Salute 20 Ottobre 2022 17:06

Congresso AME. Dall’obesità all’osteoporosi: ecco tutti i trattamenti innovativi

È stato inaugurato a Roma il 21esimo Congresso AME “Update in Endocrinologia Clinica”. Grimaldi (AME): «Oltre mille esperti si confronteranno, finalmente in presenza dopo oltre due anni di pandemia, sulle nuove evidenze scientifiche e le terapie di ultima generazione». Non solo salute, ma anche Sanità: dalla riorganizzazione dell’assistenza sanitaria ospedaliera e territoriale, passando per il ruolo dell’endocrinologo, fino ai pregi e difetti dei servizi ospedalieri e territoriali

Nodulo tiroideo, contraccettivi orali, ipotiroidismo subclinico in età pediatrica, diabete insipido, nuovi farmaci ipolipemizzanti: sono solo alcuni dei temi affrontati dagli oltre mille endocrinologi che si sono riuniti a Roma, durante la prima giornata di “Update in Endocrinologia Clinica”, il 21° Congresso Nazionale AME, l’Associazione Medici Endocrinologi. «Siamo molto felici di ritrovarci finalmente in presenza dopo oltre due anni di incontri online, a causa delle restrizioni imposte per il contenimento dei contagi da Covid-19», racconta il presidente dell’AME Franco Grimaldi.

Il Congresso in sintesi

Nella giornata inaugurale di giovedì 20 ottobre, ampio spazio non solo alle patologie ed ai loro trattamenti, ma anche uno sguardo alla riorganizzazione dell’assistenza sanitaria ospedaliera e territoriale, per fare il punto sul ruolo dell’endocrinologo e sui pregi e difetti dell’assistenza endocrinologica tra ospedale e territorio. Venerdì la parola passerà agli esperti che si confronteranno sul tema dei tumori differenziati della tiroide, ma anche sui prolattinomi, sui pazienti “resistenti” ai trattamenti e sulle donne in dolce attesa. «Nel pomeriggio del 21 ottobre verrà offerta un’ampia proposta di “mini corsi metabolici” che continueranno anche nella giornata di sabato e domenica. Prima della chiusura dei lavori, prevista per il 23 alle 12.30 – dice Grimaldi – si terrà una sessione plenaria, durante la quale verranno presentate le Linee guida AME-SIO sull’Obesità».

Un nuovo farmaco “contro” l’obesità

Il 21esimo Congresso AME, infatti, è anche un’importante occasione per fare il punto sul semaglutide, un farmaco che, usato per la terapia del diabete, a specifici dosaggi favorisce la perdita di peso nei pazienti obesi. Uno studio, recentemente pubblicato sulla rivista Nature Medicine, conferma che semaglutide determina una riduzione del peso corporeo in media del 15%. «Anche se il farmaco è stato approvato da circa un anno dall’AIFA, in Italia non è stato ancora commercializzato. Eppure con questo trattamento, così come confermato dalle evidenze scientifiche, è possibile ottenere una riduzione del peso corporeo quasi tripla rispetto ai “vecchi” farmaci per l’obesità, con un’efficacia che dura nel tempo», spiega il presidente AME.  Con questo farmaco per la prima volta è possibile migliorare anche delle complicanze dell’obesità, come l’apnea notturna del sonno e la steatosi epatica non alcolica. «Una svolta importante per un’ampia fetta della popolazione – sottolinea Grimaldi -, considerando che l’obesità riguarda 6 milioni di italiani».

L’osteoporosi, un nemico silenzioso

Come l’obesità, anche l’osteoporosi, altro focus del Congresso AME, affligge un numero elevato di individui. È stimato che in Italia siano circa 4,5 milioni le persone affette da questa patologia. Sono le donne ad essere più colpite degli uomini: 3,5 milioni contro un milione. L’osteoporosi aumenta il rischio di fratture: ogni 3 secondi, nel mondo, un uomo o una donna si fratturano il femore, il polso o una vertebra a causa proprio di questa  patologia. Si tratta, purtroppo, di una malattia essenzialmente silenziosa: «Le persone, spesso, non sanno di avere le ossa indebolite fino a quando non si verificano fratture inaspettate e improvvise, specialmente a carico del femore, del polso e delle vertebre – aggiunge Grimaldi -. Le fratture dell’anca raddoppieranno quasi in tutto il mondo entro il 2050 e una delle cause principali è la fragilità delle ossa. Ed è proprio per prepararci ad affrontare al meglio questa emergenza – conclude il presidente AME – che abbiamo deciso di dedicare diverse sessioni a questo tema».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
In Italia l’obesità uccide 4 volte in più degli incidenti d’auto
Nel nostro paese l'obesità è in aumento esponenziale e sempre più "killer", con un numero di morti all'anno 4 volte superiore a quello degli incidenti d'auto, e una previsione, entro il 2035, di 1 adulto italiano su 3 obeso. E' l'allarme lanciato dalla Società italiana di nutrizione umana per sensibilizzare sull'importanza della sostenibilità alimentare e sull'adozione di scelte alimentari corrette, in grado di agire positivamente sia sull'uomo che sul pianeta
Obesità aumenta il rischio di un precursore del mieloma multiplo. Vitolo (Candiolo): “Fattore di rischio prevenibile”
Le persone obese hanno un rischio più alto di oltre il 70% più alto di sviluppare la gammopatia monoclonale di significato indeterminato, una condizione benigna del sangue che però può precedere il mieloma multiplo, un tumore delle plasmacellule. A scoprirlo è uno studio condotto dagli scienziati del Massachusetts General Hospital e pubblicato sulla rivista Blood Advances
Covid: spray nasale con anticorpi protegge da infezione. Gli scienziati: “Approccio utile contro nuove varianti e in futuro anche contro altri virus”
I ricercatori del Karolinska Institutet, in Svezia, hanno dimostrato che lo spray nasale anti-Covid sviluppato, a base di anticorpi IgA, può offrire protezione dall'infezione. O almeno così è stato nei topi su cui è stato testato, come riportato da uno studio pubblicato su PNAS. I risultati aprono la strada a una nuova strategia per proteggere le persone ad alto rischio a causa delle diverse varianti del virus Sars-CoV-2 e possibilmente anche da altre infezioni
Fiaso: Covid ancora in calo, ma preoccupa l’influenza
Si conferma in calo l’indice dei ricoveri Covid. La rilevazione degli ospedali sentinella aderenti a Fiaso fa registrare un complessivo -16% nell’ultima settimana del 2023. Secondo l'ultima rilevazione Fiaso i virus influenzali stanno avendo un impatto in termini assoluti maggiore sugli ospedali
di V.A.
Obesità: messa a punto pillola “vibrante” che induce lo stomaco a sentirsi pieno
Un gruppo internazionale di ricercatori ha messo a punto una pillola "vibrante" che, una volta ingerita, stimola le terminazioni nervose dello stomaco e comunica al cervello che è ora di smettere di mangiare
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...