente
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
«Il decreto specializzandi è una soluzione tampone. No al task shifting». Intervista a Filippo Anelli
Il presidente della FNOMCeO: «Chiediamo una ristrutturazione della formazione specialistica: va esercitata all’interno degli ospedali. Il task shifting può essere adottato solo nei Paesi del terzo mondo o nei teatri di guerra. Il tempo della comunicazione fra il medico e paziente, così come per legge, è tempo di cura»
Medici in fuga e maxipensionamenti, Zuccarelli (OMCeO): «Oggi fare il medico non ha più appeal»
Il punto su turni massacranti, formazione continua e aumento borse di specializzazione
Mascherine, i medici: «Si pensi anche a preparare gli ospedali per l’autunno, siamo sfiniti»
Il sindacato CIMO-FESMED: «In percentuale, i casi di Covid-19 tra gli operatori sanitari continuano ad essere di più rispetto alla popolazione. Rivedere i percorsi e riorganizzare le strutture sanitarie per consentire il ricovero di pazienti Covid e non Covid»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 maggio, sono 524.050.910 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.273.518 i decessi. Ad oggi, oltre 11,43 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Cause

Medici specializzandi, apertura della Cassazione su prescrizione, rivalutazione interessi e borse di studio

Due ordinanze della Cassazione riaprono la vertenza, con udienza pubblica. L’avvocato Tortorella: «La giurisprudenza può rivedere le sue posizioni in senso più favorevole ai ...