Salute 29 Ottobre 2021 11:26

Covid-19, monitoraggio Iss: «Rt e incidenza in aumento. Rischio moderato per 18 regioni»

L’Rt medio tocca quota 0,96, stabili le terapie intensive ma crescono i ricoveri. Solo tre regioni a rischio basso

Covid-19, monitoraggio Iss: «Rt e incidenza in aumento. Rischio moderato per 18 regioni»

Nel periodo 6 ottobre – 19 ottobre 2021, il monitoraggio della Cabina di Regia conferma un netto rialzo dell’incidenza settimanale di casi Covid e dell’Rt medio nazionale.

Sale l’incidenza settimanale

L’incidenza settimanale a livello nazionale ha toccato quota 46 casi per 100.000 abitanti (22/10/2021 –28/10/2021) contro i 34 per 100.000 abitanti della settimana scorsa.

L’Rt medio arriva a 0.96, il tasso di trasmissibilità supera la soglia epidemica

L’Rt medio calcolato sui casi sintomatici, è stato pari a 0,96 (range 0,83 – 1,16), lievemente sotto alla soglia epidemica ed in forte aumento rispetto a sette giorni fa. Aumenta e supera la soglia epidemica l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero.

«Si ritiene – precisa l’Iss – che le stime di Rt siano poco sensibili al recente aumento del numero di tamponi effettuati, poiché tali stime sono basate sui soli casi sintomatici e/o ospedalizzati». Questo andamento va monitorato «con estrema attenzione e, se confermato, potrebbe preludere ad una recrudescenza epidemica».

Stabili le terapie intensive, 18 regioni a rischio moderato

Secondo il report, il tasso di occupazione in terapia intensiva è stabile al 3,7%, mentre quello di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 4,5%. Tra le regioni, 18 risultano classificate a rischio moderato, solo tre a rischio basso. Inoltre, 13 regioni riportano un’allerta di resilienza ma nessuna riporta molteplici allerte di resilienza.

Aumentano i casi non associati a catene di trasmissione

«In forte aumento – si legge nel report Iss- Ministero – il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (6.264 vs 4.759 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è stabile». Stessa percentuale per i casi rilevati con la comparsa dei sintomi. Aumenta lievemente la percentuale di casi diagnosticati grazie all’attività di screening (20% vs 19%).

L’elevata copertura vaccinale, e la somministrazione della dose di richiamo nelle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali «rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti» conclude l’Iss.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Omicron 4 e 5, impennata contagi. Ricciardi: «Contagiosissime, un rischio aver tolto obbligo mascherina al chiuso»
I dati del monitoraggio Gimbe: +58,9% in una settimana. Aumentano ricoveri ordinari (+14,4%) e terapie intensive (+12,6%). Ricciardi: «Bisogna stare all’erta, con un virus così contagioso negli ambienti chiusi ci si contagia. Tanti i fragili a rischio»
Covid, Sebastiani (CNR): «Siamo in crescita accelerata, ricoveri in salita»
Secondo Giovanni Sebastiani, matematico presso l’Istituto per le applicazioni del calcolo Mauro Picone del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iac) la diffusione dei contagi è in crescita accelerata. Salgono anche i ricoveri ordinari e in terapia intensiva. Impossibile prevedere il picco
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Un italiano su 2 usa ausili, oltre il 75% li compra di tasca propria
Un italiano su due utilizza ausili. Secondo l'indagine rATA, gli occhiali sono gli ausili più utilizzati
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali