Salute 27 Maggio 2020 10:44

Indagine di sieroprevalenza Istat, 7mila italiani già contattati: 3 su 4 non accettano subito

L’appello del presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca: «Il numero è 06.5510, rispondete e sottoponetevi al test per il vostro Paese»

Il 60% degli italiani già chiamati dalla Croce Rossa per partecipare all’indagine di sieroprevalenza Istat ha chiesto di essere richiamato. Stenta a decollare, alla terza giornata, l’iniziativa gratuita del Ministero della Salute per mappare la situazione epidemiologica del Paese. I primi 7mila contattati (su 150mila coinvolti) mostrano una bassa percentuale di consensi immediati, anche se i dati stanno migliorando.

Oscilla tra il 20% e il 25% la percentuale di chi ha subito preso appuntamento con il laboratorio di riferimento con l’aiuto dei volontari della Croce Rossa Italiana, tra il 15% e il 18% chi invece ha rifiutato di sottoporsi al test sierologico. I restanti hanno chiesto maggiori informazioni o tempo per pensare. Molti non si sono fidati della procedura o hanno pensato a una truffa, ha riferito il presidente di Cri, Francesco Rocca.

LEGGI ANCHE: INDAGINE SIEROPREVALENZA, SPERANZA ALLA CROCE ROSSA: «CONOSCERE EPIDEMIA È IMPORTANTE PER AFFRONTARLA E VINCERLA»

«Mi aspettavo una certa resistenza e che le persone volessero sapere di più prima di fare il test sierologico – ha aggiunto – ma siamo molto ottimisti. Il nostro è un test approfondito con il prelievo venoso e non con il cosiddetto pungidito». Le chiamate arrivano dallo 06.5510 e da oggi si procederà anche a chiamare su cellulare. «Non è uno stalker – ha insistito Rocca – non è una truffa telefonica, ma è un servizio che potete rendere al vostro Paese».

È importante che le persone selezionate dall’Istat in prima istanza accettino nel numero più alto possibile di fare il test, così da rendere l’indagine uno strumento importante per la ricerca e per la gestione dell’emergenza Covid-19 in Italia. La selezione ha identificato un campione ben bilanciato per età, sesso, condizioni socio-economiche e stato di salute, includendo persone che sono state a contatto con il virus e non.

Il tutto è gestito in maniera anonima e tutelando la privacy del singolo, ha ricordato Rocca e il test viene effettuato anche a domicilio per persone con difficoltà. Chi risulterà positivo verrà poi sottoposto a tampone dalla propria regione di appartenenza. Se non ci saranno ritardi le analisi dovrebbero essere pronte nelle prossime tre settimane.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

 

Articoli correlati
Danni da vaccinazione anti-Covid, novità in materia di indennizzo
La vaccinazione è un trattamento sanitario (art. 32 Cost.) che, secondo la Corte Costituzionale, ha una duplice finalità: “individuale” in quanto mira a proteggere la persona che si sottopone alla vaccinazione e “collettiva” poiché mira a proteggere gli altri dal rischio di diffusione del contagio
Alla Croce Rossa Italiana il “DEKRA Road Safety Award 2022” per la sicurezza stradale
È stato assegnato alla Croce Rossa Italiana nella figura del Presidente, avvocato Francesco Rocca e Presidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa il Premio Internazionale “DEKRA Road Safety Award 2022” giunto alla sua quinta edizione. Il riconoscimento è stato conferito alla Croce Rossa Italiana per essersi distinta nella sicurezza stradale grazie al servizio di ambulanze, di primo soccorso e di formazione, con il fine di sensibilizzare la popolazione, anche attraverso l’ausilio di […]
Congresso AME. Dall’obesità all’osteoporosi: ecco tutti i trattamenti innovativi
È stato inaugurato a Roma il 21esimo Congresso AME “Update in Endocrinologia Clinica”. Grimaldi (AME): «Oltre mille esperti si confronteranno, finalmente in presenza dopo oltre due anni di pandemia, sulle nuove evidenze scientifiche e le terapie di ultima generazione». Non solo salute, ma anche Sanità: dalla riorganizzazione dell’assistenza sanitaria ospedaliera e territoriale, passando per il ruolo dell’endocrinologo, fino ai pregi e difetti dei servizi ospedalieri e territoriali
Creato ceppo Covid letale all’80% nei topi, la condanna della scienza
Un gruppo di ricercatori americani ha creato un nuovo ceppo Covid mortale all'80% nei topi. La comunità scientifica sostiene che si sta «giocando con il fuoco»
Covid, ricoveri crescono del 37%. Migliore (Fiaso): «Andiamo verso endemizzazione»
Incremento nei reparti ordinari, in terapia intensiva situazione stabile: «Anziani e fragili rimangono soggetti a rischio e sono proprio loro ad avere complicazioni»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni