Salute 19 Marzo 2021 10:33

Il colesterolo alto è nemico del cuore. Mor: «Non esiste un valore al di sotto del quale il rischio cardiovascolare si azzera»

«L’ipercolesterolemia è stata promossa da fattore di rischio a causa dell’aterosclerosi – spiega la dottoressa Donata Mor – gli studi dimostrano che alla riduzione del colesterolo si genera una riduzione delle malattie cardiovascolari»

I fattori di rischio cardiovascolare promuovono l‘aterosclerosi e determinano l’insorgenza delle malattie cardiovascolari come infarto e ictus e sono molteplici. Possono essere non modificabili come il sesso, l’età e la predisposizione familiare o modificabili come il fumo, l’alimentazione scorretta, l’obesità, la sedentarietà.

Qual è il ruolo dell’ipercolesterolemia? «Il colesterolo e la sua relazione con le malattie cardiovascolari sono indiscutibili – precisa Donata Mor, Responsabile degenze cardiologia Fondazione Poliambulanza di Brescia -. Recentemente l’ipercolesterolemia è stata promossa da fattore di rischio a causa dell’aterosclerosi – prosegue – gli studi sul trattamento dell’ipercolesterolemia familiare e da malattia cardiovascolare in prevenzione primaria e secondaria hanno dimostrato sicurezza ed efficacia nel trattamento farmacologico. E, soprattutto, che alla riduzione del colesterolo si produce una riduzione delle malattie cardiovascolari».

È importante sottolineare che «non esiste un valore di colesterolo al di sotto del quale il rischio cardiovascolare si azzera – aggiunge la dottoressa -. Per questo, periodicamente, le società internazionali identificano nuovi criteri di valori di colesterolo da raggiungere per proteggere i pazienti dalla malattia aterosclerotica.  Le ultime linee guida del 2019 hanno definito che i pazienti che questi pazienti ad alto rischio debbano avere un colesterolo LDL, quello cattivo, al di sotto di 55 mg/dl» conclude.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Salvare i nonni colpiti dall’Ictus si può con Fast Heroes
Al via nelle scuole primarie milanesi, in collaborazione con l’’associazione A.L.I.Ce, il progetto che insegna ai bambini delle scuole primarie a riconoscere i sintomi e ad attivare il numero di emergenza
di Federica Bosco
Entro il 2050 il 75% della popolazione mondiale si trasferirà nei centri urbani. Ma in città ci si ammala di più
Lenzi (Health City Institute): «Riscrivere medicina, clinica e patologia mediche pensando alla città come luogo principale di residenza. Prevenzione cardiovascolare fondamentale per ridurre del 25% la mortalità prematura per malattie non trasmissibili, come raccomandato dall’Italian Urban Health Declaration ai Governi dei Paesi del G20»
di Isabella Faggiano
Congresso mondiale neurologia, 3 miliardi di persone vivono con cefalea e 50 milioni con demenza ed epilessia
Alla conferenza stampa di presentazione del Congresso Sin italiano si è parlato dell’impatto della pandemia sul sistema neurologico, delle ultime novità terapeutiche per ictus e Alzheimer e di malattie rare
Colesterolo, Maresca: «Sì alla terapia di associazione per raggiungere target terapeutici»
«Riduce gli effetti collaterali e aumenta l’effetto ipocolesterolemizzante rispetto alla monoterapia. È la risposta più corretta dal punto di vista farmacologico utilizzando meccanismi d’azione diversi e complementari»
Scoperto mix di polifenoli che riduce il rischio di ictus ischemico
Uno studio internazionale, sostenuto da SIRT500, ha individuato il giusto mix di polifenoli in grado di attivare le sirtuine, proteine che contribuiscono a prevenire e ridurre i danni da ictus ischemico. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nutrients
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 19 ottobre, sono 241.574.393 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.913.555 i decessi. Ad oggi, oltre 6,67 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?