Salute 28 Settembre 2020 08:11

Andreoni (Tor Vergata): «Con lattoferrina i tempi di eliminazione del Sars-Cov-2 si accorciano»

«La lattoferrina ha un doppio meccanismo d’azione dimostrato scientificamente: non solo agisce sull’immunità naturale ma impedisce “fisicamente” al virus di entrare nella cellula». Ma non è tutto. Massimo Andreoni illustra i primi dati dello studio pilota dell’università di Tor Vergata sui contagiati da Sars-CoV-2

Andreoni (Tor Vergata): «Con lattoferrina i tempi di eliminazione del Sars-Cov-2 si accorciano»

«Un ricostituente dell’immunità». Definisce così la lattoferrina il professor Massimo Andreoni, direttore dell’unità Malattie infettive dell’università Tor Vergata di Roma. Si tratta di una proteina naturalmente prodotta dal corpo con indiscusse proprietà protettive per l’organismo, perché fortifica la risposta immunitaria. Ma non è tutto. Uno studio realizzato dell’università di Tor Vergata dimostra che la lattoferrina non solo «riduce la capacità dei virus di penetrare nelle cellule ma accorcia i tempi di eliminazione dello stesso» spiega Massimo Andreoni a Sanità Informazione.

COS’È LA LATTOFERRINA

«La lattoferrina è un prodotto che è presente abitualmente all’interno dell’organismo – precisa Andreoni –. È un ricostituente dell’immunità naturale, ci protegge naturalmente ed è particolarmente ricco nei bambini. Ed è proprio questo lo spunto che ha avviato la nostra sperimentazione: il fatto che i bambini contraggono l’infezione da Sars-CoV-2 in misura ridotta rispetto agli adulti.  I bambini, infatti, hanno concentrazioni di lattoferrina molto più alte rispetto agli adulti» evidenzia.

ANDREONI: «LATTOFERRINA IMPEDISCE “FISICAMENTE” AL VIRUS DI ENTRARE NELLA CELLULA»

«Le proprietà benefiche della lattoferrina poggiano su una base solida scientifica – prosegue Andreoni – e le sue abilità sono state fortemente provate. Esistono dati consolidati che dimostrano che la lattoferrina riduce la capacità dei virus di penetrare nelle cellule. Ha un doppio meccanismo d’azione dimostrato scientificamente: non solo agisce sull’immunità naturale ma va a competere con quelli che sono i recettori della cellula ACE 2 e impedisce “fisicamente” al virus di entrare nella cellula. Inoltre, abbiamo avviato uno studio pilota in collaborazione con La Sapienza di Roma e con l’università di Padova su pazienti contagiati dal virus. Somministrando la lattoferrina sia in compresse sia come spray, abbiamo visto che i tempi di eliminazione del virus effettivamente si accorciano. Sono dati preliminari e bisogna attendere dati più ampi e definitivi per poterlo affermare con certezza, ma è certamente una questione interessante da approfondire».

PREVENZIONE: LA LATTOFERRINA RIDUCE IL RISCHIO DI INFEZIONE?

Si discute inoltre anche sulla capacità di prevenzione dell’infezione: la lattoferrina riduce il rischio di infezione? «Su questo ancora non abbiamo dati; l’ipotesi è al vaglio, ma ancora non possiamo dire se funziona o meno in questi termini».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Vaccino Covid-19, Chimici e Fisici a Speranza: «Ci inserisca tra le categorie prioritarie da vaccinare»
«Nessun professionista sanitario deve essere escluso dalla lista delle categorie prioritarie da vaccinare» sottolinea la Presidente della FNCF, Nausicaa Orlandi
In Gran Bretagna contagi fuori controllo, cambia il piano vaccinale
Un cardiologo italiano racconta: «Variante più contagiosa, ora si predilige vaccinare il maggior numero di persone con la prima dose, ritardando la seconda. Ci vorranno almeno due o tre mesi per vedere un vero effetto del vaccino»
di Federica Bosco
Incubo terza ondata, i numeri tornano a salire in tutto il mondo
Risalgono i contagi in tutto il mondo, gli esperti temono la terza ondata. Al primo posto gli Stati Uniti con 3 milioni di nuovi casi in 15 giorni, segue il Regno Unito vittima della variante inglese. Italia ottava con tasso di mortalità ancora alto. In Cina si torna a morire per Covid
L’OMS lancia un’indagine in 26 Paesi europei per valutare le conseguenze del Covid sulla psiche
De Girolamo (IRCCS Fatebenefratelli): «Questionario online per 10000 cittadini tra i 18 e i 70 anni per conoscere ripercussione che avrà il virus su sfera economica, percezione della malattia attraverso l’informazione e ruolo del vaccino»
di Federica Bosco
All’ospedale San Paolo di Milano supereroi per i piccoli pazienti
Il primario di Pediatria: «Necessario infondere ottimismo. Momenti come quello regalato dalla onlus Supereroi Acrobati sono fondamentali nel percorso di guarigione»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 15 gennaio, sono 93.129.104 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.994.440 i decessi. Ad oggi, oltre 35,57 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...