Salute 20 Aprile 2020

“Eroi davvero”, l’inno del musicista Fabio Gangi per ringraziare i volontari della Croce Rossa

«Un brano a cui hanno preso parte diversi artisti per celebrare il lavoro quotidiano dei volontari della Croce Rossa che offrono sostegno psicologico, consegna della spesa e soccorso ai malati»

di Federica Bosco

Vigevano, 60mila abitanti e oltre 350 contagi, è stato tra i centri più colpiti del pavese dal Coronavirus. E mentre il numero delle vittime ogni giorno cresceva, la città piegata, ma non sconfitta, si è stretta intorno alla Croce Rossa che ha messo in campo una squadra di volontari a cui Fabio Gangi, musicista e cantante vigevanese, storico collaboratore di Ron, ha dedicato un brano: “Eroi davvero”.

«L’idea è nata spontaneamente guardando ed ascoltando ciò che succedeva in giro tra social, televisione, giornali e amici che, essendo di Vigevano, hanno partecipato da subito a questa gara di solidarietà – spiega Fabio raggiunto via Skype –. Nel momento in cui è scoppiata la pandemia, la città si è stretta intorno agli operatori sanitari, ai medici e ai volontari. Con la Croce Rossa ho sempre avuto un ottimo rapporto e più che mai quando si è mossa per potenziare il soccorso ai più fragili con l’attivazione di decine di volontari temporanei».

LEGGI ANCHE: CREMONA, IL VIDEO DELLA VIOLINISTA CHE SUONA “THE MISSION” SUL TETTO DELL’OSPEDALE

Sono state oltre 160 le adesioni in pochi giorni, uomini, donne e ragazzi che si sono messi a disposizione con varie mansioni, dal sostegno psicologico con uno sportello telefonico alla consegna della spesa, fino al soccorso ai malati, ognuno con le proprie peculiarità. E loro, i musicisti, hanno fatto di più: hanno messo in musica le emozioni, le paure e la solidarietà di tanti volti che, nascosti dietro una mascherina, ogni giorno vanno in soccorso di chi ha bisogno. «L’unico modo che avevamo noi che facciamo musica era scrivere per dare il nostro sostegno – prosegue Fabio – a questi eroi, che si sono allontanati dai propri cari per andare ad aiutare persone che non conoscono. Semplicemente il fatto che queste persone si mettono a disposizione ogni giorno e ogni ora, notte e giorno, rischiando la propria salute, è motivo di grande orgoglio per loro, di emozione e di profonda gratitudine da parte mia, perché non sono soli e per me sono degli eroi».

«Abbiamo capito di avere una grande responsabilità – recita Stefano Chiodaroli, voce narrante del brano -. Che fare? C’è Croce Rossa che da 150 anni è una instancabile macchina di umanità e solidarietà. Ci sono tantissime persone ovunque: operatori sanitari, volontari  professionisti, uniti in questo istante di gentilezza tatuato nel cuore. Insieme vogliamo soccorrere, insieme per essere un faro che porti speranza nel domani per tornare ad abbracciarci, eroi davvero. Tutti».

«Volevo ringraziare con il cuore tutti coloro che mi hanno aiutato a scrivere questo brano – conclude Gangi –: la mia compagna Laura Sini con cui ho scritto e arrangiato il brano e che suona la chitarra e fa i cori, Carlo Bonnici che mi ha dato la possibilità di interfacciarmi con la Croce Rossa, Luca Vittori che è un fonico di fama internazionale e che ha mixato i vari suoni, e infine un grande amico, Gigi Blasi di Vigevano con il quale mi sono confrontato per scrivere il testo. Lui ha tradotto quello che io volevo cantare con delle parole meravigliose. Scaricate il brano dalla pagina della Croce Rossa di Vigevano, ascoltatela, e state vicino a questi eroi, perché loro sono vicino a noi».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 20 ottobre, sono 40.403.537 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.118.293 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 19 ottobre: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 423.578 (9.338 in più rispetto a ieri). 98.826 i […]
I sindaci potranno chiudere le zone della movida: tutte le nuove misure del Dpcm
Sindaci contro la "movida", Superiori a scuola dopo le 9 e locali senza tavoli chiusi alle 18. Per gli operatori sanitari obbligo a registrare il codice Immuni delle persone contagiate nel sistema centrale
Covid, a Roma il Cristo Re installa termocamere “intelligenti”: misurano temperatura e allarmano se aria è da cambiare
Il Gruppo Giomi le ha attivate nelle proprie strutture: Ospedale Cristo Re , Villa Betania a Roma e Ospedale ICOT di Latina. Il software installato nelle termocamere è di ultimissima generazione in grado di individuare in un’immagine solo le persone da controllare e non un altro oggetto presente sulla scena come per esempio un termosifone caldo
«Pochi o nessun beneficio dagli antivirali sperimentati su pazienti Covid ricoverati». I primi risultati del trial OMS
I risultati intermedi del big-trial Solidarity su Remdesivir, Idrossiclorochina, Lopinavir, Ritonavir e Interferone-B1A
di Peter D'Angelo
Covid-19, Edcd stila le mappe della pandemia: in Italia solo una regione è ancora “verde”
Le proiezioni aggiornate ogni settimana del procedere della seconda ondata. L'Italia e la Germania sono ancora le meno colpite in Europa. Intanto la Gran Bretagna ha imposto la quarantena a chi arriva dall'Italia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 20 ottobre, sono 40.403.537 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.118.293 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 19 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...