Salute 8 Febbraio 2018 13:37

«Grazie medici italiani per aver cacciato “l‘intruso”» la storia di Carolyn Smith, giudice di Ballando con le Stelle

La star del programma Rai racconta la sua battaglia contro il tumore al seno che «va affrontato con il sorriso»

«Grazie medici italiani per aver cacciato “l‘intruso”» la storia di Carolyn Smith, giudice di Ballando con le Stelle

Affrontare “l’intruso” – così lo chiama lei – con forza, grinta ma, soprattutto, con il sorriso. La ricetta per combattere il cancro della famosa danzatrice e coreografa Carolyn Smith è questa. La presidente di giuria della trasmissione televisiva “Ballando con le stelle” rivela a Sanità Informazione di aver sconfitto il tumore al seno grazie alle eccellenti cure avute in Italia e ad un approccio positivo alla malattia.

LEGGI ANCHE: CANCRO AL SENO, TUTTI I CAMPANELLI D’ALLARME

«Ogni mattina mi alzo e la prima cosa che faccio è indossare il sorriso». Inizia così il suo libro autobiografico dal titolo emblematico “Ho ballato con uno sconosciuto”, scritto per lanciare a tutti un messaggio chiaro: la sua battaglia più dura l’ha vinta reagendo con ottimismo, convinta di poter imparare tanto anche quando la vita ci mette a dura prova: non un invito, ma un mantra da seguire.

Carolyn Smith, ci può raccontare un po’ cosa ha scritto in questo libro?

«Ho scritto questo libro proprio per le pazienti oncologiche perché ho trovato una realtà diversa da quella che mi aspettavo: provare vergogna per avere un tumore è una cosa assurda ed inaccettabile. È vero, questo maledetto “intruso” nel nostro corpo c’è, ma dobbiamo combatterlo con positività. Questo è il messaggio che ho voluto lanciare con questo libro. Noi dobbiamo affrontare la malattia con grande serenità perché qui in Italia abbiamo medici fantastici: io sono grata a tutta la ricerca italiana e a tutti i medici che mi hanno seguito con professionalità e competenza tra Roma e Padova».

LEGGI ANCHE: LA GRAVIDANZA DOPO LA MALATTIA È POSSIBILE

In seguito alla pubblicazione del libro le avranno scritto anche altre persone che hanno avuto la sua stessa esperienza. Si è confrontata anche con loro e cosa si sente di dire ad una persona che scopre di avere un cancro?

«Mi hanno scritto in tanti, raccontandomi di essersi trovati esattamente nella stessa mia stessa situazione e si sono fatti una bella risata con il mio libro perché è molto solare. È vero, si tratta di una brutta malattia, ma l’approccio giusto è fondamentale nella lotta al cancro. La mia raccomandazione è questa: nel momento in cui si manifesta, è necessario fare tutti gli esami specifici, trovare il medico o il team più giusto per ogni donna e, soprattutto, affrontarlo con positività. Piangersi addosso non serve a nulla. Per me il 50% della cura è un bel sorriso: non basta, certo, ma unito ad un team di medici competenti è un elemento molto forte ed efficace».

LEGGI ANCHE: THECANCERSEEK, TOMASETTI: «ORA POSSIAMO INDIVIDUARE ANCHE DOV’È IL TUMORE»

Articoli correlati
La vita oltre il cancro: le piccole pazienti guardano al futuro e sognano la maternità
All’ambulatorio di Oncofertilità del Gemelli di Roma il primo prelievo di tessuto ovarico per la crioconservazione su paziente minorenne, Nanni (chirurgo pediatrico): «La chemioterapia può compromettere la fertilità, così è stata offerta alla bambina ed alla sua famiglia la possibilità di accedere a questo programma di crioconservazione»
Oncologia, Cavanna (Cipomo): «Limitare gli spostamenti dei malati, siano i medici a farlo»
Per il presidente del Collegio Italiano Primari Oncologi Ospedalieri Luigi Cavanna la sfida del futuro è quella di una oncologia del territorio efficace. «Ora è essenziale che i malati di Covid vengano curati a casa il più possibile e che si trovino dei percorsi riparati per i malati oncologici perché possano fare i loro esami» spiega Cavanna
di Francesco Torre
Tumore al seno e oncologia territoriale: le dieci priorità delle associazioni dei pazienti alle istituzioni
Il documento riunisce per la prima volta le proposte di A.N.D.O.S. onlus, Europa Donna Italia, F.A.V.O. Donna Incontra Donna onlus e Salute Donna onlus, per una presa in carico territoriale più vicina alle pazienti e alle loro famiglie
Piano oncologico nazionale, dal Senato ok bipartisan a Odg
Il Senato ha approvato un ordine de giorno unitario sul Piano Oncologico Nazionale con 187 voti a favore e 2 astenuti. Il Sottosegretario di Stato per la salute Pierpaolo Sileri ha comunicato che il Governo ha trasmesso il piano oncologico nazionale alla Conferenza Stato-Regioni e che una riunione tecnica è prevista il prossimo 8 luglio
Menopausa, non solo vampate: la battaglia è contro lo stigma sociale e le patologie correlate
La neopresidente della IMS (International Menopause Society), prof. Rossella Nappi: «Oggi questa fase coincide sempre più con il momento di maggior realizzazione professionale delle donne: viviamolo al meglio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale