Politica 13 Luglio 2020

Camera, 40 milioni di restituzioni dal bilancio al personale sanitario in prima linea contro il Covid

A stabilirlo un ordine del giorno al Decreto Rilancio a prima firma del deputato questore M5S Francesco D’Uva, con l’adesione dei membri dell’Ufficio di Presidenza di Montecitorio. L’altra metà delle restituzioni alle popolazioni terremotate del Centro Italia

Immagine articolo

Una buona notizia per gli operatori sanitari impegnati nell’emergenza Covid-19 arriva dalla Camera dei deputati. Quaranta milioni di euro delle restituzioni dal bilancio della Camera per l’anno 2020 saranno destinati alle gratifiche economiche per il personale sanitario che ha lottato contro il Covid. A stabilirlo un ordine del giorno al Decreto Rilancio a prima firma del deputato questore M5S Francesco D’Uva, con l’adesione dei membri dell’Ufficio di Presidenza di Montecitorio appartenenti alle altre forze politiche.

Le somme, già destinate a forme di remunerazione per gli operatori sanitari, transiteranno nel fondo ad hoc predisposto dal Governo dopo l’approvazione del bilancio interno della Camera (prevista per il prossimo 30 luglio) e l’inserimento della disposizione nella legge di Bilancio o in uno dei prossimi provvedimenti sottoposti al vaglio del Parlamento.

«Al centro dell’emergenza ci sono state persone che non vogliono essere chiamate ‘eroi’. Sono persone normali, che hanno fatto sacrifici straordinari per tutelare la salute dei loro concittadini. Quest’anno vogliamo impiegare 40 milioni restituiti dal bilancio della Camera per dire grazie alle donne e agli uomini del personale sanitario, che hanno lottato per noi contro il Covid» ha spiegato su Facebook il deputato questore M5S Francesco D’Uva.

L’altra metà delle restituzioni di Montecitorio (40 milioni di euro) andranno alle popolazioni terremotate del Centro Italia, come annunciato dal presidente della Camera Roberto Fico.

Complessivamente, le restituzioni effettuate dalla Camera a partire dal 2013 ammontano a 465 milioni di euro, di cui 200 restituiti nella scorsa legislatura e 265 in quella in corso.

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
«Quando parliamo di coronavirus dobbiamo usare la parola razzismo»
Due articoli paralleli su New England Journal of Medicine e Lancet affrontano il peso delle disparità razziali: il Covid-19 non colpisce tutti allo stesso modo. Sei misure per intervenire
di Tommaso Caldarelli
Strascichi psichiatrici per più di metà dei guariti da Covid-19, i risultati di uno studio italiano
Le più colpite sono le donne, in cui gli straschichi psichiatrici sono più forti: depressione, ansia e insonnia. Tra le causa risposta immuntaria e stress
Covid-19 e gravidanza, le regole per ridurre il rischio di contagio
Sul Lancet il punto della situazione sul rapporto fra gravidanza, parto e Sars-CoV-2: «L’allattamento al seno con precauzioni è sicuro, ma rischio nascite premature»
di Tommaso Caldarelli
La Fase 3 e l’aumento delle psicopatologie: l’importanza di medici e farmacisti
di Giacomo Cicalini, Farmacista
di Giacomo Cicalini, Direzione Tecnica Cofardis SpA
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 agosto, sono 18.288.573 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 693.805 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»