Salute 10 Febbraio 2021 10:39

Falsi vaccini e certificati Covid-negativo contraffatti: le truffe online della seconda ondata

L’avvocato Bana: «Su WeChat falsi vaccini in vendita a 1.500 RMB (300$). Attraverso le mail di phishing si ricevono allegati “trappola” e con lo scam website i criminali si servono di siti web illegali per truffare gli utenti»

di Isabella Faggiano
Falsi vaccini e certificati Covid-negativo contraffatti: le truffe online della seconda ondata

Se navigando in rete vi imbattete in parole come “Sinovac” o “Sinpharm” sarà meglio che controlliate l’affidabilità del sito web prima di procedere a qualsiasi click. «Sinovac e Sinpharm sono i nomi di due vaccini falsi, di provenienza cinese – avverte l’avvocato penalista Antonio Bana – in vendita su WeChat a 1.500 RMB (300$). Prodotti nocivi, non approvati da nessun ente regolatorio del farmaco, né in Italia, né in Europa».

Oltre 1.000 nuovi siti sui vaccini in tre mesi

Ma i nomi di questi due presunti vaccini sono solo la punta di un iceberg in continua espansione: il dark web, la parte oscura della rete. «Dal mese di novembre ad oggi – continua il penalista – sono 1.062 i nomi di nuovi domini registrati che contengono la parola “vaccino”, 400 dei quali includono anche i termini “Covid” o “Corona”. Numeri che – sottolinea Bana – indicano una proliferazione di siti web dedicati all’argomento, molti dei quali non sicuri».

Phishing, scam website e cybersquatting

Comprare i vaccini contraffatti significa mettere a rischio la propria salute  e quella dell’economia del settore farmaceutico. Ma anche fermandosi molto prima, senza procedere necessariamente all’acquisto del falso farmaco, è possibile imbattersi in seri danni: basta cliccare sul link sbagliato per mettere a rischio i propri dati personali, compresi quelli bancari.

«Accanto alle già conosciute truffe perpetrare attraverso le mail di phishing – continua il legale – sta prendendo piede il cosiddetto scam website. Nel primo caso si ricevono allegati “trappola” con file denominati “Download Covid 19” o “New Approved Vaccines”, con tanto di logo perfettamente contraffatto, sulla casella della propria posta elettronica. Attraverso lo scam website, invece, i criminali si servono di siti web illegali per truffare gli utenti, utilizzando ad esempio falsi avvisi di sicurezza, omaggi e altri formati ingannevoli che diano un’impressione di legittimità. A completare l’opera c’è il cybersquatting, utilizzato dagli impostori per appropriarsi di nomi di dominio corrispondenti a marchi commerciali, compresi quelli di case farmaceutiche note ed affidabili, o a nomi di personaggi famosi».

Certificati Covid-negativo contraffatti

Oltre ai falsi vaccini, le forze dell’ordine hanno sgominato anche attività di produzione di certificati contraffatti che attestano la negatività al test per il Covid-19. «Già da diversi mesi l’Europol è sulle tracce di criminali che, stando a quanto accertato finora, agirebbero tra l’aeroporto di Luton in Inghilterra, la Francia e la Spagna, vendendo i test negativi falsificati ad un minino di 40 euro», racconta Bana. I certificati contraffatti, acquistati e spediti online, vengono poi presentati ai controlli aeroportuali, evitando così ai “furbi” passeggeri di sottoporsi ad ulteriori controlli, scampando anche il rischio di un’eventuale quarantena.

Nel Belpaese il traffico di farmaci illeciti

In Italia la più recente operazione dei Carabinieri, invece, riguarda il mercato dei farmaci contraffatti. «I Nas hanno sequestrato, nella chinatown milanese, più di 64 mila capsule, medicinali utilizzati in Cina per trattare l’influenza e testati, in abbinamento ad altre terapie, anche per il Covid-19. Ma – sottolinea l’avvocato – la loro vendita nel nostro Paese è del tutto illegale, non avendo ricevuto l’approvazione dell’Aifa».

Intanto il lavoro dell’Europol e dei Nas continua. «Anche in Italia c’è massima allerta: non è escluso che possano arrivare i primi carichi di vaccini contraffatti – dice Bana -. Per questo è necessario intensificare i controlli doganali e aeroportuali. Il fenomeno della contraffazione farmaceutica è insidioso e pericoloso: può creare gravi danni alle aziende ed all’economia e, soprattutto – conclude il penalista -, rischia di minare la salute pubblica,  già fortemente provata dalla pandemia».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Dagli igienisti della SItI una Guida alle buone pratiche vaccinali
La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) ha presentato il documento "Guida alle buone pratiche vaccinali", con l'obiettivo di promuovere e garantire servizi vaccinali di eccellenza in tutto il territorio nazionale
di V.A.
Il Nobel per la Medicina ai «genitori» dei vaccini a mRNA contro il Covid e non solo
Drew Weissman, 64 anni, e Katalin Karikò, 68 anni, sono i due nuovi vincitori del Nobel per la Medicina 2023. I due scienziati hanno sviluppato la tecnologia che ha permesso, nel giro di pochissimi mesi, di sviluppare i vaccini anti-Covid a mRNA, che hanno salvato milioni di vite umane nel mondo
Covid: alta adesione degli over 60 ai vaccini ridurrebbe fino al 32% i ricoveri, le raccomandazioni nel Calendario per la Vita
Il board del Calendario per la Vita, costituito da diverse società scientifiche, ha redatto delle raccomandazioni per la campagna di vaccinazione anti-Covid per l’autunno-inverno 2023
di V.A.
Covid: pericolo scampato? Non per i pazienti fragili: l’appello di AIP OdV
Le infezioni da Sars-CoV-2, così come le altre malattie virali, rimangono un elemento di allerta. In Italia, infatti, si contano ancora circa 30 morti al giorno per infezioni Sars-CoV-2, molti dei quali fanno parte dei cosiddetti «pazienti fragili» (sono 1 su 5 in Italia)
I vaccini anti-Covid hanno salvato oltre 1 milione di vite in Europa
I vaccini contro Covid-19 hanno salvato almeno 1.004.927 vite in Europa, tra dicembre 2020 e marzo 2023. Lo ha stimato una nuova ricerca presentata al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive (ECCMID) in corso a Copenaghen, in Danimarca. La stragrande maggioranza delle vite salvate, il 96%, erano individui di 60 anni d'età o più
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...