Politica 13 Settembre 2019 09:28

Vaccini, parla Paolo Siani (Pd): «Ddl va modificato: l’obbligo si può togliere ma solo con copertura adeguata e anagrafe»

Il pediatra, membro della Commissione Affari sociali, ha apprezzato il discorso del premier Conte, in particolare la proposta sugli asili nido gratis per redditi bassi: «Governo ha preso una strada buona». Poi sul tema, spinoso, dell’obbligo vaccinale: «Prima di toglierlo bisogna avere la certezza che ci sia una copertura ‘tranquilla’ su tutto il territorio nazionale»

Vaccini, parla Paolo Siani (Pd): «Ddl va modificato: l’obbligo si può togliere ma solo con copertura adeguata e anagrafe»

«Il passaggio sugli asili nido è stato molto interessante. I miei amici mi hanno chiesto se avessi suggerito io questa cosa». Paolo Siani, già primario di pediatria al Santobono di Napoli e deputato Pd, ha ascoltato con grande attenzione il discorso con cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è presentato al Parlamento per il voto di fiducia. Ed è rimasto colpito dal passaggio sugli asili nido gratis per redditi bassi e medi, una proposta che Siani aveva già fatto nei mesi scorsi anche attraverso una petizione e diverse proposte in Commissione Affari sociali.

«Mi sono battuto per gli asili nido in questo anno e mezzo – sottolinea a Sanità Informazione Siani – Conte ha dato rilievo anche alle famiglie numerose, ha dato due-tre input importanti sulla povertà che è molto più accentuata dove ci sono tanti bambini. Sembra un governo che ha preso una strada buona e ha dato rilievo a quello che io penso debba essere una priorità per il Paese».

LEGGI ANCHE: CONTE BIS, IN SANITA’ PRIORITA’ PER FORMAZIONE E ASSUNZIONI. VACCINI. LOTTA AGLI SPRECHI, AGGRESSIONI: LA NUOVA AGENDA IN COMMISSIONE

Onorevole, ora siete in maggioranza. Che temi porterete avanti in Commissione?

«Sugli asili nido ci sono tante proposte, così come sull’assegno unico e sugli ospedali».

Sui vaccini si troverà la quadra?

«Si troverà la quadra, se mi stanno a sentire sì», conclude sorridendo.

Il ddl all’esame del Senato non va bene?

«Va un po’ modificato, in un modo non tanto lontano da come dicevano loro (i Cinque Stelle, ndr). Bisogna avere la certezza che ci sia una copertura tranquilla su tutto il territorio nazionale. L’anagrafe vaccinale deve funzionare bene, dev’essere messa comunque a regime e non lo è, dopo di che si può togliere l’obbligo però avendo un quadro di tranquillità per tutta la popolazione».

Articoli correlati
Gli asili nido non compromettono lo sviluppo comportamentale
Cari mamma e papà, niente più sensi di colpa quando si lascia il proprio bambino all'asilo nido, anche se per lungo tempo. Uno studio internazionale ha dimostrato che il tempo trascorso in queste strutture per l'infanzia non compromette lo sviluppo comportamentale dei bambini
Danni da vaccinazione anti-Covid, novità in materia di indennizzo
La vaccinazione è un trattamento sanitario (art. 32 Cost.) che, secondo la Corte Costituzionale, ha una duplice finalità: “individuale” in quanto mira a proteggere la persona che si sottopone alla vaccinazione e “collettiva” poiché mira a proteggere gli altri dal rischio di diffusione del contagio
Il ritorno dei medici non vaccinati: ovvero, dell’obbligo vaccinale tra politica, scienza e deontologia
di Ciro Isidoro, Professore Ordinario di Patologia Generale e Immunologia (Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale, Novara)
di Ciro Isidoro, Professore Ordinario di Patologia Generale e Immunologia (Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale, Novara)
Covid, ricoveri crescono del 37%. Migliore (Fiaso): «Andiamo verso endemizzazione»
Incremento nei reparti ordinari, in terapia intensiva situazione stabile: «Anziani e fragili rimangono soggetti a rischio e sono proprio loro ad avere complicazioni»
La lunga battaglia contro la malaria, tra sfide vinte e ancora aperte
Da quando la sua eziologia è stata descritta per la prima volta più di 100 anni fa, la malaria è diventata una delle malattie infettive più conosciute al mondo. Tuttavia, nel 2019 ci sono stati ancora più di 620.000 decessi e circa 230 milioni di casi in tutto il mondo, quasi tutti nell'Africa subsahariana
di Stefano Piazza
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni