Salute 2 Ottobre 2018 15:14

Allattamento e contaminati ambientali: quanto influisce l’inquinamento sulla salubrità del derivato materno?

In occasione della Settimana Mondiale dell’Allattamento l’intervista a Riccardo Davanzo, pediatra dell’Istituto per l’infanzia Burlo Garofolo di Trieste, su ecosistema nocivo e nutrimento primigenio

di Lucia Oggianu
Allattamento e contaminati ambientali: quanto influisce l’inquinamento sulla salubrità del derivato materno?

Le sostanze dannose derivanti dagli agenti inquinanti presenti nell’ambiente, cui si è stati esposti nel corso della vita e, in particolare, durante i mesi della gravidanza, possono ritrovarsi all’interno del latte materno durante il periodo dell’allattamento. Si chiamano POP, sostanze organiche inquinanti persistenti, presenti nell’ambiente soprattutto in territori fortemente compromessi dall’inquinamento.

La letteratura scientifica però sostiene l’allattamento al seno nonostante la presenza di contaminanti in quanto correttivo di un eventuale danno prenatale riconducibile a tale esposizione. «Un neonato allattato al seno, seppure di una mamma vissuta in un ambiente inquinato, si svilupperà meglio da un punto di vista neurologico rispetto a un bambino che non può beneficiare del latte materno», spiega il dottor Riccardo Davanzo, Direttore Dipartimento Materno Infantile dell’ASM Matera, con cui abbiamo approfondito l’argomento in occasione della Settimana Mondiale dedicata all’allattamento materno.

Dottore, quali sono i fattori inquinanti che possono essere presenti nel latte materno?

«Gli inquinanti del latte materno sono sostanze solubili nel grasso, che si trovano nella parte grassa del latte umano prodotto dalla donna, al vertice della catena alimentare. Dipendono molto dal tipo di dieta che si pratica: più grassa o meno grassa. Soprattutto dipende dal fatto che uno viva in un ambiente inquinato oppure si alimenti di animali che sono stati allevati in ambienti inquinati. Si tratta di sostanze prodotte dall’industria chimica e li ritroviamo nella nostra vita quotidianamente. Alcune di queste sostanze sono liberate dai prodotti di combustione degli inceneritori e da centri industriali particolarmente inquinanti».

LEGGI ANCHE: PERCHÉ GLI USA HANNO MINACCIATO I PAESI FAVOREVOLI AD UNA RISOLUZIONE OMS SULL’ALLATTAMENTO AL SENO

Quali misure bisognerebbe prendere per limitare gli effetti dell’inquinamento sul latte materno?

«Il problema della presenza di queste sostanze nel latte materno non deve indurre ad allarmismi. Noi sappiamo che queste sostanze possono essere dannose però sappiamo anche che la soluzione non è quella di non allattare al seno perché al danno si aggiungerebbe un mancato beneficio, dal momento che, rispetto ai sostituti del latte materno, allattare al seno porta salute sia al bambino sia alla mamma. La soluzione è ridurre nell’ambiente la contaminazione quindi implica un approccio nazionale e di salute pubblica, con decisioni politiche. Naturalmente è importante continuare a studiare il latte materno e analizzarlo ma non solo negli ambienti che noi riteniamo contaminati ma in una maniera scientificamente corretta che ci dia delle informazioni rappresentative del territorio nazionale. Il latte è e deve continuare ad essere una spia dell’inquinamento ambientale e spingere il policy maker a prendere delle decisioni che siano un buon compromesso tra economia e salute pubblica».

 

Articoli correlati
Allattamento al seno, va garantito anche in caso di ricovero. Ecco come
L’interruzione dell’allattamento al seno nuoce alla salute di mamme e piccoli. Dal Gruppo di lavoro multiprofessionale coordinato dal Tavolo Tecnico Operativo interdisciplinare (TAS) del Ministero della Salute le linee di indirizzo per consentire alla madre di stare con il suo bambino in caso di ospedalizzazione e viceversa
di Isabella Faggiano
Banche del latte umano donato: l’Italia è prima in Europa
Moro (Aiblud): «Un alimento prezioso per bimbi prematuri, neonati sottoposti ad interventi chirurgici addominali o affetti da insufficienza renale e patologie metaboliche. Chi se ne nutre cresce meglio e viene dimesso prima dalla terapia intensiva»
di Isabella Faggiano
Alimentazione del bambino: ecco come prevenire gli squilibri del microbioma intestinale e del sistema immunitario
Dal CEINGE di Napoli in collaborazione con l’Università di Milano e l’Humanitas, lo studio sull’alimento che difende i bambini da infezioni ed allergie attraverso una positiva modulazione del microbioma intestinale e del sistema immunitario
Il latte materno previene l’obesità e agevola il passaggio da una classe sociale all’altra
La neonatologa Maria Elisabetta Baldassarre: «Troppo spesso i pediatri suggeriscono alle mamme il passaggio al latte artificiale. Anche se le aziende cercano di aggiungervi gli stessi componenti del latte materno, non sempre si ottengono gli stessi risultati»
di Federica Bosco
Taranto, ISS: livelli di diossine e PCB nel latte materno in città più elevati che in Provincia. Tendenza in calo
Si è concluso lo studio, durato tre anni, per valutare l’esposizione a diossine e PCB in donne di Taranto e provincia tramite l’analisi del latte materno. Mediamente, lo studio ha mostrato una concentrazione di queste sostanze nel latte nelle donne residenti a Taranto e Statte del 28% più elevata rispetto a quella delle donne residenti […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 settembre, sono 229.563.544 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.709.292 i decessi. Ad oggi, oltre 5,96 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco