Salute 4 Marzo 2019 11:51

Milano, al Galeazzi primo progetto di Audit Civico per un IRCCS. Pellicciari (Cittadinanzattiva): «Faremo formazione congiunta operatori-cittadini su health technology»

La responsabile Lombardia del Tribunale per i diritti del malato: «C’è la necessità di un maggiore impegno in tema di coinvolgimento dei cittadini e dei pazienti, con un occhio di riguardo anche all’utenza straniera, in termine di mediazione linguistica e culturale». Il direttore sanitario dell’IRCCS Galeazzi Fabrizio Pregliasco: «Avremo poi sistemi informatici come il carrello intelligente per garantire qualità, efficacia, sicurezza nella somministrazione dei farmaci e ancora una app che permetterà agli utenti di destreggiarsi all’interno dei corridori per arrivare al reparto»

di Federica Bosco

Umanizzazione, innovazione, partecipazione questo il responso dato dall’associazione Cittadinanzattiva dopo un anno di studio dell’istituto Ortopedico Galeazzi di Milano con un Audit Civico, primo progetto di valutazione di un IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico). Un lavoro di equipe che ha visto coinvolti cittadini ed operatori per analizzare le qualità diagnostico terapeutiche ed individuare aree di miglioramento. Paola Pellicciari, responsabile regionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva Lombardia ha sottolineato come a fronte di «aree di eccellenza già ben definite – spiega – quali la sicurezza del paziente, la presa in carico, la continuità assistenziale e la tracciabilità dei percorsi pre, post ed intra operatori che costituiscono senza dubbio aspetti sui quali l’Istituto ha fortemente investito, ci sia la necessità di un maggiore impegno in tema di coinvolgimento dei cittadini e dei pazienti, con un occhio di riguardo anche all’utenza straniera, in termine di mediazione linguistica e culturale. Sulla health technology assessment faremo un percorso di formazione congiunta tra cittadini valutatori e operatori dell’Istituto proprio per implementare sempre più queste tecnologie al fine proprio di quel miglioramento continuo e necessario che caratterizza una struttura che si voglia efficiente ed efficace».

L’Audit Civico, fortemente voluto dalla direzione scientifica e sanitaria del Galeazzi, è stato un banco di prova importante dal quale sono emersi alcuni punti di forza e di criticità come ad esempio la necessità di un’area verde e di spazi comuni di cui oggi la struttura non dispone, ma che saranno parte significativa del progetto del nuovo ospedale Galeazzi in costruzione presso il MIND Innovation District, ex Area Expo, che verrà ufficialmente presentato il prossimo 18 giugno. Una struttura che diventerà simbolo di una architettura “per le persone”, caratterizzata da valori come l’accoglienza e da principi quali la qualità dell’assistenza, la riduzione del rischio clinico e l’innovazione tecnologica. Un ulteriore salto di qualità per l’Istituto Ortopedico Galeazzi, oggi tra le 19 strutture di eccellenza del gruppo Ospedaliero San Donato, primo ospedale ortopedico della Lombardia per numero di ricoveri e per interventi effettuati.

LEGGI ANCHE: CONTENZIOSI, MOCCIA (CITTADINANZATTIVA): «DIRITTO A SICUREZZA CURE E’ FONDAMENTALE, MA NECESSARIO MEDIARE I CONFLITTI MEDICI-PAZIENTI»

«Abbiamo degli indicatori di qualità notevoli in termini di operazioni di chirurgia vertebrale e di fratture di femore operate entro le 48 ore – precisa Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Galeazzi – Inoltre una serie di device e di sistemi informatici sono già operativi e garantiscono l’efficienza del sistema e la sicurezza del paziente. Avremo poi sistemi informatici come il carrello intelligente per garantire qualità, efficacia, sicurezza nella somministrazione dei farmaci e ancora una app che permetterà agli utenti di destreggiarsi all’interno dei corridori per arrivare al reparto».

Articoli correlati
Rapporto Cittadinanzattiva: 84% di richieste di consulenze in più ai farmacisti, aumentata la fiducia in pandemia
Una survey online ha coinvolto da settembre a novembre 2021 658 farmacie e 3033 pazienti con patologia cronica o rara. Vaccini e approccio multicanale per stare ancora più vicini ai cittadini sono le direzioni su cui muoversi per continuare a infondere fiducia
Liste d’attesa e fondi a Regioni per recupero prestazioni sanitarie, Cittadinanzattiva: «Disomogeneità e poca trasparenza»
Le PA sono state interpellate su emanazione del piano regionale per il recupero delle liste d'attesa e fondi previsti, programmi/azioni per il recupero delle liste d'attesa, numero prestazioni effettivamente recuperate e ancora da recuperare
Diabete, II indagine di Cittadinanzattiva: «Poca prevenzione e forti differenze regionali»
Dal report emergono anche assistenza a scuola trascurata e costi privati a carico del cittadino. Le tecnologie e i farmaci innovativi sono ancora poco utilizzati
Invalidità civile, FIMMG INPS e Cittadinanzattiva: «Ritardi allarmanti a danno delle fasce più deboli»
Petrone (FIMMG INPS): «Già inviata da tempo a Inps lo schema di convenzionamento dei medici come definito su base normativa». Mori (Cittadinanzattiva): «Con pandemia i tempi si sono allungati e i diritti restano sospesi»
Nel Lazio 1,5 milioni di prestazioni sanitarie erogate in meno
Presentato 2° Report Cittadinanzattiva Lazio. I dati fanno riferimento al 2019-2020: «Servizio sanitario territoriale appare appesantito, fragile e esausto nelle diverse componenti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 dicembre, sono 264.261.428 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.235.680 i decessi. Ad oggi, oltre 8,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

«A Natale 25-30mila casi al giorno e 1000 decessi settimanali. Tutto dipenderà dal Governo». L’analisi del fisico Sestili

L’intervista al divulgatore scientifico Giorgio Sestili: «La curva continuerà a crescere di un 25-30% settimanale. Lo scenario drammatico in Austria e Germania si può ripropo...