Salute 14 Luglio 2020 12:00

Coronavirus, l’immunità dura solo pochi mesi? I guariti di nuovo positivi

Dallo studio del King’s College di Londra emerge un calo dell’immunità con il trascorrere del tempo: il livello di anticorpi prodotti dal nostro corpo scende dopo alcuni mesi

Coronavirus, l’immunità dura solo pochi mesi? I guariti di nuovo positivi

Covid-19 e immunità: ne sappiamo ancora molto poco. Un’anziana signora campana, risultata positiva al nuovo coronavirus ad aprile con una forma lieve della malattia – tanto da essere curata in casa – e dichiarata guarita con un doppio tampone negativo, ora si scopre nuovamente infetta. E non è l’unica: è di qualche settimana fa la notizia di una donna veneta dimessa dopo la guarigione da Covid-19 che aveva a breve ricontratto l’infezione.

Come riporta il Corriere, sono stati segnalati in tutto il mondo casi di pazienti clinicamente guariti e contagiati una seconda volta. La risposta immunitaria contro SARS-CoV-2 è ancora poco conosciuta e gli esperti non sanno se e per quanto tempo l’immunità conquistata possa rappresentare una protezione.

Dalla ricerca inglese, su questo, non arrivano buone notizie: lo studio condotto da un’equipe del King’s College evidenzia un calo del livello di anticorpi sviluppati dai pazienti nel giro di pochi mesi. Nello specifico, raggiunge il suo picco dopo tre settimane dalla comparsa dei sintomi e poi inizia a diminuire gradualmente. Su 90 ex pazienti, solo il 17% mantiene la stessa potenza immunitaria dopo tre mesi per poi ridursi ulteriormente.

Se la conclusione dello studio inglese fosse in qualche modo confermata, il SARS-CoV-2 avrebbe un comportamento diverso da SARS e MERS che rispettivamente producono anticorpi protettivi per 2 anni e 34 mesi.

Stando ai dati, il virus potrebbe contagiare le stesse persone già guarite come accade per la classica influenza stagionale. Si tratta solo di una possibilità da confermare attraverso ulteriori test clinici, ma che potrebbe avere pesanti conseguenze sull’efficacia del futuro vaccino. In linea teorica, infatti, anche la copertura dell’eventuale vaccinazione potrebbe avere una durata circoscritta nel tempo.

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
Al 6 dicembre, sono 265.871.477 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.256.038 i decessi. Ad oggi, oltre 8,17 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I casi in Italia Il bollettino di oggi (6 dicembre): Ad oggi in Italia il totale delle persone […]
Dopo il Covid-19, la pneumologia guarda al futuro
Parte la “Next generation. Pneumologi di domani a confronto” nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza a Roma. Fino a domenica 5 dicembre i lavori in presenza e online del convegno SIP/IRS a cura di Francesco Lombardi e Carlo Vancheri
Dati ISS: Rt a 1,20 e incidenza in salita. Forte aumento casi non associati a catene già note
Ancora in salita Rt e incidenza sul territorio nazionale. Diminuiscono i casi rilevati tramite tracciamento contatti e anche l'Rt ospedaliero, che arriva a 1,09
Omicron, Cavaleri (Ema): «Servono due settimane per capire se evade l’immunità dei vaccini. Presto nuove autorizzazioni»
Il direttore della strategia vaccinale dell’Agenzia europea del farmaco elenca le prossime scadenze e i progetti in cantiere
Vaccino Covid 5-11 anni: il sì di AIFA e tutte le informazioni utili
Dopo il via libera di AIFA al vaccino Covid per i bambini l'Italia si prepara alle prime somministrazioni per metà mese. Subito attivata la rete dei pediatri per fornire supporto, in attesa di ricevere le dosi. C'è un rischio miocarditi?
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 dicembre, sono 265.871.477 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.256.038 i decessi. Ad oggi, oltre 8,17 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...