Salute 19 Maggio 2020 05:00

“Donne e Covid-19”: Onda premia le professioniste impegnate in prima linea nell’emergenza

Il riconoscimento speciale è per le donne che si sono particolarmente distinte nello svolgimento del loro prezioso lavoro durante l’emergenza sanitaria. Gli ospedali, con i Bollini Rosa e non, potranno proporre la candidatura delle figure sanitarie prescelte entro il 31 luglio 2020 tramite il sito www.bollinirosa.it.

“Donne e Covid-19”: Onda premia le professioniste impegnate in prima linea nell’emergenza

«L’emergenza nazionale che ha coinvolto il nostro Paese – comunica Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere in una nota – ha messo a dura prova gli ospedali, ciononostante il personale sanitario è rimasto in prima linea svolgendo il suo prezioso lavoro di assistenza e cura del paziente. Per celebrare le donne impegnate in prima linea nella gestione dell’epidemia di Sars-Cov2, Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, ha istituito il premio “Donne e Covid-19”».

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, FNOPO: «GRAZIE A TUTTE LE OSTETRICHE CHE GARANTISCONO ASSISTENZA ALLE DONNE IN GRAVIDANZA»

«Il riconoscimento – spiega Onda – verrà assegnato da un comitato composto da medici e da esperti di settore: Prof. Giorgio Fiorentini (Presidente), Dott.ssa Eva Negri, Dott.ssa Maria Antonietta Nosenzo, Dott.ssa Stefania Pace, Dott.ssa Elisabetta Soglio e Dott.ssa Antonella Vezzani, sulla base delle segnalazioni ricevute dagli ospedali di donne, tra cui medici, infermiere, ostetriche, tecnici di laboratorio e psicologhe, che hanno avuto un ruolo determinante, in relazione all’epidemia, nella propria struttura sanitaria. L’iniziativa è aperta agli ospedali con i Bollini Rosa, riconoscimento che Fondazione Onda attribuisce agli ospedali vicini alle donne e anche alle altre strutture ospedaliere a livello nazionale interessate».

LEGGI ANCHE: INTERRUZIONE GRAVIDANZA, VIORA (AOGOI): «PIÙ RICORSO ALL’ABORTO FARMACOLOGICO PER AIUTARE LE DONNE E DECONGESTIONARE GLI OSPEDALI»

«Il premio ‘Donne e Covid-19’ è un’opportunità per ringraziare tutte le donne che hanno avuto un ruolo chiave nella gestione di questa vera e propria emergenza sanitaria distinguendosi per il loro essenziale contributo – afferma Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda -. Per valorizzare ulteriormente questo riconoscimento abbiamo deciso che la cerimonia di premiazione avverrà in occasione del IV Congresso nazionale di Fondazione Onda intitolato ‘L’aderenza diagnostica e terapeutica nell’era del Covid-19. Come promuoverla in funzione del genere e dell’età’, che si terrà il 29 e 30 settembre a Milano in modalità sia residenziale che virtuale. La pandemia del Covid-19 ha generato una condizione di profonda trasformazione della sanità che stiamo tutti vivendo, che ha spostato in secondo piano l’attenzione verso molte malattie. Di conseguenza – prosegue – il tema di quest’anno del Congresso nazionale, incentrato sull’aderenza terapeutica, con particolare attenzione al contributo dell’innovazione tecnologica nell’ambito delle patologie che più si connotano per differenze di genere, è di estrema attualità. Un approccio orientato al genere anche nelle cure rappresenta un elemento cruciale ai fini dell’appropriatezza terapeutica, dell’efficacia e della sicurezza e dunque dell’aderenza. Del resto, significative differenze di genere si sono osservate anche nell’infezione da Covid-19».

Gli ospedali che desiderano segnalare una candidata (o un gruppo di massimo tre donne) a cui dedicare questo riconoscimento, potranno farlo entro il 31 luglio 2020 tramite il sito www.bollinirosa.it.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Report Cabina di regia: «Rt a 0,85. Età contagiati cala per effetto delle vaccinazioni»
Brusaferro (ISS): «Decrescita in quasi tutte le Regioni. In altri Paesi Ue curva in salita». Rezza (Min. Salute): «Incidenza cala molto lentamente»
Riaperture, la road map del Governo: dal 26 aprile tornano le zone gialle. Priorità a scuole e attività all’aperto
La conferenza stampa di Draghi e Speranza: «Ci assumiamo rischio ragionato. Se misure verranno rispettate possibilità di tornare indietro sarà bassissima»
È più rischioso prendere un aereo o fare il vaccino? La risposta è nel Micromort
Il Micromort è un’unità di rischio che indica una probabilità di morte su un milione e viene utilizzato per calcolare il rischio di morte per ogni attività quotidiana. Come applicarlo al caso J&J?
«Io, paziente Covid affetto da obesità, avrei rischiato la vita senza gli anticorpi monoclonali»
La storia di Fulvio D.A., soggetto ad altissimo rischio rimasto paucisintomatico: «Quell’ora di trattamento ha cambiato il mio destino»
Al Sant’Andrea il trapianto di trachea dei record su un ex paziente Covid
L’organo risulta spesso danneggiato sia per effetti del virus che della ventilazione artificiale. A oltre un mese dall’operazione il paziente sta bene ed è già tornato in bicicletta
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 aprile, sono 139.109.041 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.986.608 i decessi. Ad oggi, oltre 840,94 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...