Salute 9 Marzo 2017

Nencini, Viceministro Infrastrutture: «Con Stabilità 780 mln per abbattere le barriere architettoniche»

«Nuove forme di progettazione e nuove città, questa la sfida», lo dice Riccardo Nencini, Leader PSI. «Con FIABA Onlus un rapporto storico che si sta irrobustendo»

Gradini, passaggi ostruiti, assenza di segnali, barriere architettoniche. Questi gli ostacoli che quotidianamente si trovano di fronte i disabili in Italia. Per cercare di fronteggiare questa emergenza, è entrata in vigore la prassi UNI per l’abbattimento delle barriere architettoniche, un documento, voluto da FIABA, dal Consiglio Nazionale dei Geometri e dall’Ente italiano di Normazione che delinea le linee guida per la progettazione del costruito in ottica ‘universal design’. Sull’argomento ecco il punto di vista di Riccardo Nencini, Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Con la Prassi UNI raggiunto un obiettivo storico?

«Con FIABA c’è un rapporto storico che stiamo irrobustendo perché riprendiamo un vecchio impegno eluso dal 2004, quello di un fondo destinato all’abbattimento delle barriere. Ora con la Legge di Stabilità prevediamo 780 milioni di euro da impiegare da qui al 2030 in questa direzione, in questa ottica sarà facile trovare la misura di un rapporto fattivo con FIABA».

Per quello che riguarda le strutture ospedaliere, sono gli stessi medici a parlare di edifici obsoleti. Ci saranno finanziamenti per adeguare gli ospedali?

«Spero di sì, questo argomento è materia del Ministero della Salute, ma sono certo che in questi 780 milioni sono previsti anche fondi che riguardano l’abbattimento in generale delle barriere».

Oltre che di fondi è bene parlare anche di cultura della formazione sia per i cittadini che per il personale, bisogna vincere anche questa battaglia?

«Sì, ma soprattutto bisogna vincere la battaglia di pensare a nuove forme di progettazione, nuovi spazi nelle città dove il problema non sia l’abbattimento, ma la previsione di non avere nessuna barriera architettonica da abbattere».

Articoli correlati
Trasfusioni, il 55% degli eventi avversi gravi causato da errore umano. Dal Ministero nuove linee guida per la prevenzione
Le reazioni avverse dovute ad errori trasfusionali rappresentano circa il 78% di tutti gli eventi avversi e, tra queste, circa il 20% sono reazioni trasfusionali da incompatibilità AB0
Digitalizzazione sanità e antibiotico resistenza, Zampa (sottosegretario Salute): «Dialogo costruttivo con Svezia»
“Il Sottosegretario Zampa ha incontrato a Stoccolma, il 15 ottobre scorso, il Segretario di Stato alla salute e agli affari sociali del Regno di Svezia, Maja Fjaestad, a margine di un summit italo-svedese su diabete e malattie cardio-vascolari”. Così in una nota il Sottosegretario Zampa parla del dialogo allacciato con la Svezia su tematiche sanitarie […]
“La città che vorrei”, domenica 6 ottobre torna il Fiaba Day per l’abbattimento delle barriere architettoniche
Alle ore 9.30 Palazzo Chigi aprirà le sue porte alle visite guidate per gruppi di persone con disabilità e loro accompagnatori. Durante la giornata si alterneranno, sul palco posizionato a Piazza Colonna, momenti di dibattito e di intrattenimento
Carni suine italiane: via libera per l’esportazione in Cina
Le autorità cinesi hanno, infatti, concesso, per la prima volta, l’abilitazione di una lista di stabilimenti italiani senza che questi fossero ispezionati direttamente e specificatamente da personale ufficiale cinese, salvo successive verifiche
Ebola, è “emergenza di salute pubblica internazionale”: massima allerta a Fiumicino
«Ad oggi - si legge nel documento del ministero della Salute di cui è in possesso l'Adnkronos - vengono eseguiti controlli sanitari sugli operatori delle Organizzazioni governative e le Ong che rientrano dalla Repubblica democratica del Congo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano