Salute 10 Ottobre 2019

Giornata mondiale vista. “Guarda che è importante!”, lo slogan di IAPB Italia per tutelare la salute visiva

Oggi 10 ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Vista promossa dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità IAPB Italia Onlus, in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (SOI). Stamattina al convegno “Inquinamento ambientale e salute visiva”, nella Sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si è parlato di come mantenere il benessere dei nostri occhi

Prendersi cura della vista, a tutte le età, come si fa con tutto il resto. È questo il messaggio lanciato dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità IAPB Italia Onlus e dalla Società Oftalmologica Italiana (SOI) che, in occasione della Giornata mondiale della vista, ha messo a disposizione 30.000 visite gratuite per chi non ha mai fatto un controllo dall’oculista.

«Abbiamo promosso la Giornata mondiale della vista nel mondo e abbiamo organizzato diverse iniziative in 80 città italiane – ha spiegato l’avvocato Giuseppe Castronovo, Presidente di IAPB Italia Onlus ai nostri microfoni a margine dell’incontro “L’inquinamento ambientale e gli effetti sulla salute generale ed oculare” – dalla distribuzione di materiale informativo, allo svolgimento di incontri con gli specialisti fino ai controlli oculistici gratuiti. Tutto questo – ha proseguito l’avvocato – per informare la popolazione su come proteggere la salute visiva. Aristotele, a ragione, considerava la vista come il senso più amato dall’uomo; lo dico anch’io, ipovedente dall’età di nove anni a causa della guerra».

L’incontro di oggi è stato un’occasione di confronto tra rappresentanti del Ministero della Salute, esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ricercatori dell’Istituto Superiore della Sanità e molti autorevoli oculisti e specialisti della medicina del lavoro delle università italiane per contribuire alla prevenzione delle patologie oculari che, complessivamente, provocano 217 milioni di persone ipovedenti nel mondo. Si tratta di malattie che possono essere prevenute nell’80% dei casi e la cui incidenza, purtroppo, è destinata ad aumentare con l’invecchiamento della popolazione. Nel corso della conferenza, si è parlato di come proteggere i nostri occhi evitando comportamenti dannosi: lavorare in luoghi chiusi utilizzando un’illuminazione non appropriata, guardare da vicino gli schermi di pc, smartphone e tablet per molte ore al giorno immersi nella luce blu, senza osservare semplici norme di “igiene oculare”.

Mantenere la nostra vista “in salute”, quindi, dipende da noi: «Bambini e adulti devono recarsi dall’oculista con regolarità, ogni due anni dai 40 ai 60 anni e una volta ogni anno dopo i 60 anni – ha raccomandato il presidente Castronovo -. Con l’allungamento della vista ci sono situazioni oculari difficili: più di un milione di persone, ad esempio, soffre di retinopatia diabetica. È importante rivolgersi ai professionisti sanitari, in un’ottica di prevenzione generale della salute della persona» ha concluso il presidente.

Articoli correlati
Coronavirus, il ministero della Salute: «Al via bando per la ricerca su Covid-19»
«Ciascun progetto selezionato potrà ricevere fino ad un milione di euro, dei 7 milioni complessivamente stanziati» spiega il ministero. Speranza: «Priorità alle proposte in grado di evidenziare, già nella presentazione dei dati preliminari, l’applicabilità dei risultati ai processi di cura»
Cisl Medici Lazio, Cifaldi: «Sospendere visite ambulatoriali specialistiche non urgenti»
«Allo scopo di limitare il rischio di possibile contagio tra paziente ed operatori sanitari e personale amministrativo di front office, la Cisl Medici Lazio chiede all’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, dottor Alessio D’Amato, di valutare la possibilità di sospendere temporaneamente le prestazioni ambulatoriali specialistiche ritenute non urgenti sia a livello ospedaliero che territoriale». Così […]
Rete 5G, lo stop delle Marche fa discutere. Il promotore rilancia: «Valga principio di precauzione. Ora cambiare legge sulle antenne»
Sandro Bisonni, consigliere regionale dei Verdi, è il promotore della mozione che impegna la Giunta ad applicare il ‘principio di precauzione’. «L’Unione europea consiglia valori cautelativi ancora più bassi di quelli esistenti in Italia. Sarebbe sbagliato alzarli per favorire il 5G» spiega il consigliere marchigiano. Plauso alla mozione da ISDE – Medici per l’Ambiente
Coronavirus, Aimo: «Presente in sacco congiuntivale anche in assenza di altra sintomatologia»
I medici oculisti di Aimo si rivolgono al ministero Speranza: «Pazienti potenzialmente contagiosi affollano nostri Pronto Soccorso»
Processo Panzironi, Magi (OMCeO Roma): «Ecco perché ho denunciato il ‘guru’ di Life 120. Così tuteliamo medici e salute dei cittadini»
Il Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma Antonio Magi annuncia che si costituirà parte civile nel processo per esercizio abusivo della professione medica nei confronti di Adriano Panzironi: «Altri Ordini ci seguiranno». Poi sottolinea: «Non serve legge che definisca atto medico, definizione è nota». A marzo la prima udienza
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 7 aprile, sono 1.348.628 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 74.834 i decessi e 285.064 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bolletti...
Salute

Visite domiciliari, cure precoci e controllo da remoto: con il ‘modello Piacenza’ il coronavirus si sconfigge casa per casa

L’oncologo Luigi Cavanna, dell’ospedale di Piacenza, racconta: «Se i sintomi sono quelli del Covid, facciamo un’ecografia e diamo gli antivirali e strumenti di controllo. Poi monitoriamo a dist...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...