Salute 25 Settembre 2020

Il video dell’Oms per raccontare la reazione italiana a Covid-19: «Il Paese non si è arreso»

Una raccolta di immagini che sviscera tutto quello che è accaduto in questi mesi, dai primi casi alle difficoltà del lockdown. L’Organizzazione mondiale della Sanità parla dell’esempio dell’Italia con alcuni esperti, da Locatelli a Brusaferro. Speranza: «Non vanificare i sacrifici fatti»

Immagine articolo

«Ci siamo svegliati come in brutto sogno e penso che una cosa che l’Italia non ha fatto è stata non arrendersi». Le parole semplici e forti allo stesso tempo di Flavia Riccardo, ricercatrice nel dipartimento “Malattie infettive” dell’Istituto superiore di Sanità, risuonano. La sua testimonianza apre il video che l’Organizzazione mondiale della Sanità ha dedicato all’Italia e ai suoi metodi di reazione alla pandemia di Covid-19.

Un racconto, serio e commovente allo stesso tempo, del nostro Paese dai primi casi alla situazione odierna, attraverso il difficile periodo di lockdown. È una storia corale, raccolta grazie alle testimonianze di Ricciardo, del presidente Iss Silvio Brusaferro, e di Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità. Sulle loro parole scorrono immagini familiari e indelebili. I camion militari che trasportano le salme a Bergamo, San Pietro deserta con il pontefice celebrante e le strade delle città d’arte vuote come mai erano state.

Il sacrificio di tanti professionisti della sanità viene portato ad esempio, mentre si racconta la reazione italiana. Con l’annuncio del lockdown del presidente Giuseppe Conte che riempiva le case dai televisori, le vite degli italiani che cambiano e la resistenza di tutti per vincere il virus. Gli esperti parlano di una strategia legata ai test e al contact tracing e della decisione di stare in quarantena come della prima strategia per arginare l’espansione di Covid-19. Ora, con le lezioni che abbiamo imparato, «sappiamo che distrarci sarebbe fatale».

«La strada è ancora lunga – scrive commentando il video su Twitter, il ministro della Salute Roberto Speranza -. Restiamo con i piedi per terra. Non dobbiamo assolutamente vanificare i sacrifici fatti finora». «Grazie ministro Roberto Speranza – twitta di rimando in italiano il dirigente generale Oms, Tedros Ghebreyesus – per la sua leadership, per la sua compassione e per l’impegno nel combattere Covid-19 proteggendo la salute degli Italiani. L’Oms è con l’Italia».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid, Ecdc: «In Europa interventi inefficaci, situazione ad alto rischio. Servono misure immediate»
Situazione preoccupante secondo gli esperti del Centro europeo per il controllo delle malattie: le misure sono arrivate in ritardo e l'adesione non è stata ottimale
La Fimp replica a D’Amato: «Nel Lazio i Pediatri sono 757 e non 1100»
«Le critiche rivolte al nostro operato ci amareggiano, ma non ci abbattono perché il nostro ruolo e il nostro compito principale rimane quello di tutelare la salute dei bambini e di sostenere le famiglie» così il Segretario della F.I.M.P Teresa Rongai
«Futuri medici o solo studenti senza voce?»
di Sofia Salvetti, studentessa di Medicina
di Sofia Salvetti, studentessa di Medicina
Cos’è la pandemic fatigue? L’esperto ci spiega perché ne soffre il 60% degli europei
Spossatezza e sfiducia nelle regole, nella seconda ondata tanti sentono la pandemic fatigue. Cosa succede nel nostro cervello? Il professor Vitiello (coordinatore "Lavoro" OdP Lazio) spiega come contrastarla
Covid-19, Ricciardi: «Possiamo evitare lockdown ma non con coprifuoco. Politica in ritardo»
Il consulente del ministro Speranza: «Il coprifuoco non è stato efficace in Francia e in Spagna. Il Covid lo portano le masse di persone che si addensano nei locali o sui trasporti pubblici»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...