Salute 31 Luglio 2019

Cancro: come si combatte a tavola? Beretta (Aiom): «Zucchero traditore, troppo consumo aumenta lo stato infiammatorio»

«Un eccesso di zuccheri crea uno stato infiammatorio che favorisce l’insorgenza di cellule tumorali», sottolinea Giordano Beretta, oncologo dell’Ospedale Humanitas Gavazzeni di Bergamo

di Federica Bosco

Con oltre 380mila nuovi casi nel 2018, il cancro rappresenta la seconda causa di morte dopo le malattie cardiovascolari in Italia. Una emorragia che sembra non avere fine, eppure se da un lato la sopravvivenza di vita per un malato oncologico è aumentata, è altrettanto vero che troppi sono ancora i quesiti su ciò che provoca l’insorgenza ed alimenta il cancro. Tanti gli studi fatti e molti in corso d’opera, tante teorie e per ora una sola certezza, cioè che in un ambiente infiammato è il terreno più fertile su cui attecchiscono e crescono le cellule tumorali. Fondamentale dunque non nutrire l’infiammazione e per questo contenere l’assunzione di alcuni cibi, primo su tutti lo zucchero, come ha sottolineato il Professor Giordano Beretta, Presidente eletto dell’Associazione italiana oncologia medica e responsabile del reparto di oncologia dell’Ospedale Humanitas Gavazzeni di Bergamo.

«Un eccesso di zucchero – sottolinea Beretta – può provocare una situazione in cui aumenta l’insulina, aumenta la sua resistenza e questo porta ad un ulteriore aumento, e quindi si crea uno stato infiammatorio che favorisce l’insorgenza di cellule tumorali. La segnalazione, secondo cui lo zucchero possa provocare patologie oncologiche non ha trovato conferma se non nel fruttosio in alcune sperimentazioni».

LEGGI ANCHE: A MILANO IL PROCESSO ALLO ZUCCHERO SI E’ CONCLUSO CON LA SUA CONDANNA. ROSSI (OMCEO MILANO): «LIMITARLO MA SENZA DEMONIZZAZIONI»

Dunque, sarebbe l’ambiente infiammato, e non l’utilizzo di zuccheri la benzina per la moltiplicazione delle cellule tumorali, eppure lo zucchero ha la sua dose di responsabilità….

«Lo zucchero comporta il rischio di una assunzione esagerata di calorie e quindi di un aumento della massa corporea soprattutto in senso di aumento di grassi e di obesità che favorisce esso stesso lo stimolo delle cellule tumorali. In più un eccesso di zuccheri, qualora ci fossero già delle cellule tumorali, potrebbe comportare la creazione di un ambiente acido, che anch’esso favorisce la formazione di cellule tumorali. Quindi, non un effetto cancerogeno diretto, ma la formazione di un microambiente che determina la stimolazione di eventuali cellule tumorali».

Articoli correlati
Cancro infantile, un libro per raccontare le storie dei piccoli pazienti. L’ideatrice: «Se ne parla tanto, ma in modo sbagliato»
“Ascoltami ora” è il progetto dell’associazione “Adolescenti e Cancro” che raccoglie le esperienze in prima persona dei ragazzi oncologici e delle loro famiglie per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla realtà dei tumori pediatrici
Tumori cerebrali pediatrici, dimostrata l’efficacia di un farmaco che agisce come «una batteria al contrario»
La ricerca condotta da ricercatori dell’Università Sapienza, dell’Istituto Pasteur Italia e dell’IIT è stata pubblicata su Cell Reports. La fenformina “carica” le cellule tumorali per spegnerle, ma si ipotizza l’esistenza di cibi e integratori che siano in grado di raggiungere gli stessi risultati
World Cancer Day 2020, al via campagna video di sensibilizzazione Ministero della salute-IFO
“Il cancro si può battere, facciamolo insieme”. Questo è l’appello che lancia il Ministero della Salute insieme agli IFO, Regina Elena e San Gallicano, in occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro. Una campagna di sensibilizzazione in chiave positiva, affidata alle voci di medici e ricercatori che invitano alla prevenzione primaria e agli screening oncologici. Un’iniziativa […]
Giornata mondiale contro il cancro: in Italia +53% di pazienti vivi dopo la diagnosi in 10 anni
Il monito dell’Aiom: «Il nostro Paese ai vertici in Europa nell’assistenza oncologica - dichiara il presidente Giordano Beretta - ma ci sono ancora differenze territoriali nell’accesso alle cure. Seguire l’esempio delle regioni virtuose nel favorire l’accesso a farmaci innovativi e agli esami in grado di predire l’efficacia della chemioterapia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 24 febbraio 2020 sono 79.434 i casi di Covid-19 confermati in tutto il mondo. I pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono 25.044 mentre i morti sono 2.619. I CASI IN ITALIA Bollettino delle or...