Salute 20 Settembre 2019

Malnutrizione, Molfino (Sinuc): «Percorsi nutrizionali nelle Asl per aiutare a combattere cancro e altre patologie»

Al Congresso della Società italiana di Nutrizione clinica è stata ribadita l’importanza di combattere la malnutrizione: «Essere malnutrito significa avere meno chance di risposta a molte terapie in particolare in campo oncologico: i dati sono ormai molto solidi» sottolinea Alessio Molfino, docente di Medicina interna de La Sapienza

Combattere la malnutrizione aumenta le chance di sconfiggere anche malattie importanti come quelle oncologiche e sicuramente permette una migliore adesione alle terapie. Per questo la Sinuc, Società Italiana di Nutrizione clinica e metabolismo chiede con forza che siano istituiti percorsi nutrizionali nella maggior parte delle aziende sanitarie italiane. È uno dei temi emersi al quarto Congresso nazionale Sinuc di Ancona che ha visto un ‘esercito di nutrizionisti clinici’ italiani e stranieri confrontarsi sulle principali questioni della materia, dalla terapia nutrizionale nelle patologie croniche che rappresentano un esempio di ‘medicina personalizzata’ alla nutrizione nei reparti di terapia intensiva dove i pazienti sono fragili. Sullo sfondo le richieste rilanciate nei ‘Fogli di Roma’ del Forum Nutrendo: introduzione dell’insegnamento della Nutrizione Clinica nel corso di laurea in Medicina e Chirurgia, inserimento della terapia nutrizionale nei Pdta (Percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali) e nei Lea (Livelli essenziali di assistenza). Ne abbiamo parlato con il professor Alessio Molfino, professore associato di medicina Interna all’università Sapienza di Roma.

LEGGI ANCHE: CONGRESSO SINUC, TRE GIORNI DEDICATI ALLA NUTRIZIONE CLINICA. INVECCHIAMENTO E MALATTIE CRONICHE, IL RUOLO DELL’ALIMENTAZIONE

Professore, perché è importante che la nutrizione clinica sia sempre di più protagonista della sanità italiana?

«La malnutrizione, in particolare la malnutrizione che chiamiamo proteico -energetica, indubbiamente impatta in modo molto negativo sugli outcome dei pazienti. Essere malnutrito significa avere meno chance di risposta a molte terapie in particolare in campo oncologico: i dati sono ormai molto solidi, pazienti che presentano malnutrizione, perdita dell’appetito e soprattutto perdita di peso non riescono a sopportare terapie oncologiche siano esse chemioterapie, radioterapie, sia gli effetti collaterali dalla stessa chirurgia. È inoltre importate avere conoscenza delle problematiche nutrizionali in corso di malattie croniche per poterle riconoscere precocemente e poterle trattare e migliorare sicuramente molti aspetti tra cui la qualità di vita e la risposta delle terapie. Quello che noi chiediamo alle istituzioni è che possono essere istituiti percorsi nutrizionali nella maggior parte delle nostre aziende sanitarie affinché si possa diagnosticare in tempo la malnutrizione e non avere il quadro di una cachessia avanzata dove le chance dei pazienti a quel punto risultano essere particolarmente ridotte».

LEGGI ANCHE: FOGLI DI ROMA”, SINUC LANCIA DOCUMENTO SU NUTRIZIONE CLINICA: «SIA MATERIA UNIVERSITARIA ED ENTRI NEI PDTA»

Articoli correlati
Gli oncologi: «Fondamentali potenziamento cure territoriali, assistenza domiciliare, telemedicina e reti oncologiche»
Non è necessario ribadire quanto l’emergenza Covid-19 abbia pesato sui malati oncologici, sono i dati a parlare. Diagnosi e biopsie dimezzate, 64% di interventi chirurgici con ritardi e il 57% di visite in meno dei pazienti. Intervenire è urgente e per questo noi di Favo, Aiom, Airo, Sico, Sipo e Fnopi, abbiamo stilato un documento […]
di i presidenti di Favo, Aiom, Airo, Sico, Sipo e Fnopi
Cancro e Covid-19, il presidente Aiom: «Deve riprendere lo screening o rischiamo di trovare malattie difficilmente curabili»
Giordano Beretta fa il punto sulla fase 2: ripresa delle attività chirurgiche, reti oncologiche in collaborazione con il territorio e una forte ripresa del sistema diagnostico, per imparare dall'emergenza
di Gloria Frezza
Screening oncologici rimandati per Covid-19, studio Nomisma: «Recuperare 4 milioni di test»
Per le ricercatrici non si tornerà alla normalità prima di settembre e allora, per rimettersi in pari con gli anni passati, andranno fatti 1,2 milioni di test mammografici, 1,1 milioni di test cervicali e 1,6 milioni di colorettali
Daiichi Sankyo Italia, Mauro Vitali direttore della nuova Business Unit Oncology
«Mauro Vitali – si legge in una nota del gruppo farmaceutico – da oggi dirige la nuova Business Unit Oncology di Daiichi Sankyo Italia. Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche all’Università di Milano con un MBA alla SDA Bocconi, ha maturato una significativa esperienza nell’ambito dell’ Oncologia e dell’Onco-Ematologia, prevalentemente all’interno di Novartis, dove ha […]
Covid-19, le preoccupazioni dei malati oncologici. Iannelli (FAVO): «Ora percorsi protetti per limitare rischio contagio»
Molti pazienti invitati a rimanere a casa per evitare il contagio, ma la sospensione delle terapie non è sostenibile a lungo. Elisabetta Iannelli, Segretario generale della Federazione Italiana delle Associazioni di volontariato in Oncologia: «Spesso i malati si sono sentiti abbandonati a se stessi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 maggio, sono 5.410.439 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 345.105 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA     Bollettino delle ore 18:00 de...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...