Politica 13 Settembre 2019

Vaccini, parla Paolo Siani (Pd): «Ddl va modificato: l’obbligo si può togliere ma solo con copertura adeguata e anagrafe»

Il pediatra, membro della Commissione Affari sociali, ha apprezzato il discorso del premier Conte, in particolare la proposta sugli asili nido gratis per redditi bassi: «Governo ha preso una strada buona». Poi sul tema, spinoso, dell’obbligo vaccinale: «Prima di toglierlo bisogna avere la certezza che ci sia una copertura ‘tranquilla’ su tutto il territorio nazionale»

Immagine articolo

«Il passaggio sugli asili nido è stato molto interessante. I miei amici mi hanno chiesto se avessi suggerito io questa cosa». Paolo Siani, già primario di pediatria al Santobono di Napoli e deputato Pd, ha ascoltato con grande attenzione il discorso con cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è presentato al Parlamento per il voto di fiducia. Ed è rimasto colpito dal passaggio sugli asili nido gratis per redditi bassi e medi, una proposta che Siani aveva già fatto nei mesi scorsi anche attraverso una petizione e diverse proposte in Commissione Affari sociali.

«Mi sono battuto per gli asili nido in questo anno e mezzo – sottolinea a Sanità Informazione Siani – Conte ha dato rilievo anche alle famiglie numerose, ha dato due-tre input importanti sulla povertà che è molto più accentuata dove ci sono tanti bambini. Sembra un governo che ha preso una strada buona e ha dato rilievo a quello che io penso debba essere una priorità per il Paese».

LEGGI ANCHE: CONTE BIS, IN SANITA’ PRIORITA’ PER FORMAZIONE E ASSUNZIONI. VACCINI. LOTTA AGLI SPRECHI, AGGRESSIONI: LA NUOVA AGENDA IN COMMISSIONE

Onorevole, ora siete in maggioranza. Che temi porterete avanti in Commissione?

«Sugli asili nido ci sono tante proposte, così come sull’assegno unico e sugli ospedali».

Sui vaccini si troverà la quadra?

«Si troverà la quadra, se mi stanno a sentire sì», conclude sorridendo.

Il ddl all’esame del Senato non va bene?

«Va un po’ modificato, in un modo non tanto lontano da come dicevano loro (i Cinque Stelle, ndr). Bisogna avere la certezza che ci sia una copertura tranquilla su tutto il territorio nazionale. L’anagrafe vaccinale deve funzionare bene, dev’essere messa comunque a regime e non lo è, dopo di che si può togliere l’obbligo però avendo un quadro di tranquillità per tutta la popolazione».

Articoli correlati
La pediatria sociale, il Covid, il ricordo del fratello: Paolo Siani traccia il bilancio della sua attività politica ne “Una lucida follia”
«Mi sono accorto di aver dato un contributo tecnico importante in questi due anni, quindi vado avanti nel mio impegno politico» spiega il deputato Pd, che ricorda: «Solo Renzi è riuscito a convincermi a entrare in politica». I proventi del libro saranno devoluti alla Fondazione Pianoterra onlus per finanziare la prima borsa di studio in pediatria sociale
Coronavirus e vaccini, l’OMS: «Non c’è pallottola d’argento contro Covid e forse non ci sarà mai»
Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa a Ginevra sul coronavirus facendo il punto sull'emergenza
Un vaccino contro Covid-19, a che punto sono i tentativi nel mondo?
Tutti i ricercatori del mondo sono all'opera per trovare un vaccino contro Covid-19. A che punto si trovano i 140 candidati? I dati dell'Oms sulle fasi raggiunte fino ad oggi dai singoli prodotti
Vaccini, Italia Longeva: «Puntiamo a raddoppiare le coperture degli anziani»
Per raggiungere il 95% suggerito dal ministero della Salute, è necessario avere a disposizione più vaccini e prima, già da settembre. Il presidente Bernabei: «Vaccinare tutti gli anziani contro l'influenza stagionale, pneumococco, pertosse e herpes zoster»
Vaccini influenza, la circolare del Ministero per affrontare l’autunno (e la possibile convivenza col Covid) convince pediatri e MMG
Mele (SIMPE): «Auspicabile estendere la raccomandazione anche a bambini più grandi, ma la direzione è corretta». Scotti (FIMMG): «Fondamentale inizio precoce e chiusura tardiva della campagna». Ma non tutte le mamme sono d'accordo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»