Salute 7 Settembre 2021 16:41

Figliuolo conferma: «Terze dosi a immunodepressi da settembre»

I vaccini per le terze dosi ci sono e si comincia subito con gli immunodepressi: lo ha detto il Generale Figliuolo, celebrando l’80% di prime dosi raggiunto. Intanto dall’EMA la conferma che la decisione è del singolo stato

Figliuolo conferma: «Terze dosi a immunodepressi da settembre»

Terza dose già a settembre per gli immunodepressi, le dosi ci sono. Lo ha assicurato il Commissario straordinario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo durante la visita all’hub vaccinale dello stabilimento Amazon di Passo Corese. Lo ha fatto celebrando un risultato molto importante: l’Italia ha raggiunto l’80% di copertura vaccinale con la prima dose. Il che significa che entro fine settembre 43 milioni e 200mila persone avranno raggiunto la completa copertura.

50-59 anni, mancano all’appello 1milione e 800mila persone

«In questo momento ci sono delle preoccupazioni per quel 1 milione e 800mila persone tra i 50 e i 59 anni ancora non vaccinato e, anche se abbiamo raggiunto l’82% delle prime inoculazioni, questo potrebbe non bastare. Su 9 milioni e 600mila persone abbiamo ancora 1 milione e 800mila che non si vaccina. Il mio appello è verso queste persone», ha aggiunto. Per contro è stata molto grande la risposta nella fascia 19-29 anni, che si trova intorno al 75% di prime inoculazioni nonostante abbia iniziato per ultima le somministrazioni.

Terza dose, chi la avrà da subito

In ogni caso a settembre «si partirà con la terza dose per coloro che vengono definiti immuno-compromessi, quelle persone che hanno bisogno di un aiuto alla risposta per il sistema immunitario. Stiamo calcolando una platea di circa 3 milioni di persone. Poi a seguire, seguendo le indicazioni del Comitato tecnico scientifico, si andrà sulle persone più anziane, sulle Rsa, i sanitari e poi vedremo. Abbiamo a disposizione Pfizer e Moderna».

Cosa ne pensa l’EMA

Sulla terza dose comunque il presidente del Consiglio Mario Draghi aveva detto di attendere il parere dell’Agenzia europea del Farmaco (EMA), che però ha fatto sapere che la palla passa nuovamente ai singoli stati membri. «La decisione su come somministrare le vaccinazioni è prerogativa delle istituzioni che guidano la campagna vaccinale in ogni Stato membro dell’Ue, tenendo conto di fattori come le condizioni epidemiologiche locali, la diffusione del virus, la disponibilità dei vaccini e le capacità del sistema sanitario nazionale» è stato spiegato all’Adnkronos Salute.

In ogni caso è importante fare una distinzione tra richiamo per immunodepressi e per la popolazione generale. Nella nota diffusa ieri l’Ema informava di avere iniziato a valutare una domanda per «l’uso di una dose di richiamo del vaccino Pfizer da somministrare 6 mesi dopo la seconda dose a persone di età pari o superiore a 16 anni», e di stare «separatamente valutando i dati della letteratura sull’uso di una terza dose aggiuntiva di un vaccino a mRna in persone gravemente immunocompromesse». Nel primo caso si tratterebbe di un booster generale per l’immunità, mentre nel secondo caso dovrebbe far parte del percorso di immunizzazione della persona immunodepressa in quanto importante per arrivare a un livello di protezione adeguato.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Terza dose ai sanitari, Anelli: «No a discriminazioni». Brusaferro: «Precedenza a chi è a rischio»
Dall'Istituto superiore di Sanità istruzioni sulla precedenza per la terza dose ai sanitari "a rischio", ma cosa significa? Anelli (FNOMCEO) chiede che a tutti venga riconosciuto l'impegno contro la pandemia, senza distinzioni
Terza dose vaccino anti Covid, AIFA pubblica elenco dei farmaci immunosoppressivi
L’Agenzia Italiana del Farmaco ha pubblicato l’elenco dei principali farmaci immunosoppressivi da considerare per selezionare chi ha bisogno di effettuare la dose addizionale di vaccino anti Covid-19
Terza dose di vaccino, chi deve farla e perché? È sicura? Le risposte dell’Aifa
Da lunedì 20 settembre la somministrazione della terza dose di vaccino è diventata realtà. L’Agenzia italiana del Farmaco risponde alle domande più comuni
USA, terza dose per tutti e frontiere riaperte ai vaccinati
Si potrà tornare a viaggiare negli Stati Uniti, la decisione della Casa Bianca annunciata per tutti i viaggiatori vaccinati e con prova di test negativo entro 72 ore. Intanto si procede sulla terza dose, FDA approva l'uso per over 65
Terza dose da oggi in Italia, ma gli esperti sono divisi: «Dati ancora non chiari»
Per ora la platea interessata è formata da circa 3 milioni di immunocompromessi ma si discute sulla possibilità di estenderla a tutta la popolazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 28 settembre, sono 232.357.690 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.756.701 i decessi. Ad oggi, oltre 6,12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Formazione

Punteggi anonimi per il test di Medicina 2021, a qualcuno non tornano i conti

Si confrontano i punteggi anonimi del test di Medicina 2021 e si fanno le prime previsioni sulla soglia minima per entrare, che oscilla tra due cifre. Intanto in molti lamentano di non aver ricevuto i...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità, Ferruzzi (Cisl): «Pugno di ferro su adeguamento salariale e revisione classificazione personale»

Tavolo tecnico convocato per il 21 settembre 2021. Dopo due incontri estivi si entra nel vivo della trattativa con le controproposte dei sindacati
di Isabella Faggiano