Salute 3 Ottobre 2018

FIMMG, Scaccabarozzi (Farmindustria): «Restituire ruolo primo piano a MMG, aderenza terapeutica e terapie personalizzate in loro mani»

«Oggi si tende a spostare la cura verso la specialistica, depauperando di fatto il medico di base di un potere fortissimo che è quello della diagnosi clinica», così il presidente di Farmindustria al 75° Congresso nazionale FIMMG

di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone

«Gli anziani saranno una fetta rilevante del futuro del nostro Paese, dunque è indispensabile saper gestire l’active ageing. E chi può farlo meglio del medico di base?». A chiederselo è Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, che, intervenuto al 75° Congresso FIMMG, ha sottolineato l’importanza di mettere il medico di medicina generale al centro, «perché il suo ruolo è indispensabile» nell’economia di un’Italia che cambia, dove aumenta la longevità e diminuisce la mortalità.

«Quarant’anni fa – spiega ai nostri microfoni Scaccabarozzi -, una bambina aveva un’aspettativa di vita di circa 77 anni, oggi arriva a 85 anni. Questo vuol dire che siamo destinati ad un aumento della popolazione attiva ed anziana».

Il ruolo del medico di base è «non solo seguire i pazienti da vicino con una presenza costante, ma soprattutto ‘personalizzare’ le terapie. Ogni paziente è diverso e dunque ogni terapia di cura deve differenziarsi da caso a caso. Noi invecchiando modifichiamo la farmacocinetica e la farmacodinamica dei farmaci, quindi la terapia personalizzata la può fare solo un medico che ha di fronte la persona e fa sì che questa abbia una terapia al momento giusto con il dosaggio giusto».

«Oggi si tende a spostare la cura verso la specialistica, depauperando di fatto il medico di base di un potere fortissimo che è quello della diagnosi clinica. Il medico di base è perfettamente in grado di fare la diagnosi clinica di alcune patologie, per esempio il diabete. Nel diabete come in altre malattie croniche, l’aderenza terapeutica è fondamentale e questa è in grado di garantirla solo il medico di base».

Con una maggiore libertà di azione «il medico di base potrà ridurre i ricoveri in ospedale e migliorare la sostenibilità del sistema sanitario – conclude il presidente -. Ricordiamo che nel nostro futuro c’è un anziano e che, purtroppo, il futuro non è più quello di una volta».

LEGGI ANCHE: ADERENZA TERAPEUTICA, CITTADINANZATTIVA: DAL 30% AL 50% DEI FARMACI NON SONO ASSUNTI IN MODO CORRETTO. IN UE OLTRE 194MILA DECESSI

Articoli correlati
Roma protagonista del rock benefico: la JC Band in concerto per le famiglie fragili e le vittime di disagio, abuso e violenza
La rock band di Janssen Italia si esibirà stasera alle 20:30 presso il Planet Roma, per sostenere il progetto “Avrò cura di te”, dell’Associazione Oltre l’Orizzonte
Depressione, in Italia colpisce 3,5 milioni di persone. Il dossier della Fondazione Onda
Meno del 50% di chi ne soffre riceve diagnosi tempestiva e trattamento corretto. Oltre un anno e mezzo tra comparsa dei primi sintomi e decisione di rivolgersi a un medico, circa due anni prima di ricevere una diagnosi corretta.
Malattie rare, ISS lancia network per ampliare casistica dei pazienti e fornire diagnosi a un numero crescente di persone
Domenica Taruscio, direttore del Centro Nazionale Malattie Rare: «Con un nuovo progetto, sempre in collaborazione con la Rete Nazionale Malattie Rare, in un anno nuove caratterizzazioni di pazienti con malattia rara senza diagnosi insieme agli ospedali del Centro Sud». Scaccabarozzi (Farmindustria): «Le imprese del farmaco vogliono continuare a impegnarsi anche su questo fronte»
Blockchain, Scaccabarozzi (Farmindustria): «Tecnologia utile anche per farmacovigilanza e ricerca staminali»
Il Presidente degli industriali farmaceutici al convegno in Senato promosso dal presidente della Commissione Sanità Pierpaolo Sileri e da realtà come Consulcesi Tech. «È bene che se ne cominci a parlare, anche se siamo in una fase molto iniziale. Bene anche l’uso per la ricerca come quella sulle cellule staminali», sottolinea a Sanità Informazione
Caregiver: ONDA e Farmindustria insieme per sostenere ‘l’esercito silenzioso’. Scaccabarozzi: «Molte sono donne, miglioriamo qualità della loro vita»
«Finalmente politica e istituzioni stanno dedicando attenzione a questa figura che ha un ruolo determinante nel welfare salute. Sono fiduciosa che si troveranno convergenze», così Rossana Boldi, vicepresidente della Commissione Affari Sociali della Camera
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Formazione

«Numero chiuso non sarà abolito, ma dal 2021 il test sarà dopo il primo anno». Parla il relatore della riforma Manuel Tuzi (M5S)

Il deputato Cinque Stelle, medico specializzando, presenterà a breve il testo base della riforma che andrà in discussione a settembre a Montecitorio. Accesso al primo anno comune a diverse facoltà ...