Professioni Sanitarie 6 Agosto 2019

Emergenza STEN in Campania, FNOPO: «Servizio inadeguato. A rischio sicurezza di neonati e mamme»

«Il Servizio di Trasporto di Emergenza per Neonati (STEN) che di fatto risulta inadeguato – fanno sapere i Comitato centrale della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica -. Occorre l’adeguamento a norme già presenti»

«L’augurio, e soprattutto l’invito, è che col passare dei giorni non si creda che l’emergenza STEN in Campania sia cessata e che tutto possa tornare come prima, in una apparente normalità come se niente sia successo. La tutela e la sicurezza della salute delle donne e dei loro bambini non hanno scadenza, anzi sono più esposte al rischio se chi ha il dovere, e il potere, di intervenire non lo fa», commentano così le componenti del Comitato centrale della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica le recenti notizie di cronaca sullo STEN campano.

«Condividiamo con la Sin la preoccupazione per un Servizio di Trasporto di Emergenza per Neonati (STEN) che di fatto risulta inadeguato e che mette a rischio la salute e la vita dei neonati. Non si può sperare nella fortuna. Occorre l’adeguamento a norme già presenti che, se rispettate, consentono di evitare tragici fatti di cronaca – continuano le rappresentanti nazionali della Categoria ostetrica -. Sono indispensabili interventi seri e concreti che tengano conto dei reali bisogni dei cittadini e della natura del territorio, destinare risorse economiche adeguate e prevedere una profonda ristrutturazione del percorso nascita e dei centri nascita della regione Campania tali da consentire ai Professionisti di lavorare in modo appropriato e di garantire la miglior assistenza di qualità alle mamme e ai neonati».

«Anche la FNOPO – concludono i vertici della Federazione – chiede l’applicazione delle norme dell’accordo Stato-Regioni e del decreto n. 62 del 5 luglio 2018 della Regione Campania per la riorganizzazione dello Sten. La Federazione Nazionale e gli Ordini della Professione Ostetrica della Campania si rendono disponibili al confronto nelle sedi e modalità opportune al fine di tutelare la salute dei neonati e delle loro mamme».

Articoli correlati
Coronavirus, De Luca: «Da Roma arrivate mascherine del coniglietto Bunny»
«Ecco una delle 552mila mascherine arrivate dalla Protezione civile. Ci vuole veramente una fantasia molto accesa per definirle mascherine, a meno che non si pensi a quelle che usano i nostri nipoti a Carnevale». Così Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, in una diretta Facebook in cui ha fatto il punto della situazione regionale […]
Coronavirus Campania, torna a casa il “paziente 1”: «Arrivò da Milano senza sintomi, infettati in 7»
Parla il titolare dello studio legale in cui lavora l’avvocato che, nelle scorse settimane, era stato indicato anche dal Presidente De Luca come il primo caso di Coronavirus nella Regione. «Era stato definito irresponsabile ma sia lui che noi dello studio abbiamo preso tutte le precauzioni possibili»
Coronavirus, Fnopo: «Grazie a tutte le ostetriche che garantiscono assistenza alle donne in gravidanza»
«Le ostetriche continuano a essere garanti di un’assistenza vigile e sicura nei reparti e nei Pronto soccorso di ostetricia e ginecologia, nelle sale travaglio-parto, nelle sale operatorie e in tutti i percorsi dedicati all’assistenza alle donne, soprattutto là dove l’assistenza anestesiologica alla parto-analgesia attualmente può venire a mancare, in quanto gli anestesisti sono impegnati all’interno […]
Coronavirus, De Luca: «Sud ad un passo dalla tragedia, il Governo agisca subito»
«La comunicazione di questi ultimi giorni relativa alla epidemia è gravemente fuorviante. Il richiamo a numeri più contenuti di contagio al Nord, rischia di cancellare del tutto il fatto che non solo la crisi non è in via di soluzione, ma che al Sud sta per esplodere in maniera drammatica». Così il Presidente della Regione […]
Coronavirus e gravidanza: il corso online di Futura Stem Cells prepara le mamme al parto
Tanti gli argomenti trattati e i consigli pre e post parto: «Dalla gravidanza al baby massage, passando per la disostruzione delle vie aeree fino all’allattamento e alla nutrizione» spiega la Responsabile scientifica Pierangela Totta
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 marzo, sono 622.450 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 28.794 i decessi e 135.779 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

«Scovare i positivi casa per casa: così abbiamo sconfitto il virus a Vo’». Il virologo Crisanti racconta il modello veneto

Il professore di Microbiologia e virologia Andrea Crisanti ha coordinato lo studio sugli abitanti di Vo’ Euganeo: «Con il tampone abbiamo identificato fin dall’inizio sia le persone asintomatiche...