Salute 7 Maggio 2020 14:15

L’esercito del benessere a domicilio. Tre step per ritrovare la salute: nutrizione sana, attività fisica e supporto psicologico

Si chiama “Il benessere a casa tua” ed è un servizio gratuito a disposizione dei cittadini, nato durante il lockdown, ma che punta a sostenere gli italiani anche nella fase 2 dell’emergenza. Inaugurato in Friuli Venezia Giulia, esteso in Lombardia, ora mira ad un’espansione nazionale

di Isabella Faggiano

Come dei soldati hanno unito le proprie forze e le hanno messe al servizio dei cittadini. Medici, nutrizionisti, personal trainer, consulenti informatici, psicologi e pedagogisti hanno formato un “esercito del benessere” per combattere,  ognuno con le proprie competenze, sedentarietà e cattive abitudini alimentari.

Un servizio gratuito a disposizione dei cittadini, nato durante il lockdown, ma che punta a sostenere gli italiani anche nella fase 2 dell’emergenza: «Quando è scoppiata la pandemia da Covid-19 – racconta Marta Ciani, biologa nutrizionista e fondatrice del progetto “Il benessere a casa tua” – abbiamo deciso di mettere la nostra professionalità al servizio di chiunque ne avesse bisogno, fornendo una guida per il mantenimento della salute psico-fisica: dai consigli per mantenersi in forma con lo sport, alle indicazioni nutrizionali per seguire una dieta sana, fino al supporto psicologico per rimanere in equilibrio emotivo». Ottenere l’aiuto dei professionisti è semplice: «Abbiamo instaurato una collaborazione con le amministrazioni locali, che sono diventate il tramite tra noi e i cittadini», spiega Ciani.

Uno dei primi obiettivi è educare le famiglie a mangiare sano «ancora di più – sottolinea la nutrizionista – in questo periodo in cui le vite di tutti sono diventate molto più sedentarie. Innanzitutto, abbiamo costruito un piano nutrizionale settimanale equilibrato, adatto ad una persona in salute, dal quale è possibile anche estrapolare una lista della spesa settimanale, completa dei prodotti e grammature necessarie. Il tutto a misura di chi potrebbe usufruirne: dal single alla coppia, dalla famiglia con bambini a quella con figli adolescenti».

LEGGI ANCHE: COVID-19, FASE 2. L’ESPERTO: «ECCO I CIBI PER REINTEGRARE LA VITAMINA D DOPO LA QUARANTENA»

E per rispettare il vecchio detto “mens sana in corpore sano”, tra i soldati del benessere non mancano nemmeno psicologi e psicoterapeuti «disposti ad offrire una consulenza a chiunque ne sentisse la necessità – dice l’ideatrice del progetto -, ovviamente gratuita ed online. I personal trainer, partner dell’iniziativa, invece organizzano sessioni virtuali di ginnastica funzionale, in giornate e orari da definirsi in base alle richieste delle famiglie».

Il progetto coinvolge proprio tutta la famiglia, nonni e bambini compresi: «Per gli anziani abbiamo ideato un corso a distanza per istruirli nell’utilizzo delle nuove tecnologie, così da poter gestire in modo autonomo comunicazione virtuale e videochiamate e sentirsi meno soli. Ai più piccoli, invece – aggiunge Ciani – abbiamo dedicato numerose attività ludiche che potessero riempire le loro giornate al temine delle lezioni scolastiche online: corsi facilitati di cucina e pillole dedicate al gioco ed alla salute».

L’iniziativa, attiva da alcuni mesi in Friuli Venezia Giulia, ha ottenuto anche il patrocinio della regione Lombardia. Ora, i soldati del benessere vorrebbero reclutare nuove leve: «L’obiettivo per il prossimo futuro è quello di riuscire ad esportare “Il benessere a casa tua” anche nelle altri regioni italiane, attraverso l’adesione di professionisti ed enti pubblici che vogliano mettere gratuitamente a disposizione le proprie competenze per il sostegno di chi rischia di cadere e di non riuscire ad affrontare, senza gravi conseguenze – conclude l’esperta – questo periodo così delicato delle nostre vite».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Bonus psicologo: oltre 340mila richieste, ma i fondi ci sono solo per 1 su 10
Boom di richieste per il bonus psicologo, ma solo il 12 per cento riuscirà a ottenerlo. Le risorse disponibili sono infatti insufficienti
Fedez e gli audio delle sedute, per Iacobelli (psicoterapeuta) si svaluta il terapeuta
La psicoterapeuta Eleonora Iacobelli spiega le possibili implicazioni della scelta di Fedez di pubblicare sui social gli audio delle sedute con lo psicologo
Lavorare per vivere o vivere per lavorare? Cos’è la Great resignation
Campanini (psicologo del lavoro): «Che per valorizzarsi non sia necessario dedicare l’intera vita al lavoro è una convinzione sempre più diffusa, soprattutto tra i più giovani. La trasformazione del mondo del lavoro, da stabile a flessibile, era già in corso, ma l’esplosione della pandemia ne ha accelerato l’evoluzione»
La psicologa Galli: «Dopo 2 anni di restrizioni, lo sport ritorni a essere una priorità»
La psicologa clinica Galli invita a ripartire con lo sport o a cominciarne uno nuovo
di Redazione
L’esercizio fisico post-vaccino ne aumenta efficacia contro Covid e influenza, lo studio
Fare attività fisica di intensità da lieve a moderata, subito dopo aver ricevuto un vaccino contro Covid-19 o un vaccino contro l'influenza, aumenta la produzione di anticorpi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 dicembre 2022, sono 646.415.951 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.644.903 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa