Salute 21 Maggio 2020 17:02

Analisi mortalità Inps: in Italia i decessi sono aumentati del 48%, nelle province lombarde più colpite si supera il 200%

Il primato a Bergamo, con un aumento tra 400% e 500%. Più colpiti gli uomini delle donne, al Sud le variazioni meno significative. Dai dati del report: «Veneto ha gestito la crisi meglio della Lombardia»

Analisi mortalità Inps: in Italia i decessi sono aumentati del 48%, nelle province lombarde più colpite si supera il 200%

Un aumento generale del 48% di decessi in Italia tra marzo e aprile 2020, l’Analisi della mortalità durante l’epidemia di Covid-19 redatta da Inps, fotografa un Paese cambiato. Ma la distribuzione delle perdite pesa quasi interamente sul Nord, in cui la percentuale arriva all’84%.

Al Sud invece l’aumento si ferma al 5%, mentre al Centro arriva all’11%. Sono ancora gli uomini a morire più delle donne, laddove a parità di contagio subiscono maggiormente le forme più gravi. Sul totale, le donne arrivano al 38%, mentre gli uomini al 48%. Differenza che rimane anche nelle singole zone di Sud e Centro, mentre si amplia al Nord: 94% per gli uomini, 75% per le donne.

Sui 1.795 decessi giornalieri previsti in Italia dalla “baseline”, i numeri del 2020 arrivano quasi al raddoppio, 2.564. Le classi di età hanno visto incrementi più sostenuti da 90 anni e oltre (+52%), 80-89 anni (+46%) e 70-79 anni (+45%), meno per le classi d’età 60-69 anni (+30%) e 50-59 anni (+18%), mentre da o a 49 anni si è registrata addirittura una diminuzione della mortalità (-8%).

LEGGI ANCHE: ITALIA PRIMA AL MONDO PER TAMPONI, CONTE AL PARLAMENTO: «DA LUNEDÌ 150MILA SIEROLOGICI GRATUITI. STRADA È TESTARE, TRACCIARE, TRATTARE»

Nessuna regione ne ha sentito gli effetti più gravemente della Lombardia. «Il Veneto – si legge nel report Inps – nonostante abbia avuto a febbraio un focolaio di epidemia da coronavirus come in Lombardia, ha saputo contenere la propagazione grazie a un approccio sanitario diverso rispetto a quello lombardo».

Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza detengono il primato di aumento nel tasso di mortalità. L’età media al decesso, nelle province più colpite dal coronavirus è di 81,5 anni, che diventa 78,5 anni per i maschi e 85,1 per le femmine. Territorialmente, tutte presentano una percentuale di decessi superiore al 200%, con il record di Bergamo unica nella fascia tra il 400% e il 500%. Quasi tutto il Nord-Ovest dell’Italia risulta interessato da un incremento dei decessi superiore al 50%.

Scendendo, sono le regioni che si affacciano sul mare Adriatico a presentare alcuni incrementi, contenuti ma significativi, con nel Sud la Puglia, specie con la provincia di Foggia tra il 20% e il 30%, è la regione meridionale che evidenzia un maggiore incremento della mortalità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
Al 25 maggio, sono 526.711.975 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.280.500 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I casi in Italia Il bollettino di oggi (25 maggio): Ad oggi in Italia il totale delle persone […]
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
DL Riaperture, via libera dalla Camera. Cosa cambia per mascherine, isolamento, green pass e obbligo vaccinale
Il provvedimento recepisce la fine dello stato di emergenza. Prorogato lo smart working per i lavoratori fragili. Medici in quiescenza potranno continuare a ricevere incarichi di lavoro autonomo
di Francesco Torre
Epatiti misteriose, il microbiologo: «Adenovirus resta indiziato numero 1, non si esclude correlazione con Sars-CoV-2»
Il responsabile di Microbiologia del Bambino Gesù sulle epatiti virali acute nei bambini: «Lockdown e mascherine potrebbero aver scatenato un debito immunitario». Quali sono i sintomi da tenere d'occhio
Un test Covid fai da te può essere utilizzato anche se scaduto?
Alcuni test anti-Covid fai da te potrebbero essere utilizzati oltre la data di scadenza, Basta controllare sul sito dell'azienda produttrice
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 25 maggio, sono 526.711.975 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.280.500 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto