Salute 8 febbraio 2018

«Grazie medici italiani per aver cacciato “l‘intruso”» la storia di Carolyn Smith, giudice di Ballando con le Stelle

La star del programma Rai racconta la sua battaglia contro il tumore al seno che «va affrontato con il sorriso»

Immagine articolo

Affrontare “l’intruso” – così lo chiama lei – con forza, grinta ma, soprattutto, con il sorriso. La ricetta per combattere il cancro della famosa danzatrice e coreografa Carolyn Smith è questa. La presidente di giuria della trasmissione televisiva “Ballando con le stelle” rivela a Sanità Informazione di aver sconfitto il tumore al seno grazie alle eccellenti cure avute in Italia e ad un approccio positivo alla malattia.

LEGGI ANCHE: CANCRO AL SENO, TUTTI I CAMPANELLI D’ALLARME

«Ogni mattina mi alzo e la prima cosa che faccio è indossare il sorriso». Inizia così il suo libro autobiografico dal titolo emblematico “Ho ballato con uno sconosciuto”, scritto per lanciare a tutti un messaggio chiaro: la sua battaglia più dura l’ha vinta reagendo con ottimismo, convinta di poter imparare tanto anche quando la vita ci mette a dura prova: non un invito, ma un mantra da seguire.

Carolyn Smith, ci può raccontare un po’ cosa ha scritto in questo libro?

«Ho scritto questo libro proprio per le pazienti oncologiche perché ho trovato una realtà diversa da quella che mi aspettavo: provare vergogna per avere un tumore è una cosa assurda ed inaccettabile. È vero, questo maledetto “intruso” nel nostro corpo c’è, ma dobbiamo combatterlo con positività. Questo è il messaggio che ho voluto lanciare con questo libro. Noi dobbiamo affrontare la malattia con grande serenità perché qui in Italia abbiamo medici fantastici: io sono grata a tutta la ricerca italiana e a tutti i medici che mi hanno seguito con professionalità e competenza tra Roma e Padova».

LEGGI ANCHE: LA GRAVIDANZA DOPO LA MALATTIA È POSSIBILE

In seguito alla pubblicazione del libro le avranno scritto anche altre persone che hanno avuto la sua stessa esperienza. Si è confrontata anche con loro e cosa si sente di dire ad una persona che scopre di avere un cancro?

«Mi hanno scritto in tanti, raccontandomi di essersi trovati esattamente nella stessa mia stessa situazione e si sono fatti una bella risata con il mio libro perché è molto solare. È vero, si tratta di una brutta malattia, ma l’approccio giusto è fondamentale nella lotta al cancro. La mia raccomandazione è questa: nel momento in cui si manifesta, è necessario fare tutti gli esami specifici, trovare il medico o il team più giusto per ogni donna e, soprattutto, affrontarlo con positività. Piangersi addosso non serve a nulla. Per me il 50% della cura è un bel sorriso: non basta, certo, ma unito ad un team di medici competenti è un elemento molto forte ed efficace».

LEGGI ANCHE: THECANCERSEEK, TOMASETTI: «ORA POSSIAMO INDIVIDUARE ANCHE DOV’È IL TUMORE»

Articoli correlati
Sanità, al via Congresso annuale ESMO: «Da melanoma a glioblastoma, immunoterapia grande speranza»
Gli specialisti dell’Istituto Oncologico Veneto saranno tra i protagonisti del Congresso annuale dell'European Society of Medical Oncology (ESMO) che si apre a Monaco di Baviera dal 19 al 23 ottobre. Nell'edizione 2018 del Congresso sarà l’immunoterapia la prospettiva terapeutica a dettare la linea delle sessioni più importanti
Milano, IEO (Istituto Europeo Oncologia): il 17 ottobre si celebra il Bra Day
Il 17 ottobre, in occasione della Giornata per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria, i medici dell’équipe di chirurgia ricostruttiva e gli psicologi dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) incontreranno le pazienti per approfondire il tema della ricostruzione mammaria. L’iniziativa, aperta a tutti, si svolgerà alle ore 16:30 nell’Aula Magna di Via Ripamonti 435 a Milano, seguendo questo programma: 16.30 Benvenuto […]
A Mestre arriva il mammografo “intelligente”
Un ulteriore passo in avanti nella diagnosi precoce del tumore al seno. La Senologia diagnostica del Centro di medicina di Mestre lo fa dotandosi dell’innovativo Mammografo 3d con Tomosintesi smartcurve, l’ultimo ritrovato della tecnologia oggi disponibile. Un’apparecchiatura in grado di effettuare mammografie a risoluzione ancora più elevata rispetto al modello precedente e, grazie ad un […]
Firenze, al centro di oncologia ed ematologia del Meyer arriva Peter Pan
Il Centro di Oncologia ed ematologia del Meyer si rifà il look con interventi di riqualificazione per migliorare l’organizzazione, la sicurezza ed il comfort del reparto e dei suoi piccoli pazienti. Due nuove stanze singole, una stanza doppia e nuove decorazioni con protagonista Peter Pan, il bambino che non voleva crescere. Per la felicità di tutti i […]
Frecciarosa 2018: la prevenzione viaggia in treno
Ad ottobre, mese dedicato alla prevenzione del tumore del seno e alla cultura della prevenzione, arriva l’ottava edizione di Frecciarosa. Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e IncontraDonna onlus, con il patrocinio del ministero della Salute e la partecipazione di Farmindustria, si tingono di rosa viaggiando sui convogli di Trenitalia. Combattere il tumore al seno, promuovere […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...