Salute 8 Febbraio 2018 13:37

«Grazie medici italiani per aver cacciato “l‘intruso”» la storia di Carolyn Smith, giudice di Ballando con le Stelle

La star del programma Rai racconta la sua battaglia contro il tumore al seno che «va affrontato con il sorriso»

«Grazie medici italiani per aver cacciato “l‘intruso”» la storia di Carolyn Smith, giudice di Ballando con le Stelle

Affrontare “l’intruso” – così lo chiama lei – con forza, grinta ma, soprattutto, con il sorriso. La ricetta per combattere il cancro della famosa danzatrice e coreografa Carolyn Smith è questa. La presidente di giuria della trasmissione televisiva “Ballando con le stelle” rivela a Sanità Informazione di aver sconfitto il tumore al seno grazie alle eccellenti cure avute in Italia e ad un approccio positivo alla malattia.

LEGGI ANCHE: CANCRO AL SENO, TUTTI I CAMPANELLI D’ALLARME

«Ogni mattina mi alzo e la prima cosa che faccio è indossare il sorriso». Inizia così il suo libro autobiografico dal titolo emblematico “Ho ballato con uno sconosciuto”, scritto per lanciare a tutti un messaggio chiaro: la sua battaglia più dura l’ha vinta reagendo con ottimismo, convinta di poter imparare tanto anche quando la vita ci mette a dura prova: non un invito, ma un mantra da seguire.

Carolyn Smith, ci può raccontare un po’ cosa ha scritto in questo libro?

«Ho scritto questo libro proprio per le pazienti oncologiche perché ho trovato una realtà diversa da quella che mi aspettavo: provare vergogna per avere un tumore è una cosa assurda ed inaccettabile. È vero, questo maledetto “intruso” nel nostro corpo c’è, ma dobbiamo combatterlo con positività. Questo è il messaggio che ho voluto lanciare con questo libro. Noi dobbiamo affrontare la malattia con grande serenità perché qui in Italia abbiamo medici fantastici: io sono grata a tutta la ricerca italiana e a tutti i medici che mi hanno seguito con professionalità e competenza tra Roma e Padova».

LEGGI ANCHE: LA GRAVIDANZA DOPO LA MALATTIA È POSSIBILE

In seguito alla pubblicazione del libro le avranno scritto anche altre persone che hanno avuto la sua stessa esperienza. Si è confrontata anche con loro e cosa si sente di dire ad una persona che scopre di avere un cancro?

«Mi hanno scritto in tanti, raccontandomi di essersi trovati esattamente nella stessa mia stessa situazione e si sono fatti una bella risata con il mio libro perché è molto solare. È vero, si tratta di una brutta malattia, ma l’approccio giusto è fondamentale nella lotta al cancro. La mia raccomandazione è questa: nel momento in cui si manifesta, è necessario fare tutti gli esami specifici, trovare il medico o il team più giusto per ogni donna e, soprattutto, affrontarlo con positività. Piangersi addosso non serve a nulla. Per me il 50% della cura è un bel sorriso: non basta, certo, ma unito ad un team di medici competenti è un elemento molto forte ed efficace».

LEGGI ANCHE: THECANCERSEEK, TOMASETTI: «ORA POSSIAMO INDIVIDUARE ANCHE DOV’È IL TUMORE»

Articoli correlati
“La sanità che vogliamo”, le donne e una professione da rifondare. Con la curatrice Sandra Morano
Riorganizzazione e leadership femminile in un settore, quello sanitario, che è popolato per 2/3 da donne. Le proposte di un gruppo di professioniste nel libro curato da Sandra Morano per una sanità del futuro improntata al "modello della cura"
Un algoritmo è in grado di prevedere le metastasi nel tumore al seno triplo negativo
Ricercatori dell’Università degli studi di Milano diretti dalla professoressa Caterina La Porta hanno messo a punto ARIADNE, una strategia innovativa basata sull’intelligenza artificiale
di Federica Bosco
Tumori, Iannelli (FAVO): «Urgente l’approvazione del Piano oncologico». E al ministero della Salute parte il tavolo ad hoc
Il XIII Rapporto della Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia sulla condizione assistenziale dei malati oncologici segnala un generale passo indietro rispetto agli anni passati
Tumori cutanei, il corso Fad per riconoscerli
Offerto dal provider di Consulcesi Club, è pensato per mmg, dermatologi e chirurghi. Il responsabile scientifico Bassetto: «Il medico di base oggi deve avere nozioni per poter distinguere un tumore maligno della cute rispetto a una manifestazione benigna»
Donne, Fials: «Salute femminile la più penalizzata da rinuncia cure. Riavviare percorsi di prevenzione dedicati»
In occasione della Giornata della salute della donna, iniziativa promossa dal ministero della Salute per parlare di prevenzione e assistenza al femminile, celebriamo un bene ancora più prezioso e da tenere in conto dopo 14 mesi di pandemia. Proprio in un momento così particolare, le donne sono le vere protagoniste dell’emergenza, essendo la maggioranza della […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 maggio, sono 163.082.347 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.379.501 i decessi. Ad oggi, oltre 1,46 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...