Salute 7 Ottobre 2021 13:53

Congresso Fimp, Biasci: «Troppi casi di violenza e violazioni dei diritti dei più piccoli. Porre un argine forte»

I pediatri di famiglia lanciano la carta dei diritti del bambino e adolescente. «È importante che i bimbi siano condotti con regolarità ai controlli periodici»

Congresso Fimp, Biasci: «Troppi casi di violenza e violazioni dei diritti dei più piccoli. Porre un argine forte»

«Ogni bambino ha diritto alla propria identità, ad avere una famiglia a crescere in un luogo sicuro, che tuteli il suo benessere psico-fisico, ad essere vaccinato e curato in caso di malattia, ad essere istruito, ascoltato e tutelato contro ogni forma di violenza».

Ad oltre 30 anni dalla ratifica italiana della Convenzione di New York sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, la Federazione italiana medici pediatri (Fimp) ha elaborato un nuovo documento presentato oggi nella giornata inaugurale del XV congresso nazionale dal titolo “Nuvole, vento, pioggia… l’arcobaleno!” e che si svolge a Baveno (Vb) fino a sabato prossimo.

Biasci (Fimp): «La nuova carta risponde alle nuove esigenze dell’infanzia»

«Abbiamo voluto creare una nuova versione della carta già elaborata nel 2001 per poter così meglio rispondere alle mutate condizioni dell’infanzia – afferma il dottor Paolo Biasci, presidente Fimp -. La difficile esperienza pandemica ha dimostrato come bambini e teenager rappresentino una fascia della società particolarmente vulnerabile e molte volte presa poco in considerazione. Come pediatri di famiglia siamo le figure professionali deputate ad accompagnare il giovane, dalla nascita all’adolescenza, nella sua crescita in salute verso il raggiungimento del migliore benessere fisico psichico e sociale possibile».

«Il pediatra di famiglia – prosegue il dottor Mattia Doria, segretario nazionale attività scientifiche ed etiche Fimp – è una peculiarità del nostro sistema sanitario nazionale ed è chiamato a rispondere alle diverse istanze di salute del bambino. Abbiamo, quindi, una certa responsabilità nel dare risposta a buona parte dei diritti enunciati nella convenzione di New York».

«Troppi casi di violenza, porre un argine forte»

Il nuovo documento ora verrà distribuito alle istituzioni nazionali e regionali, negli ambulatori medici e diventerà un punto di riferimento per la tutela degli adolescenti.  «Appare sempre più inderogabile fissare alcuni punti fermi – sottolinea Biasci – registriamo nella nostra attività quotidiana troppi casi di violenza, troppe violazioni dei diritti dei più piccoli, acuiti da mesi interi di lockdown e dai troppo diffusi atteggiamenti antiscientifici. Bisogna porre un argine forte».

 Anche la dott.ssa Milena Lo giudice, coordinatore area etico-sociale Fimp, ribadisce che «esistono diritti che vanno sempre e solo garantiti, i bambini e agli adolescenti che vivono nel nostro paese devono sempre più prendere coscienza dei propri diritti e devono sapere di avere nel loro pediatra un amico, un alleato quando opportuno e un avvocato se necessario».

La campagna “Bilanci per la vita”

E in occasione del suo congresso scientifico, la Fimp presenta la campagna “Bilanci per la vita”, un mini sito che offre informazioni utili e certificate per i genitori con una forte attività sul profilo Facebook collegato. Approfondimenti, video interviste ad esperti e consigli sui controlli dello sviluppo neuromotorio.

Sabato 9 ottobre si svolgeranno in tre città italiane (Milano, Roma e Matera) delle attività di promozione e sensibilizzazione dedicate alle famiglie volti a sensibilizzare i genitori nel seguire gli appuntamenti dei bilanci di salute presso il proprio pediatra di famiglia con volantinaggio davanti ai supermercati.

«I bilanci di salute prevedono una serie di controlli a intervalli regolari che hanno l’obiettivo di sviluppare un processo di osservazione longitudinale dello sviluppo del bambino – conclude Doria -. Vengono affrontati i temi dell’alimentazione per la prevenzione dell’obesità e sono valutati gli aspetti neuroevolutivi per il precoce riconoscimento dei disturbi del neurosviluppo e delle malattie neuromuscolari. I bilanci costituiscono una fondamentale occasione di monitoraggio complessivo del benessere della popolazione pediatrica anche perché costituiscono momenti utili di dialogo con i genitori».

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Virus respiratorio sinciziale, con anticorpo monoclonale alla nascita -70% di ricoveri
La somministrazione alla nascita di un farmaco contenente anticorpi contro il virus respiratorio sinciziale ha ridotto di circa il 70% i ricoveri nei bambini con meno di 6 mesi, in Lussemburgo, dove è stato introdotto questo programma di immunizzazione. Questi sono i dati che emergono da un'analisi coordinata dal ministero della Salute lussemburghese, i cui risultati sono stati pubblicati su Eurosurveillance
Diabete di tipo 1, se compare in bimbi under 10 ruba 16 anni di vita
L'Italia è il primo paese al mondo ad aver istituito uno screening del diabete di tipo 1 che come prima e importante conseguenza positiva consentirà di prevenire la chetoacidosi. Oggi infatti il 40% delle diagnosi di diabete di tipo 1 avviene in ritardo a seguito di un esordio drammatico, Senza contare che, quando la malattia ha un esordio precoce, prima dei 10 anni di età, si possono arrivare a perdere ben 16 anni di aspettativa di vita. Questi sono i messaggi lanciati da Valentino Cherubini, presidente della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (Siedp) che lancia un appello in occasione della Giornata Mondiale del Diabete che si celebra domani
di V.A.
Allarme antibiotico-resistenza, molti farmaci non funzionano più contro comuni infezioni infantili
Uno studio dell'Università di Sidney ha concluso che molti farmaci per il trattamento di infezioni comuni nei bambini e nei neonati non sono più efficaci in gran parte del mondo.L'allarme è stato lanciato sulla rivista The Lancet Regional Health Southeast Asia
Rientro a scuola: dai pediatri consigli per ritornare sereni tra i banchi
Mai saltare la colazione ed evitare l'uso dello smartphone prima di andare a dormire. Sono due dei principali consigli diffusi dai pediatri della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), rivolti agli oltre 8 milioni di bambini e ragazzi che tra meno di una settimana ritorneranno a scuola
Scuola: logopedisti, in vacanza passatempi in famiglia per prepararsi alla Primaria
Il passaggio dalla scuola dell’infanzia alla “scuola dei grandi” può essere favorito dalla preparazione alle abilità di letto-scrittura, a vantaggio di un migliore rendimento scolastico o dell’intercettazione di piccoli con difficoltà di apprendimento. La Federazione dei Logopedisti (www.fli.it) sensibilizza alla problematica, invitando questa estate mamma, papà e bimbi a fare tanti giochi in famiglia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...