Salute 25 Novembre 2019

L’ospedale del futuro nasce in Lombardia, Monti (Comm. Sanità): «Investiamo in automazione per ridurre sprechi»

Regione Lombardia ha deciso di investire 202 milioni di euro nella sanità per sostituire apparecchiature e riqualificare strutture. Il Presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti: «Per ridurre i tempi di attesa abbiamo inserito un nuovo tipo di negoziazione con il privato accreditato per definire, all’interno del loro budget, una parte dedicata all’attività con il più lungo tempo di attesa»

di Federica Bosco

La parola d’ordine è accelerare per diventare la prima regione al mondo per automazione del percorso farmaci e di dispositivi medici.  In quest’ottica Regione Lombardia ha deciso di investire 202 milioni di euro nella sanità per sostituire apparecchiature e riqualificare strutture, per semplificare processi, ottimizzare il tempo degli operatori sanitari, abbattere il rischio clinico, aumentare la sicurezza dei pazienti ed avere un controllo ottimale dei costi eliminando sprechi ed inefficienze. Un impegno che l’assessore al Welfare Giulio Gallera e il presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti hanno ribadito durante il convegno su “Tracciabilità, sicurezza ed efficienza nell’ospedale del futuro” organizzato dall’associazione “Tra dire e fare”.

«In Lombardia abbiamo negli anni fatto dei cantieri di lavoro su automazione ospedaliera di grandissimo rilievo – ha spiegato Emanuele Monti a Sanità Informazione -. Ricordo Vimercate, e poi Pavia oggi vero e proprio modello di best practice in quell’ambito. Il punto allora è accelerare per diminuire gli sprechi e i furti in sede ospedaliera sia di farmaci, che finiscono nel mondo delle dipendenze, ma anche di prodotti di grande valore economico, come farmaci oncologici di ultima generazione. Un progetto a lunga scadenza che ha dei costi che Regione Lombardia sta sostenendo per raggiungere l’obiettivo e proprio per questo è stato approvato nel bilancio un investimento importante per partire con progetti sperimentali su logiche di hub territoriali così da poterci candidare ad essere la prima Regione al mondo su questo tema. Regione Lombardia ha la fortuna di avere una sanità prevalentemente pubblica – a differenza degli Stati Uniti dove il tema dell’automazione è già molto avanzato ma con una sanità privata – e poi i dati per poter gestire al meglio i pazienti».

LEGGI ANCHE: LOMBARDIA, AUTUNNO DI SFIDE PER LA SANITÀ. MONTI (COMM. SANITÀ): «TRIPLICHEREMO POSTI IN SCUOLE DI FORMAZIONE MMG»

Dodici milioni saranno destinati alle cartelle cliniche elettroniche e al sistema PAGO PA per semplificare il lavoro del personale sanitario e consentire al cittadino un’accessibilità diretta alle informazioni mediche nel rispetto delle normative sulla privacy. Con PAGO PA i pazienti non dovranno più recarsi al CUP per il pagamento del ticket, ma potranno farlo attraverso app dedicate presso sportelli bancari, punti sisal, Lottomatica o uffici postali.

«Abbiamo inserito un nuovo sistema nel pubblico per poter lavorare con il privato accreditato. Ad esempio, con i tempi di attesa – che è anche uno degli argomenti più cari alla cittadinanza – per andarli a ridurre in modo concreto abbiamo inserito un nuovo tipo di negoziazione con il privato accreditato per definire, all’interno del loro budget, una parte dedicata all’attività con il più lungo tempo di attesa e maggiore coda per renderla più snella. Questo è stato fatto a Milano e Brescia, lo amplieremo l’anno prossimo a tutta la Lombardia. Siamo passati dunque da una logica di offerta sanitaria puntuale, a un’offerta sanitaria per rete, che può portare il maggior beneficio».

Articoli correlati
Tumore HER2 positivo o mutato, trastuzumab deruxtecan può migliorare la prognosi dei pazienti
Dopo l’approvazione dell’FDA per il trattamento del carcinoma mammario metastatico HER2 positivo, l’anticorpo monoclonale coniugato trastuzumab deruxtecan di Daiichi Sankyo e Astrazeneca ha dimostrato risposte tumorali clinicamente significative anche nel carcinoma gastrico HER-positivo, nel carcinoma polmonare non a piccole cellule con mutazione HER2 e nel carcinoma colorettale HER2 positivo. Al Congresso Virtuale dell’American Society of Clinical Oncology i risultati dei trial di Fase II DESTINY-Gastric01, DESTINY-Lung 01, DESTINY-CR01
Farmaci e vaccini coronavirus, se la ricerca va più veloce delle autorizzazioni
Centri di ricerca e di analisi lavorano a pieno regime, spiega il New England Journal of Medicine: le autorizzazioni per analogia farmaceutica sono cruciali
di Tommaso Caldarelli
Cellule Staminali Cordonali salvano un paziente con leucemia a Vicenza
Un paziente affetto da leucemia, in gravi condizioni dopo il trapianto di midollo osseo, è stato salvato grazie alle cellule staminali del cordone ombelicale. Le cellule staminali mesenchimali del cordone ombelicale salvano ancora vite. L’Italia si sta aprendo a queste nuove terapie. Lo sta facendo in quelle Cell Factory che possono produrre farmaci a base di cellule staminali. […]
di Dott.ssa Pierangela Totta, Responsabile Scientifica Futura Stem Cells
Terapia al plasma, in Lombardia test a 500mila possibili donatori, conservazione in banca regionale e trattamento in più ospedali
Monti (presidente Commissione sanità Lombardia): «Dopo malati guariti e operatori sanitari, ci affideremo all’Avis per trovare una quota sufficiente di anticorpi neutralizzanti che serviranno per pazienti Covid»
di Federica Bosco
Epilessia e lockdown, problemi per il 40% dei pazienti. L’indagine LICE
Dal sondaggio condotto dalla lega italiana contro l’epilessia, emerge che su circa 1000 persone, di cui la metà affetti da epilessia, quasi 2 pazienti su 10 hanno manifestato il peggioramento dei propri sintomi durante la quarantena. Visite bloccate e difficoltà di gestire il follow-up della propria malattia per quasi 1 paziente su 2
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 maggio, sono 5.814.885 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 360.412 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 29 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco