Politica 9 Settembre 2019

Conte bis, in sanità priorità per formazione e assunzioni. Vaccini, lotta agli sprechi, aggressioni: la nuova agenda in Commissione

A Montecitorio lungo discorso del premier che riserva un passaggio anche alla sanità. M5S-PD convinti dalle parole del premier, Lega e Fdi annunciano opposizione dura. Mandelli (Forza Italia): “Il vero banco di prova sono i fondi da destinare alla sanità”

Immagine articolo

Nel giorno del debutto in Parlamento del governo ‘giallorosso’ appoggiato da M5S e PD, il premier Giuseppe Conte, alla Camera dei deputati per il voto di fiducia, ha voluto riservare nel suo discorso un passaggio imporante anche sul tema della sanità. Poche parole molto significative in cui ha sottolineato che «il Governo si impegnerà a difendere la sanità pubblica e universale, valorizzando il merito e predisponendo un piano di assunzioni straordinarie di medici e infermieri, potenziandone i percorsi formativi». Tra i ministri a cui il premier ha stretto la mano prima di iniziare a parlare, anche il neo ministro della Salute, Roberto Speranza.

Conte ha parlato poi di «un progetto politico di ampia portata» e della volontà di attuare una «svolta nelle politiche economiche e sociali». Il premier ha poi garantito l’impegno dell’esecutivo per fermare la “fuga dei cervelli” che sta impoverendo l’Italia e in special modo il Sud. Altro passaggio importante anche sul sostegno alla disabilità e alla non autosufficienza, su cui ha rimarcato la necessità di portare avanti la riforma pensata già nei mesi scorsi.

LEGGI: SPERANZA RIPARTE DALLA COSTITUZIONE: «SUPERARE L’ATTUALE CARENZA DI MEDICI E INFERMIERI»

Discorso lungo quello del premier, anche per le numerose contestazioni giunte dai banchi delle opposizioni, in particolare Lega e Fratelli d’Italia, che nel frattempo erano anche in piazza Montecitorio per protestare contro il governo.

Il voto di fiducia al Conte bis va a chiudere così la crisi aperta ad agosto dal leader della Lega, Matteo Salvini. Sulla sanità, la neonata maggioranza necessità ancora di tempo per stabilire quali provvedimenti portare avanti: «Bisognerà fare il punto sulle priorità in sanità. Noi pensiamo che bisogna varare una legge che imponga ai direttori di ASL di rendicontare le spese per razionalizzare la spesa pubblica ricavare risorse», sottolinea a Sanità Informazione il Cinque Stelle Massimo Enrico Baroni, relatore, tra le altre cose, del Sunshine Act.

Sul fronte PD parla invece Giuditta Pini: «Alcuni passaggi del discorso di Conte mi hanno convinto, altri meno. Sulla sanità vedremo quanti soldi saranno destinati dalla legge di Bilancio. C’è da destinare risorse sia alle assunzioni che ai Lea». Per Paolo Siani, deputato PD e primario di pediatria a Napoli, «il discorso del premier è stato molto positivo, così come è stato positivo il fatto che sia partito dal tema degli asili nido e delle famiglia numerose». Plaude al nuove governo anche Michela Rostan, vicepresidente della Commissione Affari sociali, che proviene da Liberi e Uguali, lo stesso partito del Ministro della Salute Roberto Speranza: «Tra le priorità in sanità assunzioni e il disegno di legge sulle aggressioni», sottolinea a Sanità Informazione.

Sui banchi opposti, garantiscono un’opposizione dura ma costruttiva sia la leghista Arianna Lazzerini, relatrice del ddl sul riconoscimento della cefalea primaria cronica, che Maria Teresa Bellucci di Fratelli d’Italia. Andrea Mandelli, presidente Fofi e deputato di Forza Italia, si aspettava di più dal discorso del presidente del Consiglio: «A parte la pace del mondo Conte ha parlato di tutto, mi aspettavo di più. Il tema principale è quello di garantire un finanziamento adeguato al Sistema sanitario nazionale».

Articoli correlati
«No all’imbuto formativo». I giovani medici tornano in piazza il 29 maggio
Nuova mobilitazione domani a Roma, in piazza a Montecitorio e in altre 21 piazze italiane. Si incontreranno studenti, medici neoabilitati, camici grigi, medici in formazione specialistica e generalista «per chiedere l'abolizione dell’imbuto formativo e una riforma della formazione medica e in difesa del SSN pubblico e universalistico»
Novara, accordo Comune – Ordine farmacisti: consegna gratuita mascherine in farmacia
Le mascherine sono in fase di distribuzione alle farmacie della città le quali, attraverso un applicativo realizzato da CSI-Piemonte ed utile per la scansione della tessera sanitaria provvederanno alla consegna delle stesse ai cittadini
Covid-19, il corso ECM per tutelare gli operatori sanitari. Il medico del lavoro: «Formazione imprescindibile per protezione»
L’ebook fa parte della collana dedicata al Covid-19 promossa dal provider Sanità in-Formazione. Due i responsabili scientifici. Trasolini (Ingegnere): «Medici e operatori trincea contro il virus e argine contro il caos». Santacroce (Medico del lavoro): «In Italia normativa innovativa, conoscere un pericolo vuol dire già tenerlo lontano da noi al 50%»
Simpef: «Sì alla vaccinazione antinfluenzale tra i 6 mesi e i 6 anni»
Il Sindacato medici pediatri di famiglia esprime piena identità di vedute con Ministero e Società italiana di pediatria: «È una nostra posizione storica»
Bellucci (FdI): «Serve rete territoriale di base con team di medici, infermieri e psicologi»
La pandemia correlata al Covid 19 ha un unico aspetto positivo, quello di aver posto al centro dell’attenzione politica il tema della protezione della salute delle persone e della centralità del Sistema Sanitario Nazionale, come bene di carattere universalistico che va difeso in quanto prioritario. La doverosa riforma del SSN, che ritengo improcrastinabile, vecchio di […]
di Maria Teresa Bellucci, Deputato Fratelli d’Italia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 maggio, sono 5.814.885 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 360.412 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 29 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco