Salute 23 Dicembre 2020 15:04

Covid-19, scoperta in Sudafrica variante del virus ancora più contagiosa

Una nuova mutazione del coronavirus è stata individuata nel Regno Unito proveniente dal Sudafrica

Non c’è solo la variante inglese di Sars-CoV-2 a preoccupare gli esperti. Come riporta l’Adnkronos, una nuova mutazione del coronavirus è stata individuata nel Regno Unito proveniente dal Sudafrica. Si chiama 501.V2 e guida i recenti contagi confermati del paese. È stata identificata in un’area metropolitana molto colpita dalla seconda ondata di Covid-19, la Nelson Mandela Bay.

Il ministro della Salute inglese Matt Hancok ha comunicato ai media britannici la positività di due cittadini rientrati dal Sudafrica dichiarandosi “preoccupato”. Gli esami hanno mostrato la presenza di una nuova «e altamente preoccupante mutazione del coronavirus». Il governo inglese, per questo, ha disposto l’isolamento immediato per chi è rientrato dal paese negli ultimi quindici giorni.

Sembra che la nuova variante sudafricana sia più rapida a diffondersi: «È estremamente preoccupante perché è ancora più trasmissibile – ha spiegato Hancock come si legge su The Independent – e sembra essere mutata ulteriormente» rispetto alla più recente registrata nel Regno Unito.

Il Sudafrica è sempre più isolato: «Israele, Turchia, Germania, Arabia Saudita e Svizzera – riporta Al Jazeera – hanno interrotto i collegamenti aerei da e verso il Sudafrica».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid e animali domestici, nessun rischio da gatti e cani. Lo studio
Dai dati raccolti dagli scienziati italiani si esclude che gli animali domestici abbiano un ruolo nella diffusione del contagio all'uomo: «La suscettibilità al nuovo coronavirus degli animali da compagnia dipende da uno stretto contatto con persone che sono risultate positive»
Covid-19, quasi 300 medici deceduti. Anelli (FNOMCeO): «Una vera e propria strage»
Dalla mancanza di Dpi alla disorganizzazione di alcune strutture, il Presidente della FNOMCeO spiega a Sanità Informazione perché gli operatori sanitari sono ancora così colpiti dalla pandemia. E sui medici “no-vax” aggiunge: «Si pongono fuori dalla comunità scientifica»
Ritardi vaccini Pfizer, Rasi: «Sono marginali, ma ci saranno altri incidenti. Serve flessibilità»
L'ex direttore esecutivo dell'Agenzia Europea del Farmaco interviene sulla scelta di ritardare la somministrazione della seconda dose: «Se non si tengono conto dei risultati delle sperimentazioni, abbiamo solo perso tempo». E sui decessi in Norvegia: «Le autorità ci devono alcune risposte»
Aipo-Its e Metis pubblicano il documento “La gestione della malattia Covid-19”
«Obiettivo generale del documento – spiegano Aipo-Its e Metis - è quello di offrire ai professionisti sanitari uno strumento che li possa aiutare a orientarsi nella gestione dei pazienti affetti da COVID-19»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 21 gennaio, sono 96.868.849 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.074.886 i decessi. Ad oggi, oltre 46,89 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...