Politica 24 Febbraio 2021 09:52

Milleproroghe, via libera dalla Camera. Covid-19, precari, strutture private e rinnovo Ordini: le novità in sanità

Montecitorio approva a larga maggioranza il Decreto legge varato dall’esecutivo precedente. Ampliata la platea che può accedere alla stabilizzazione e alle procedure concorsuali. Tutte le norme straordinarie per l’emergenza Covid – dal potenziamento delle reti assistenziale agli incarichi libero professionali per il personale sanitario – sono state prorogate

Milleproroghe, via libera dalla Camera. Covid-19, precari, strutture private e rinnovo Ordini: le novità in sanità

Il primo atto parlamentare dopo la nascita del Governo Draghi è la conversione in legge del Decreto Milleproroghe: un atto necessario ogni inizio anno e che con la pandemia in corso assume un rilievo ancora maggiore perché tante sono le norme emergenziali per affrontare la pandemia di Covid-19 che necessitano di una proroga.

Il decreto è passato praticamente quasi all’unanimità: 322 voti favorevoli, 2 voti contrari e 31 astenuti. Ora è atteso da Palazzo Madama per l’approvazione definitiva.

Milleproroghe, le principali novità per la sanità

I precari

Il Dl Milleproroghe era atteso, in primis, dai precari della sanità: è differito dal 31 dicembre 2020 al 31 dicembre 2021 il termine entro cui deve essere maturato il requisito di anzianità di almeno tre anni di servizio maturati anche non continuativi negli ultimi otto anni. La norma consentirà di estendere la platea che può accedere alla stabilizzazione e alle procedure concorsuali rivolte al personale sanitario.

Quote premiali per regioni virtuose

Disposta la proroga al 2021 dell’utilizzo delle quote premiali da destinare alle regioni virtuose, accantonate a valere sul finanziamento del SSN, in base ai criteri di riequilibrio e riparto indicati in sede di Conferenza Stato-regioni. I commi 2 e 3 dell’articolo 4 dispongono la proroga al 2021 ed il parziale riparto per il medesimo anno dell’accantonamento della somma annua di complessivi 32,5 milioni di euro a valere sulle risorse finanziarie del SSN, per la realizzazione di obiettivi connessi ad attività di ricerca, assistenza e cura relativi al miglioramento dei livelli essenziali di assistenza, collegati a prestazioni che attualmente non trovano adeguata remunerazione nel vigente nomenclatore tariffario.

Fabbisogno personale SSN

Rinviata al 2022 l’adozione di una metodologia per la determinazione del fabbisogno di personale degli enti e delle aziende del SSN cui è subordinata la possibilità di applicare incrementi di spesa per il personale dei servizi sanitari regionali.

Durata organi elettivi Ordini

La durata degli organi elettivi degli ordini professionali sanitari territoriali – per i quali non siano già state svolte le procedure elettorali di rinnovo – e delle relative federazioni nazionali viene prorogata fino al termine dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19. Inoltre viene modificata la legge 3 del 2018 (che a sua volta modificava il decreto legislativo 233 del 1946) sul limite dei mandati dei Presidenti e dei componenti gli organi centrali delle Federazioni: la disposizione sul limite dei mandati si applicherà a partire dai mandati successivi al prossimo rinnovo.

Sperimentazione animale

Proroga dal 1° gennaio 2021 al 1° gennaio 2022 della sospensione dell’applicazione delle disposizioni del D.Lgs. n. 26/2014, che vietano in Italia alcune procedure di sperimentazione su animali (xenotrapianti e sostanze d’abuso).

Personale IRCCS

Il comma 7 dell’articolo 4 consente per gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico e gli Istituti zooprofilattici sperimentali la proroga fino al 30 settembre 2021 dei contratti di lavoro flessibile in corso, relativi ad attività di ricerca o di supporto alla ricerca.

Elenco idonei a Direttore generale

Allo scopo di garantire l’ampliamento della platea dei soggetti idonei all’incarico di direttore generale degli enti e delle aziende del SSN prevede che l’elenco nazionale dei soggetti idonei alla nomina di direttore generale delle aziende sanitarie locali, delle aziende ospedaliere e degli altri enti del Servizio sanitario nazionale possa essere integrato entro il 21 marzo 2021.

Contributo strutture private

È consentito alle regioni e alle province autonome di riconoscere alle strutture private accreditate che abbiano concorso a sostenere il SSN convertendo parte delle attività per destinarle a pazienti Covid-19 un contributo una tantum in proporzione al costo complessivo sostenuto nel 2020 per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale.

Fondo bambini affetti da malattia oncologica

Incrementato per l’anno 2021 da 5 a 7 milioni di euro la dotazione del fondo per l’assistenza dei bambini affetti da malattia oncologica.

Screening neonatale

Differito dal 30 giugno 2020 al 31 maggio 2021 il termine per la prima revisione della lista delle patologie da ricercare attraverso lo screening neonatale obbligatorio.

Le misure contro il Covid-19

Ci sono poi tutta una serie di misure emergenziali adottate per fronteggiare la pandemia da Covid-19 che vengono prorogate. Ecco le principali.

Conferimento di incarichi di lavoro autonomo a personale sanitario

Prorogate fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 le norme relative al conferimento di incarichi di lavoro autonomo a personale sanitario.

Potenziamento reti assistenziali

Prorogato fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 le disposizioni legislative relative al potenziamento delle reti assistenziali (le regioni, le province autonome e le aziende sanitarie possono stipulare accordi contrattuali con le strutture private accreditate in deroga al limite di spesa previsto per i medesimi per l’acquisto di ulteriori prestazioni sanitarie. Qualora non sia possibile perseguire gli obiettivi attesi mediante le citate forme contrattuali, le regioni, le province autonome e le aziende sanitarie vengono autorizzate a stipulare al medesimo fine contratti con strutture private non accreditate, purché autorizzate ai sensi della vigente normativa).

Sorveglianza sanitaria

Prorogate sino al termine dello stato di emergenza le disposizioni legislative in base al quale i datori di lavoro pubblici e privati, per garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive e commerciali in relazione al rischio di contagio da virus SARS-CoV, assicurano la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia Covid-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da comorbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità. In dettaglio la sorveglianza eccezionale fino alla data di cessazione dello stato di emergenza per rischio sanitario sul territorio nazionale.

Distribuzione dei farmaci agli assistiti

Proroga fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 delle disposizioni legislative in materia di distribuzione diretta dei farmaci forniti agli assistiti da parte delle farmacie convenzionate con il SSN.

Medicina convenzionata

La proroga in esame – stabilita fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 – concerne una norma transitoria relativa alla corresponsione di incrementi del trattamento economico ai medici di medicina generale ed ai pediatri di libera scelta.

Sperimentazione e uso compassionevole dei medicinali per Covid-19

La proroga in esame concerne la disciplina transitoria sulla sperimentazione clinica dei farmaci, con riferimento a pazienti affetti da Covid-19, nonché sull’uso compassionevole dei farmaci in fase di sperimentazione destinato ai medesimi pazienti.

Piani terapeutici

Prorogate fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid le disposizioni legislative che prevedono la proroga dei piani terapeutici. I piani terapeutici sono relativi alla fornitura di ausili, dispositivi monouso e altri dispositivi protesici fissati in base ai livelli essenziali di assistenza di cui al D.P.C.M 12 gennaio 2017 dovuti a incontinenza, stomie e alimentazione speciale, per i laringectomizzati e per la prevenzione e trattamento delle lesioni cutanee, oltre che per patologie respiratorie e per altri prodotti funzionali all’ospedalizzazione a domicilio.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Nuova variante sudafricana, Ricciardi: «Allarmarsi no, preoccuparsi sì»
L’Italia ha vietato l’ingresso da 8 Paesi. Il consulente del ministro Speranza: «Le esperienze del passato c’insegnano che queste misure, spesso, risultano tardive. La sudafricana potrebbe anche essersi già diffusa. Non sappiamo se questa variante provocherà danni alla copertura vaccinale, ma pare essere ancora più contagiosa della Delta»
di Isabella Faggiano
Gimbe: +27% di nuovi casi in una settimana, aumentano anche decessi e ospedalizzazioni
Secondo il presidente della Fondazione Cartabellotta: «Per contenere la quarta ondata nel nostro Paese sul fronte vaccini è indiscutibile la necessità di raggiungere il maggior numero possibile di persone non ancora vaccinate, e così come l’allentamento delle misure restrittive deve essere graduale, la loro re-introduzione deve essere tempestiva»
Sono un cittadino italiano vaccinato all’estero, come posso ottenere il Green pass?
Cosa fare per ottenere la certificazione verde? Quali vaccino somministrati all’estero sono validi anche in Italia? Le risposte del Governo
Quarta ondata, curare i pazienti Covid costerà 7 volte di più che vaccinarli
L’Altems ha effettuato un’analisi del profilo costo-efficacia della campagna vaccinale in Italia. Ecco i risultati
di Isabella Faggiano
Covid-19, allarme Oms: «Oltre 2,2 milioni di morti in Europa entro primavera»
La previsione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla base delle tendenze attuali
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 29 novembre, sono 261.519.267 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.200.271 i decessi. Ad oggi, oltre 7,6 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano