Salute 10 Febbraio 2021 10:39

Falsi vaccini e certificati Covid-negativo contraffatti: le truffe online della seconda ondata

L’avvocato Bana: «Su WeChat falsi vaccini in vendita a 1.500 RMB (300$). Attraverso le mail di phishing si ricevono allegati “trappola” e con lo scam website i criminali si servono di siti web illegali per truffare gli utenti»

di Isabella Faggiano
Falsi vaccini e certificati Covid-negativo contraffatti: le truffe online della seconda ondata

Se navigando in rete vi imbattete in parole come “Sinovac” o “Sinpharm” sarà meglio che controlliate l’affidabilità del sito web prima di procedere a qualsiasi click. «Sinovac e Sinpharm sono i nomi di due vaccini falsi, di provenienza cinese – avverte l’avvocato penalista Antonio Bana – in vendita su WeChat a 1.500 RMB (300$). Prodotti nocivi, non approvati da nessun ente regolatorio del farmaco, né in Italia, né in Europa».

Oltre 1.000 nuovi siti sui vaccini in tre mesi

Ma i nomi di questi due presunti vaccini sono solo la punta di un iceberg in continua espansione: il dark web, la parte oscura della rete. «Dal mese di novembre ad oggi – continua il penalista – sono 1.062 i nomi di nuovi domini registrati che contengono la parola “vaccino”, 400 dei quali includono anche i termini “Covid” o “Corona”. Numeri che – sottolinea Bana – indicano una proliferazione di siti web dedicati all’argomento, molti dei quali non sicuri».

Phishing, scam website e cybersquatting

Comprare i vaccini contraffatti significa mettere a rischio la propria salute  e quella dell’economia del settore farmaceutico. Ma anche fermandosi molto prima, senza procedere necessariamente all’acquisto del falso farmaco, è possibile imbattersi in seri danni: basta cliccare sul link sbagliato per mettere a rischio i propri dati personali, compresi quelli bancari.

«Accanto alle già conosciute truffe perpetrare attraverso le mail di phishing – continua il legale – sta prendendo piede il cosiddetto scam website. Nel primo caso si ricevono allegati “trappola” con file denominati “Download Covid 19” o “New Approved Vaccines”, con tanto di logo perfettamente contraffatto, sulla casella della propria posta elettronica. Attraverso lo scam website, invece, i criminali si servono di siti web illegali per truffare gli utenti, utilizzando ad esempio falsi avvisi di sicurezza, omaggi e altri formati ingannevoli che diano un’impressione di legittimità. A completare l’opera c’è il cybersquatting, utilizzato dagli impostori per appropriarsi di nomi di dominio corrispondenti a marchi commerciali, compresi quelli di case farmaceutiche note ed affidabili, o a nomi di personaggi famosi».

Certificati Covid-negativo contraffatti

Oltre ai falsi vaccini, le forze dell’ordine hanno sgominato anche attività di produzione di certificati contraffatti che attestano la negatività al test per il Covid-19. «Già da diversi mesi l’Europol è sulle tracce di criminali che, stando a quanto accertato finora, agirebbero tra l’aeroporto di Luton in Inghilterra, la Francia e la Spagna, vendendo i test negativi falsificati ad un minino di 40 euro», racconta Bana. I certificati contraffatti, acquistati e spediti online, vengono poi presentati ai controlli aeroportuali, evitando così ai “furbi” passeggeri di sottoporsi ad ulteriori controlli, scampando anche il rischio di un’eventuale quarantena.

Nel Belpaese il traffico di farmaci illeciti

In Italia la più recente operazione dei Carabinieri, invece, riguarda il mercato dei farmaci contraffatti. «I Nas hanno sequestrato, nella chinatown milanese, più di 64 mila capsule, medicinali utilizzati in Cina per trattare l’influenza e testati, in abbinamento ad altre terapie, anche per il Covid-19. Ma – sottolinea l’avvocato – la loro vendita nel nostro Paese è del tutto illegale, non avendo ricevuto l’approvazione dell’Aifa».

Intanto il lavoro dell’Europol e dei Nas continua. «Anche in Italia c’è massima allerta: non è escluso che possano arrivare i primi carichi di vaccini contraffatti – dice Bana -. Per questo è necessario intensificare i controlli doganali e aeroportuali. Il fenomeno della contraffazione farmaceutica è insidioso e pericoloso: può creare gravi danni alle aziende ed all’economia e, soprattutto – conclude il penalista -, rischia di minare la salute pubblica,  già fortemente provata dalla pandemia».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Non solo Covid. Guido Rasi invita a recuperare le vaccinazioni “in sospeso”
Nel nuovo ebook del direttore Consulcesi, non solo un dettagliato elenco delle vaccinazioni oggi disponibili, ma anche consigli utili agli operatori sanitari per convincere quel 15% della popolazione italiana “esitante”
Covid, si inverte la curva dei contagi: +11,3% di casi negli ultimi 7 giorni
Continua la discesa di ricoveri e decessi. Il nuovo monitoraggio GIMBE relativo alla settimana 14-20 settembre
Il Calendario dei vaccini per la vita, a Firenze l’evento Simedet: «Sviluppare programmi di formazione ed informazione»
L'evento il 27 settembre a Firenze, a cura dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi e della Simedet, Società italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica
Via alle prenotazioni per i vaccini aggiornati, ora cosa bisogna fare?
I nuovi vaccini si possono prenotare sui siti regionali già utilizzati per le dosi precedenti. Priorità alle persone over 60, fragili e operatori sanitari
In Italia via libera ai vaccini «aggiornati», che fine faranno i «vecchi»?
L'Aifa ha approvato i due vaccini aggiornati sulla variante Omicron 1. Ma l'Italia ha ancora oltre 2 milioni di dosi di vaccini «vecchi» da utilizzare
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 23 settembre 2022, sono 614.093.002 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.533.948 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi