Salute 28 Gennaio 2022 10:47

Diabete tipo 2, MMG potranno prescrivere i farmaci. FederAnziani: «Plauso ad Aifa»

Messina: «FederAnziani si è spesa per questo cambiamento nell’ottica della ragionevolezza, dell’efficienza e dell’attenzione ai bisogni»

Diabete tipo 2, MMG potranno prescrivere i farmaci. FederAnziani: «Plauso ad Aifa»

«Finalmente alcuni importanti farmaci per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 (inibitori del SGLT2, agonisti recettoriali del GLP1 e inibitori del DPP4) potranno essere prescritti direttamente dai medici di MMG, oltre che da tutti gli specialisti del SSN. È una notizia importante che faciliterà la vita di molti pazienti, un passaggio atteso, per il quale da tempo la nostra organizzazione si è spesa, sollecitando in ogni modo questo cambiamento». Sono le parole del Presidente Senior Italia FederAnziani Roberto Messina che aggiunge: «Con il massimo plauso apprendiamo la notizia e ringraziamo a nome dei pazienti senior l’Aifa per aver accolto la nostra richiesta».

Ruolo primario per la medicina generale nella gestione integrata del diabete

«La nostra organizzazione aveva sottolineato più volte l’importanza di consentire la facoltà prescrittiva di questi farmaci sia ai MMG che agli specialisti del territorio, nell’ottica di ripensare la presa in carico dei pazienti cronici. Consentendo, alla Medicina Generale di acquisire un ruolo primario nella gestione integrata del diabete – prosegue Messina -. Una misura necessaria ad arginare un numero irragionevole di piani terapeutici che generano visite specialistiche finalizzate esclusivamente al rinnovo del piano, con pesanti ricadute sulla vita dei pazienti, in particolar modo degli anziani e dei più fragili, costretti a spostarsi per effettuare le visite o addirittura a fare ricorso al privato per aggirare le lunghe liste d’attesa del SSN».

«Miglioramento in termini di ragionevolezza ed efficienza del sistema»

«La possibilità per tutti i medici del nostro SSN di prescrivere questi farmaci – continua Messina – che hanno ampiamente dimostrato la loro efficacia e sicurezza, è quindi un miglioramento in termini di ragionevolezza, efficienza del sistema e attenzione ai bisogni dei pazienti, che consentirà di dedicare il prezioso tempo degli specialisti alla gestione dei casi più critici e complessi, restituendo ai MMG un ruolo pienamente coerente con la loro competenza trattandosi di farmaci che sono perfettamente in grado di gestire».

Al centro i bisogni di salute e la qualità di vita del paziente

«La maggior parte degli over 65 è portatrice di diverse patologie croniche, per la cui gestione efficace servono risorse dedicate e un’organizzazione che migliori l’aderenza alla terapia, semplificandola e rafforzando il rapporto tra medico e paziente – conclude Messina -. Plauso quindi alla direzione in cui va questo provvedimento, ovvero quella di rafforzare la medicina del territorio e mettere realmente al centro i bisogni di salute e la qualità della vita del paziente».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Per la Medicina Generale 900 borse in più. Anelli (Fnomceo): «Aiuta a svuotare imbuto formativo»
«Esprimiamo la nostra soddisfazione – commenta Filippo Anelli – per questo intervento. Dimostra un’attenzione da parte del Governo alle cure primarie e alla figura del Medico di Medicina Generale»
Invecchiamento attivo, FederAnziani: «È la sfida del nostro tempo. Urge politica che lo promuova sul territorio nazionale»
Secondo FederAnziani ancora manca una linea di sviluppo che renda l’invecchiamento attivo un obiettivo strategico
Aderenza alla terapia, FederAnziani: «4 anziani su 10 non assumono regolarmente i farmaci prescritti»
1 anziano su 3 ammette di dimenticarne spesso l’assunzione. I dati diffusi alla vigilia della Giornata Nazionale per l’Aderenza alle Terapie. Selvi: «Aderenza è battaglia che non si può perdere: promuovere strumenti e interventi per migliorarla»
Ricetta dematerializzata, FederAnziani: «No al promemoria cartaceo, sarebbe un paradosso. Bene la proroga»
La presidente di Senior Italia FederAnziani Eleonora Selvi plaude l’intervento della Fimmg: «Fondamentale agire per un cambiamento strutturale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 maggio, sono 527.841.227 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.284.538 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto
Cause

Medici specializzandi, apertura della Cassazione su prescrizione, rivalutazione interessi e borse di studio

Due ordinanze della Cassazione riaprono la vertenza, con udienza pubblica. L’avvocato Tortorella: «La giurisprudenza può rivedere le sue posizioni in senso più favorevole ai ...