Politica 13 Settembre 2019

Vaccini, parla Paolo Siani (Pd): «Ddl va modificato: l’obbligo si può togliere ma solo con copertura adeguata e anagrafe»

Il pediatra, membro della Commissione Affari sociali, ha apprezzato il discorso del premier Conte, in particolare la proposta sugli asili nido gratis per redditi bassi: «Governo ha preso una strada buona». Poi sul tema, spinoso, dell’obbligo vaccinale: «Prima di toglierlo bisogna avere la certezza che ci sia una copertura ‘tranquilla’ su tutto il territorio nazionale»

Immagine articolo

«Il passaggio sugli asili nido è stato molto interessante. I miei amici mi hanno chiesto se avessi suggerito io questa cosa». Paolo Siani, già primario di pediatria al Santobono di Napoli e deputato Pd, ha ascoltato con grande attenzione il discorso con cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è presentato al Parlamento per il voto di fiducia. Ed è rimasto colpito dal passaggio sugli asili nido gratis per redditi bassi e medi, una proposta che Siani aveva già fatto nei mesi scorsi anche attraverso una petizione e diverse proposte in Commissione Affari sociali.

«Mi sono battuto per gli asili nido in questo anno e mezzo – sottolinea a Sanità Informazione Siani – Conte ha dato rilievo anche alle famiglie numerose, ha dato due-tre input importanti sulla povertà che è molto più accentuata dove ci sono tanti bambini. Sembra un governo che ha preso una strada buona e ha dato rilievo a quello che io penso debba essere una priorità per il Paese».

LEGGI ANCHE: CONTE BIS, IN SANITA’ PRIORITA’ PER FORMAZIONE E ASSUNZIONI. VACCINI. LOTTA AGLI SPRECHI, AGGRESSIONI: LA NUOVA AGENDA IN COMMISSIONE

Onorevole, ora siete in maggioranza. Che temi porterete avanti in Commissione?

«Sugli asili nido ci sono tante proposte, così come sull’assegno unico e sugli ospedali».

Sui vaccini si troverà la quadra?

«Si troverà la quadra, se mi stanno a sentire sì», conclude sorridendo.

Il ddl all’esame del Senato non va bene?

«Va un po’ modificato, in un modo non tanto lontano da come dicevano loro (i Cinque Stelle, ndr). Bisogna avere la certezza che ci sia una copertura tranquilla su tutto il territorio nazionale. L’anagrafe vaccinale deve funzionare bene, dev’essere messa comunque a regime e non lo è, dopo di che si può togliere l’obbligo però avendo un quadro di tranquillità per tutta la popolazione».

Articoli correlati
Simpef: «Sì alla vaccinazione antinfluenzale tra i 6 mesi e i 6 anni»
Il Sindacato medici pediatri di famiglia esprime piena identità di vedute con Ministero e Società italiana di pediatria: «È una nostra posizione storica»
Bambini e lockdown, i pediatri: «Prevedere piano per riapertura scuole in sicurezza»
Il pediatra e deputato Paolo Siani (Pd): «Assenza da scuola tutela la salute, ma mina tutti gli altri diritti dell’infanzia». La psicologa Confalonieri (Università Cattolica Milano): «Monitorare segnali di scarso riadattamento sociale»
Pediatri, Biasci (Fimp): «Chiediamo l’estensione del vaccino antinfluenzale ai bambini e di poter prescrivere i tamponi per Sars-Cov-2»
«Se rileviamo casi sospetti dobbiamo avere la certezza dell’effettuazione del tampone diagnostico. Senza una diagnosi precisa non potremo far tornare i bambini a scuola». E su Kawasaki: «Abbiamo raccolto un’anomala frequenza di manifestazioni cutanee simil geloni ma è ancora presto per correlazione con Covid-19». Così il presidente della Federazione italiana medici pediatri
Coronavirus, Scaccabarozzi: «Vaccini già in produzione, ci assumiamo il rischio»
Ecco come è andato il webinar “Nuovi modelli per la Governance delle cure” con Beatrice Lorenzin, Pier Carlo Padoan, Pierluigi Lopalco, Luca Pani, Giorgio Racagni e Paolo Siani
di Tommaso Caldarelli
Appello del Board del Calendario per la Vita: «Mantenere e incrementare coperture vaccinali per bambini e anziani»
«Evitiamo di aggiungere pandemie alla pandemia, aanche ri-organizzando i servizi di vaccinazione e rassicurando la popolazione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 maggio, sono 5.410.439 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 345.105 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA     Bollettino delle ore 18:00 de...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...