Salute 26 Maggio 2021 10:29

Colesterolo, De Ferrari: «Nel 90% dei pazienti impossibile abbassare i valori di LDL con un solo farmaco»

The lower the better ma anche The earlier the lower the better. Dobbiamo ridurre anche precocemente i valori di LDL nel paziente a rischio molto alto»

Colesterolo, De Ferrari: «Nel 90% dei pazienti impossibile abbassare i valori di LDL con un solo farmaco»

Al di là dell’algoritmo terapeutico previsto dalle linee guida internazionali, «nel paziente a rischio molto alto il nostro obiettivo deve essere quello di iniziare subito una terapia estremamente aggressiva». Ne è convinto Gaetano Maria De Ferrari, direttore della cardiologia universitaria Città della scienza e della salute alla Molinette di Torino. A Sanità Informazione, il direttore spiega quale è la sua strategia di approccio nel paziente affetto da dislipidemie a rischio alto e molto alto.

«Il segreto è iniziare a dosi molto alte perché noi sappiamo che non solo The lower the better ma anche The earlier the lower the better. Quindi, dobbiamo ridurre anche precocemente i valori di LDL nel paziente a rischio molto alto».
Ed uno degli strumenti per raggiungere gli ambiziosi obiettivi attuali della Società Europea di Cardiologia è la combinazione di farmaci. «Per un paziente a rischio molto alto – precisa il direttore – parliamo di 55mg per decilitro di Ldl. Nel 90% dei pazienti è impossibile riuscirci con un solo farmaco».

Come si può sensibilizzare la classe medica a utilizzare combinazioni di terapie ipolipidemizzanti per raggiungere i target terapeutici? «Bisogna avere conoscenza dei target, dei benefici e dei ridotti effetti collaterali di una terapia di combinazione – precisa il direttore -. Sappiamo che due farmaci sono quasi sempre meglio tollerabili di un farmaco solo sia perché hanno un effetto sinergico riducendo anche la variabilità della risposta» conclude.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Report AIFA su medicinali, una prescrizione per il 98% degli over 65 in Italia
Vitamina D, aspirina, antibiotici e gastroprotettori sono i farmaci più utilizzati nella popolazione italiana over 65. Nelle RSA troppe prescrizioni di benzodiazepine «spesso associato a importanti eventi avversi e quindi inappropriato»
Entro il 2050 il 75% della popolazione mondiale si trasferirà nei centri urbani. Ma in città ci si ammala di più
Lenzi (Health City Institute): «Riscrivere medicina, clinica e patologia mediche pensando alla città come luogo principale di residenza. Prevenzione cardiovascolare fondamentale per ridurre del 25% la mortalità prematura per malattie non trasmissibili, come raccomandato dall’Italian Urban Health Declaration ai Governi dei Paesi del G20»
di Isabella Faggiano
Torino, il Mauriziano porta il robot in farmacia per un ospedale 4.0
La piattaforma gestisce fino a 30mila confezioni 24 ore su 24, servendo i vari reparti. Gasco (direttore farmacia ospedaliera) «È un robot magazziniere che ridisegna in chiave hi-tech il percorso del medicinale dal fornitore al paziente ricoverato»
di Federica Bosco
Nota 99 AIFA sui farmaci per BPCO, Lombardi (SIMG): «Bene i progressi, ma restano criticità»
Il coordinatore SIMG area Pneumologia: «Con Nota 99 tre progressi per i medici di famiglia. Attesa per ottobre la Nota 100 per il trattamento del diabete»
di Isabella Faggiano
«Come ridurre il rischio di commettere errori quando si prescrivono farmaci»
di Muzio Stornelli, Formatore e consulente sanitario legale-forense
di Muzio Stornelli, Formatore e consulente sanitario legale-forense
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 15 ottobre, sono 239.611.288 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.882.126 i decessi. Ad oggi, oltre 6,57 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Formazione

Punteggi anonimi per il test di Medicina 2021, a qualcuno non tornano i conti

Si confrontano i punteggi anonimi del test di Medicina 2021 e si fanno le prime previsioni sulla soglia minima per entrare, che oscilla tra due cifre. Intanto in molti lamentano di non aver ricevuto i...